Privacy Policy
atletico borgo 2017-2018 official

Atletico corsaro a Casalecchio, sconfitto CVD all’overtime

by • 6 ottobre 2018 • Serie C Silver, TimeOutComments (0)644

Serie C Silver

CVD Basket Club – Atletico Borgo Basket 87-89 dts

(23-18; 42-36; 58-56; 76-76)

 

 

CVD: Baccilieri, Trois 9, Bernardi 8, Sighinolfi 19, Penna 5, Barbato, Fuzzi 9, Bianchi ne, Taddei 2, Pellacani 13, Santilli, Lelli 15. All. Lanzoni.

Atletico: Baldazzi, Veronesi Gr. 11, Campanella M. 2, Rosati, Rossi 26, Grassi, De Simone 8, Veronesi G.I. 6, Campanella E. 6, Tubertini 5, Argenti 13, Artese 12. All. Pietrantonio.

Arbitri: Marino e Barigazzi di Modena

 

Partita che vede affrontarsi due formazioni che fanno dell’intensità e del ritmo, su entrambe le metacampo, il proprio marchio di fabbrica. I primi minuti trascorrono esattamente su questo canovaccio, con le due squadre che percorrono rapidamente e ripetutamente il campo, facendo lievitare il numero dei possessi. Per gli ospiti è Rossi a inaugurare le marcature (e un trend personale che si manterrà per tutto l’incontro), siglando il 3-0 iniziale, cui prontamente risponde Sighinolfi, con 5 punti consecutivi per i padroni di casa. Il CVD fa valere la maggiore esperienza (per gli ospiti nessun giocatore aveva giocato minuti in C Sivler prima di questa partita) e i centimetri di Pellacani (4 punti nel quarto per lui), portandosi avanti. Sul finire di quarto, con una tripla di Veronesi e 2 punti di Artese, l’Atletico si riporta a contatto, ma la risposta di Penna, con 3 punti sulla sirena, dona respiro ai padroni di casa, che terminano il quarto sul +5 con il punteggio di 23-18.

Il secondo quarto vede calare lievemente l’intensità, che rimane comunque elevata, come sempre durante l’incontro. Crescono invece le percentuali da oltre l’arco, soprattutto per gli ospiti, che mandano a bersaglio 4 triple nel quarto (di cui 2 firmate Rossi, autore di 6 punti nel secondo quarto). Per i padroni di casa sono Fuzzi e Sighinolfi a tenere le redini dell’attacco, segnando rispettivamente 5 e 6 punti. Il parziale è grossomodo di parità, con i padroni di casa che riescono a mettere un ulteriore lunghezza di distacco tra loro e gli ospiti. Si va negli spogliatoi sul punteggio di 42-36.

Nel terzo quarto il CVD fatica in attacco, complice l’intensità difensiva dei bianco-rossi, trovando i primi 7 punti del quarto (e 9 dei 16 totali) dalla linea della carità. Gli ospiti approfittano dell’affanno dei padroni di casa, mantenendo alto il ritmo, e paiono trovare soluzioni offensive più facilmente rispetto agli avversari. Il quarto si conclude con il CVD ancora in vantaggio, anche se con un margine notevolmente assottigliato, sul 58-56.

Nell’ultimo quarto l’Atletico sembra pagare l’intensità mantenuta nei primi 3 quarti, sprofondando fino al -11, rimanendo a galla grazie alle buone percentuali offensive (altre 4 triple nel periodo). A 2 minuti dalla fine il CVD è in vantaggio di 8 punti e allenta il controllo sulla partita, dando modo agli ospiti di accelerare nuovamente, ripristinando gli elevatissimi ritmi, offensivo e difensivo, già visti nel corso della gara, e di riportarsi nuovamente a contatto. La rimonta ospite si conclude con il canestro della parità (a quota 76) firmato Veronesi, che lascia però tempo sufficiente ai padroni di casa per provare un ultimo tiro. La palla finisce nelle mani di Santilli, che sbaglia, così come sbaglia Trois il tap-in della potenziale vittoria e si va quindi all’overtime.

Nel supplementare la fatica è evidente per entrambe le squadre, con i primi 4 punti da ambo i lati che arrivano dai tiri liberi. È poi Rossi a sbloccare la situazione con una tripla, portando avanti i suoi. Il CVD non riesce a segnare, faticando a muoversi in attacco e mantenendo basse percentuali dalla lunetta. Un rocambolesco canestro di Artese incrementa ulteriormente il vantaggio ospite e la freddezza ai liberi di Rossi (che fa 3/4 nei minuti finali) mantiene avanti l’Atletico, che lascia un’ultima chance ai padroni di casa per pareggiare o vincere la partita. Il CVD recupera il possesso a rimbalzo, dopo l’unico errore dalla lunetta del sopracitato Rossi, ma ha esaurito i timeout e non riesce quindi a costruire un tiro comodo, complice sicuramente la presenza difensiva degli ospiti. Un antisportivo considerato dubbio dai locali a tempo scaduto dà modo all’Atletico di rifinire la differenza punti, ma l’incontro si conclude sul 89-87. 

Prossimi impegni: Sabato 13 alle 21:00 a Castel San Pietro contro l’Olimpia per il CVD e alle 19:00 in casa contro Forlimpopoli per l’Atletico Borgo.

 

Ludovico Taddei

 

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy