Privacy Policy
Capuano Modena Padova

Modena-Padova 0-1, il post-partita con Capuano, Brevi, Basso e Remedi

by • 19 marzo 2017 • ConcretaCalcio, CurvaMontagnani, modenafcComments (0)401

 

Nel post-partita di Modena-Padova, gara terminata col punteggio di 0-1, sono intervenuti in sala stampa i tecnici Ezio Capuano e Oscar Brevi e i giocatori canarini Simone Basso e Lorenzo Remedi. Ecco le loro dichiarazioni.

Ezio Capuano: “Noi abbiamo preparato bene la partita e abbiamo fatto quello che dovevamo fare. Usciamo sconfitti in una gara nella quale il Padova, che è una grande squadra, ha fatto un solo tiro in porta. Noi creiamo tantissimo, ma non riusciamo a concretizzare nemmeno il 10%. Sono arrabbiato perché in alcune occasioni non mettiamo la giusta cattiveria: a pochi metri dalla porta non si può non far gol, bisogna aver voglia di sfondare la rete. Oltre a quel doppio salvataggio sulla linea, poi, c’è da dire che il loro portiere ha fatto due miracoli. Nel secondo tempo la squadra ha fatto molto bene, anche quando abbiamo variato il modulo in due occasioni: li abbiamo schiacciati nella loro metà campo. Veniamo da due partite nelle quali non meritavamo assolutamente di perdere, ma nel calcio valgono i punti e non le prestazioni, che comunque sono convincenti: la squadra è viva e corre fino al 93’”.

Oscar Brevi: “E’ una vittoria pesante. Siamo contenti per i tre punti, meno per la prestazione che abbiamo offerto. Abbiamo disputato un primo tempo discreto: siamo riusciti a controllare abbastanza bene il gioco, anche se il Modena ci ha chiuso gli spazi e noi abbiamo fatto un po’ fatica a muovere la palla, anche per via del campo che non era perfetto. Siamo riusciti a trovare il gol grazie ad una bella giocata di Neto Pereira, poi nella ripresa abbiamo fatto grande fatica. Ci siamo complicati un po’ la vita abbassandoci, anche per merito dei nostri avversari che hanno alzato il baricentro. Inoltre avevamo quattro giocatori con qualche problema. Spesso è più complicato affrontare squadre che lottano per la salvezza rispetto che giocare contro chi occupa posizioni di alta classifica: il Modena ci ha creato problemi e ha buttato il cuore oltre l’ostacolo. Dico che avrebbe meritato il pareggio, è stato molto bravo il nostro portiere Bindi a salvare il risultato”.

Simone Basso: “Avevamo preparato la partita sul fatto di aspettarli bassi e sapevamo che in fase di non possesso ci sarebbe stato parecchio da faticare. Il primo tempo è andato via un po’ così, senza un grande possesso palla da parte nostra e con qualche difficoltà in fase di impostazione. Poi nel secondo tempo, nel quale il mister ci ha detto di attaccarli più alti, le cose sono andate meglio. La mia sostituzione? Io sono un calciatore e rispetto i ruoli: le decisioni sono dell’allenatore e io devo soltanto stare zitto e lavorare, cercando di dare il massimo”.

Lorenzo Remedi: “Nel primo tempo fino al gol non stavamo facendo male, poi quella rete ci ha un po’ rotto i piani. Nel secondo tempo siamo stati molto bravi ad andare a prenderli alti, abbiamo giocato bene e siamo stati sfortunati. Le mie condizioni? In settimana avevo avuto una distorsione al ginocchio, ma avevo recuperato e fisicamente stavo bene. Il clima nello spogliatoio? Siamo incavolati, ma bisogna continuare a lavorare come stiamo facendo: nonostante i risultati ultimamente non stiano arrivando, noi stiamo lavorando bene”.

 

Riccardo Corradini

 

Foto: modenafc.net

 

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy