Privacy Policy

Playground delle Piscine SGP – quarti di finale

by • 14 luglio 2017 • Playground, TimeOutComments (0)233

PLAYGROUND DELLE PISCINE SGP – 3 EDIZIONE

 

Lo zione e i nipotini – Slam Drunk 64-33

 

Risi 12 (3/5, 2/3), Parmeggiani S. 6 (0/2, 2/4), Chiusoli 23 (7/13, 3/7), Galli 9 (3/5, 0/1), Zani 14 (4/9, 2/3)

Ortelli 6 (0/3, 2/4), Gamberini L. 5 (1/5, 1/2), Papa 11 (4/12, 1/2), Drosi 0 (0/2, 0/2), Lucchiari 11 (1/3, 3/7)

 

È di scena il primo match dei quarti di finale del Playground delle Piscine. Le due formazioni che si contendono il passaggio del turno sono Lo zione e i nipotini, passati da primi del loro girone, e gli Slam Drunk, riusciti a sconfiggere nello scontro diretto i Poggiatos. Uno Zani dominante è il grande protagonista dei primi 15’ di gioco: dimostra tutto il suo potenziale con appoggi da sotto, tiri dalla media e dalla lunga distanza (12 pt.). Anche Risi segna come non mai in questo torneo e dispensa assist (5) importanti per i compagni. Gli Slam Drunk non tirano benissimo come testimoniato dal punteggio parziale di 31-16. Al rientro in campo Lucchiari e Papa cercano di dare fastidio allo Zione e i nipotini ma senza troppe difficoltà ancora Risi e Parmeggiani ricacciano sul -20 gli avversari. Ad 8’ dalla fine ha inizio lo show personale di Chiusoli che si mette in proprio e totalizza 16pt. (5/7, 2/4), conditi con 3 assist e 2 recuperi. Zani e compagni possono godersi una larga vittoria e pensare alla semifinale di domani. Merito agli Slam Drunk per essersi battuti nonostante il grave passivo subito.

 

GARA DA META’ CAMPO

 

Partecipano in 60 alla gara da metà campo. Si passa il turno segnando almeno 1 canestro su 2 tentativi. In finale arrivano in 4: Marchetti, Valente, Amorosi e Pappaletto. La spunta Amorosi che riesce così a portarsi a casa una cena per due persone presso la Vecchia Palazzina Trattoria – Ristoranti E Pizzerie (del signor Gamberini).

 

Mazar – Vis’88 50-31

 

Ceccon 11 (4/8, 1/3), De Ruvo 14 (4/7, 2/4), Parmeggiani F. 11 (4/6, 1/3), Tassinari 10 (5/9, 0/3), Ventura 4 (2/5)

Alberghini 4 (2/8, 0/2), Floro 4 (2/12, 0/4), Girotti 12 (6/9, 0/2), Marchetti 11 (4/11, 1/1)

Sembrerebbe un quarto di finale scontato quelle che vede opporsi i Mazar contro i Vis’ 88, ma così non è (almeno nel primo periodo di gara). Ad un ottimo Tassinari (10 pt.) rispondono colpo su colpo i due ‘registi’ avversari Girotti (6 pt.) e Marchetti (9 pt.). Il primo parziale, fermo sul 23-19, farebbe pensare ad un match combattuto fino alla fine. Così però non è, con i Mazar che allungano notevolmente grazie alle buone penetrazioni di Parmeggiani F. e ai piazzati di Ceccon. I Vis’ 88 non riescono più a tenere gli uno vs uno dei diretti avversari e sprofondano sul -15 a 7’ dal termine. Ventura segna (4 pt.) e fa segnare (4 assist) i compagni: De Ruvo ringrazia infilando prima dai 6,75 e poi dentro l’arco. Ormai il passivo tra le due formazioni non è più colmabile. I Mazar, che dal canto loro si sono concessi anche il lusso di tenere a riposo nella seconda frazione Tassinari, volano così in semifinale dove affronteranno gli ostici Tune Squad. Finisce qua il torneo dei Vis ’88, che però ci hanno dimostrato come, anche dopo anni, bastino la voglia e l’allenamento per essere ancora competitivi.

 

Brazzers – Tune Squad 37-41

 

Bertusi 0 (0/3), Cazzoli 7 (2/3, 1/3)  , Barbieri 11 (4/13, 1/5), Busatto 5 (1/4, 1/2), Prosdocimi 14 (1/4, 4/8)

Galle 0 (0/3), Franchini 12 (3/7, 2/7), Rusticelli 10 (5/8), Pederzini 17 (7/16, 1/2) + 2 falli subiti dopo bonus (2 pt.), Schiavina 0 (0/1)

 

Non è mai una partita scontata quando ci sono nella stessa squadra Cazzoli, Barbieri e Busatto, e ciò viene confermato anche in questo caso. I Tune Squad si presentano favoriti dal pronostico ma subiscono fin da subito l’intensità dei Brazzers. Cazzoli crea gioco, Barbieri finalizza dalla distanza. Gallerani e compagni provano a rispondere anche se più volte vedono il canestro sputare fuori la palla. Pederzini è impreciso sotto canestro nel primo tempo, per poi riscattarsi nella seconda frazione dove tira fuori una prestazione da 15 pt portando per la prima volta i Tune Squad in vantaggio. La partita però è ancora lunga: un mostruoso 4/5 dai 6,75 di Prosdocimi esalta tutto il pubblico sugli spalti. Punto a punto fino ad 1’ dal termine, i Brazzers non riescono però a completare la rimonta e una bomba di Pederzini allo scadere chiude il punteggio sul +4 Tune Squad (37-41).

 

Fili d’erba – Happy milf 51-45

 

Guido 24 (9/14, 2/4), Papotti 13 (5/10, 1/2) + 2 falli subiti dopo bonus (2 pt.), Gravinese 12 (6/11), Gamberini M. assente

Moruzzi 16 (8/14, 0/1), Lelli 8 (4/8) , Cremonini 14 (1/5, 4/7)Gamberini L. 4 (2/4, 0/1), Puccio 3 (0/3, 1/2)

 

I Fili d’erba per raggiungere Lo Zione e i nipotini nella semifinale che tutti si attendono; gli Happy milf per confermarsi outsider del torneo. Giocano meglio Lelli e compagni che, anche grazie a qualche distrazione di troppo degli avversari, segnano canestri facili. L’atletismo di Cremonini e la potenza sotto canestro di Lelli spostano più volti gli equilibri a favore degli Happy milf. Nonostante ciò i Fili d’erba non sentono per niente la pressione e, prima Guido, poi Papotti totalizzano un complessivo 9/15 dal campo. Le due squadre vanno così all’intervallo sul 24-21 Fili d’erba. L’alta qualità di gioco e le grandi prestazioni personali rendono il match uno dei più entusiasmanti visti fin qui nel torneo. Guido non sbaglia quasi mai (11 pt.), Papotti gioca una partita completa da 13 pt., 4 rimb. e 5 falli subiti. Il vantaggio dei Fili d’erba però dura pochissimo: ancora Cremonini e Moruzzi trovano il fondo della retina. Gli ultimi 2’ presagiscono un finale di fuoco, e così è: i due terzetti rispondono colpo su colpo, ma a 30’’ dalla conclusione una penetrazione di Guido decreta la fine della partita, con un margine di 6 pt. non più recuperabile. Gli Happy milf sono stati costanti e sicuramente una delle sorprese di questo playground. I Fili d’erba rischiano ma la spuntano solo sul finale, dove se la vedranno contro Risi e compagni, seri candidati alla vittoria finale.

 

Luca Chendi & Playground Staff

Foto Giulia Lanzarini

 

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy