Privacy Policy

Carpi-Spal 1-4: la capolista sbanca il Cabassi

by • 18 marzo 2017 • Carpi1909, ConcretaCalcio, evidenza, newsComments (0)397

La squadra di Semplici costruisce la vittoria nel primo tempo andando avanti addirittura 0-3. Nella ripresa Lasagna accorcia ma Zigoni al 90′ arrotonda il risultato.

 

Allo stadio Sandro Cabassi va in scena il derby Carpi-Spal, valido per la 31° giornata di Serie B. I padroni di casa, reduci da due vittorie che gli hanno permesso di rimanere agganciati al treno playoff, affrontano i ferraresi, vera e propria sorpresa del campionato, che guardano tutti dall’alto verso il basso in classifica. Castori deve rinunciare a Di Gaudio, Concas e Jelenic (oltre al solito Pasciuti): Lasicki sostituisce l’acciaccato Romagnoli al centro della difesa e Letizia alza leggermente il suo raggio d’azione, andando a comporre un 3-5-2 inedito con Fedato nel centrodestra. Anche Semplici deve far fronte ad assenze importanti: Costa, Mora e Schiattarella sono squalificati e vengono sostituiti da Del Grosso, Arini (a segno all’andata) e Schiavon.

 

FORMAZIONI UFFICIALI

Carpi FC 1909 3-5-2: Belec; Struna Gagliolo Lasicki (46′ Bifulco) Poli Letizia; Lollo (63′ Bianco) Mbaye Fedato; Lasagna (75′ Beretta) Mbakogu. A disposizione: Petkovic, Sabbione, Seck, Carletti, Romagnoli, D’Urso . All.: Castori.

SPAL 2013 3-5-2: Meret; Cremonesi Vicari Bonifazi; Del Grosso, Schiavon Castagnetti Arini Lazzari (58′ Ghiglione); Antenucci (77′ Zigoni) Floccari. A disposizione: Marchegiani, Gasparetto, Silvestri, Giani, Finotto, Pontisso, Mawuli. All.: Semplici.

Arbitro: Nasca di Bari.

Ammoniti: Gagliolo, Schiavon, Fedato, Del Grosso.

Note: 2859 paganti, 762 abbonati.

 

PRIMO TEMPO

Dopo 8 minuto è subito 0-1 Spal! Arini si smarca sulla destra grazie a un rimpallo fortunato, calcia a giro colpendo il palo e, sulla ribattuta, Sergio Floccari è più lesto di tutti e firma il vantaggio ospite. Aveva iniziato con il piglio giusto il Carpi ma si trova subito sotto. Neanche il tempo di riordinare le idee che la squadra di Semplici raddoppia: Nasca giudica da rigore una lieve trattenuta di Lollo su Schiavon, dal dischetto Antenucci non sbaglia e 0-2.
Prova a reagire la squadra di Castori con Lasagna che non riesce a coordinarsi in area piccola dopo una bella sponda di Struna. Ancora sulla corsia di destra pericoloso il Carpi, ma sempre Lasagna sbaglia il tiro dopo una gran triangolazione con Lollo e Struna. Abbastanza sfortunato in questa circostanza il numero 15 perchè per ben due volte il difensore si è opposto alla conclusione. Al 20° si rifà prepotentemente sotto la Spal: Lazzari crossa per Del Grosso che, da due passi, spedisce in curva. Gioca tutto sommato bene la squadra di Castori, che come raramente ha fatto vedere in questa stagione costruisce palla a terra e arriva con discreta facilità nei pressi dell’area ospite, ma poi sbatte contro la linea a 5 in maglia scura. Quando ribalta il fronte però la Spal fa paura: questa volta è Antenucci (30° minuto) a presentarsi di fronte a Belec da posizione defilata, costringendo il portierone sloveno ad una provvidenzale uscita che tiene a galla il Carpi. Al 38′ a sorpresa arriva la terza rete ospite: Floccari ha un pò di spazio dal limite dell’area e a giro disegna una parabola perfetta che lascia impietrito Belec. 0-3 che sa tanto di colpo del KO. Non vuole mollare il Carpi che con Mbakogu va vicinissimo alla rete: Fedato lo serve in area e in girata calcia troppo centralmente colpendo Meret. Dopo un minuto di recupero Nasca manda tutti negli spogliatoi.

SECONDO TEMPO

Si gioca la carta Bifulco Castori, al posto di Lasicki, facendo tornare i suoi ragazzi ad un più utilizzato 4-4-2. Al 53′ arriva l’1-3 firmato Kevin Lasagna, che questa volta arriva prima di tutti su un pallone rimasto in area piccola dopo un tiro da destra di Bifulco. Con il nuovo assetto tattico del Carpi la Spal può gestire meglio il pallone a metà campo grazie alla superiorità numerica a centrocampo ma, paradossalmente, fa molta più fatica ad arrivare alla conclusione. Si infiamma il Cabassi al 60′: Poli cade in area dopo una mischia ma per Nasca è tutto regolare, nonostante le vibranti proteste dei padroni di casa. Al 65′ ancora Carpi pericoloso sempre sugli sviluppi da palla inattiva, ma Fedato calcia troppo centralmente non impensierendo Meret. Passano i minuti e la partita si innervosisce, le squadre si allungano e le trame di gioco nascono da fiammate personali. Al 70′ è un break di Floccari a creare scompiglio nella retroguardia carpigiana ma la conclusione viene annullata da Gagliolo in extremis. Risponde il Carpi con Bifulco che si libera per il destro troppo debole. Al 75′ clamorosa occasione per gli ospiti che non sfruttano un 2 contro 1 in area, finendo con il regalare la sfera ai biancorossi. Ancora qualche protesta all’87’ da parte dei biancorossi che, timidamente, chiedono un fallo di mano su una respinta su tiro di Fedato. Al 90′ con il Carpi tutto rivolto in avanti arriva l’1-4 firmato Zigoni in contropiede.
Come l’andata la Spal si aggiudica anche il derby di ritorno e continua la sua corsa verso la Serie A, mentre il Carpi vede interrompersi la striscia positiva di due vittorie anche se, obiettivamente, il passivo è molto più pesante rispetto quanto visto in campo.

PAGELLE CARPI

Belec 6,5; Struna 6 Gagliolo 6 Lasicki 5 (Bifulco 6,5) Poli 6; Letizia 5 Lollo 5 (Bianco 6) Mbaye 6,5 Fedato 6; Lasagna 6 (Beretta) Mbakogu 5.

 

Foto di concretamentesassuolo.it, CarpiFc.com

 

Mazelli Luca

 

 

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy