Cookie Policy

Ariaudo: ” A Bologna occasione persa, ma dobbiamo ripartire dalla prestazione”

by • 12 Marzo 2014 • NeroVerdeComments (0)1622

 

 

A quattro giorni dalla partita da dentro o fuori contro il Catania che molto influirà sul futuro immediato delle due formazioni che chiudono la classifica, il difensore neroverde Lorenzo Ariaudo, primo acquisto della movimentata sessione di mercato invernale del Sassuolo, ha fatto il punto della situazione in vista della sfida con i rossoazzurri, anche se preferisce non caricarla ulteriormente con paroloni ad effetto: ” Sarà una partita importantissima, naturalmente ci giochiamo tanto, da qui alla fine Ariaudo in tackle su Khrin (foto Vignoli)del campionato sono tutte finali nelle quali dovremo mettercela tutta dando il massimo. A Cagliari ho vissuto situazioni simili a questa e devo dire che per noi sarà importante ripartire dal pareggio di Bologna, perchè credo abbiamo disputato una buona gara, anche se siamo calati un po’ nel finale.” Il pareggio a reti inviolate contro la formazione di Ballardini ha interrotto la tremenda striscia di sette sconfitte consecutive, ma nello stesso tempo ha lasciato l’amaro in bocca, perchè soprattutto nel primo tempo, il Sassuolo era riuscito a mettere in seria difficoltà i rossoblu: “Sicuramente quella gara ci ha lasciato un po’ di amarezza, perchè si potevano portare a casa i tre punti che sarebbero stati fondamentali, però è stato importante conquistare anche solo un punto che ci ha permesso di  abbandonare quel 17 che era lì da troppo tempo, abbiamo mosso di un minimo la classifica, anche se la posizione è sempre quella, ma da qui in avanti l’importante sarà credere nelle nostre potenzialità“. Il numero 6 neroverde, che ha esordito in quella che è stata l’ultima vittoria del Sassuolo (l’ormai celebre 4-3 contro il Milan) destreggiandosi con grande personalità al centro della difesa a 4, ha già ricoperto tre differenti ruoli, infatti oltre al centrale nella difesa a 4 di mister Di Francesco (in coppia sia con Antei che Manfredini), ha giocato da interno sinistro nello schieramento a 3 di Malesani fino alla Ariaudo in azione contro il Milan (foto Vignoli)partita del “Dall’Ara” nella quale è stato impiegato come terzino sinistro (lo aveva già fatto in qualche occasione ai tempi di Cagliari) ed ha dimostrato di essere estremamente duttile, anche se il suo ruolo a lui più congeniale resta quello di difensore centrale: “Mi trovo bene anche a fare il terzino, però naturalmente mi sono dovuto un attimo ambientare, perchè era da tanto che non lo facevo, però riesco ad adattarmi anche a questo ruolo.” Quello che più di ogni cosa è mancato nelle ultime uscite (trasferta di Roma a parte), oltre al gioco, il quale comunque ha dato qualche segno di vita in quel di Bologna, è indubbiamente il gol: “ Il gol è chiaramente fondamentale, abbiamo grandi attaccanti, speriamo che si sblocchino al più presto e noi dietro pensiamo a fare il nostro lavoro.” In classifica il Catania precede i neroverdi di 2 lunghezze, ma è la squadra che ha fatto peggio in trasferta (solamente 2 punti conquistati lontani dal “Massimino”) nonostante il gruppo sia rimasto in buona parte quello dello scorso anno (la stagione dei record): “Il Catania è una buona squadra, non sta trovando i risultati, però è una formazione solida, compatta, i giocatori si conoscono perchè giocano da tanto assieme, però noi non dobbiamo pensare tanto all’avversario, perchè il nostro vero limite siamo noi, non le altre squadre“.
Il ritorno di mister Di Francesco sembra aver ridato fiducia, oltre che all’ambiente anche agli stessi giocatori ed è dello stesso avviso anche Ariaudo: ” Il mister era qui da tanto tempo, quindi conosce bene l’ambiente e penso che sia stato importante il suo ritorno: è stata un’ottima cosa.”

.

Marco Frigieri         Foto nell’articolo: Sassuolocalcio.it;         Foto in evidenza: Concretamente Sassuolo

.

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy