Cookie Policy
Atalanta

I botti di fine anno li fa l’Atalanta: il Sassuolo si inchina ad una super Dea

by • 29 Dicembre 2018 • ConcretaCalcio, evidenza, NeroVerde, news, U.S. SassuoloComments (0)117

SE IL posto in Europa il Sassuolo se lo deve giocare con squadre del genere (e la realtà è questa), l’ultima partita del girone d’andata fa capire che il sogno continentale è molto più complicato di quanto non dica la classifica, che vede i neroverdi ancora a pochi punti dalla zona coppe, nonostante le difficoltà trovate nell’ultimo periodo. L’Atalanta, che si conferma signora squadra, continua a fare del Mapei Stadium una terra di conquista: nelle ultime tre stagioni, ossia da quando Gasperini è alla guida della Dea, il parziale nell’impianto reggiano è di due reti a dodici: il 2-6 odierno fa seguito ai due 0-3 delle passate stagioni. Un emozionante avvio di ripresa aveva dato ai padroni di casa l’idea di poter fare risultato, ma è troppo poco contro questa Atalanta.

TURNOVER – De Zerbi ne cambia addirittura otto rispetto alla formazione scesa in campo nel giorno di Santo Stefano contro la Roma. Tra i pali c’è Consigli, al centro della difesa Magnani e Marlon, larghi Lirola e Rogerio. La regia è affidata a Sensi, affiancato da Duncan e Locatelli. Tridente offensivo composto da Berardi, Matri e Di Francesco. L’Atalanta di Gasperini, reduce dal pareggio con la Juve, risponde con un 3-4-1-2 nel quale Gomez agisce sulla trequarti alle spalle di Barrow e Zapata.

DUVAN E PAPU – La partita è godibile fin da subito, grazie a due squadre che se la giocano a viso aperto. Le prime palle-gol sono per Matri (12′) e Barrow (13′), che però non creano problemi ai portieri. Il punteggio si sblocca al minuto 19, quando Zapata sfrutta la punizione di Gomez dalla sinistra e insacca di testa. Non è l’unica cosa negativa per il Sassuolo, che poco dopo deve fare i conti con l’infortunio di Marlon: al suo posto Peluso, fin qui mai impiegato in campionato. Gli ospiti sfiorano il raddoppio con Pasalic (25′), che spreca da ottima posizione, mentre i neroverdi vanno vicini al pareggio con Matri (40′), bravo a gestire il lancio di Sensi ma non fortunato al momento del tiro. A buttarla dentro ci pensa il ‘Papu’ Gomez, che al 42′ scambia con Barrow e poi trova il gol da fuori area: decisiva, però, la deviazione di Magnani, che mette fuori gioco Consigli. Il portiere neroverde, ex di turno, è poi bravo nel finale sulla conclusione di Zapata.

CHE QUARTO D’ORA – Nella ripresa succede di tutto. Andiamo con ordine: prima Consigli permette ai suoi di stare in partita dicendo no al tiro di Barrow (48′), poi al minuto 51 Magnani riesce a rubare palla a Zapata e serve Duncan, che con una bordata sul primo palo accorcia le distanze. Il Sassuolo ci crede e sfiora subito il pari (52′) con Rogerio, ma c’è l’opposizione di Berisha. Al 54′ doccia fredda: sul corner di Gomez, Palomino la rimette in mezzo e Mancini al volo trova l’1-3. Finita? Neanche per idea. Boateng, appena entrato, tocca per Duncan, che dalla distanza, complice la deviazione di Palomino, trova la doppietta personale e accorcia nuovamente le distanze. Ancora Berisha protagonista, che al 60′ è decisivo su Di Francesco.

ILICIC SHOW – Gomez, al 67′, centra in pieno la traversa: è il preludio ad un ultimo quarto di gara che parla solo bergamasco. A salire in cattedra è Ilicic, che si fa bastare mezz’ora di gioco per farne addirittura tre. Al 74′ con un tiro incrociato all’angolino basso, all’87’ a tu per tu con Consigli dopo una gran palla di Gomez e al 92′ partendo dalla propria metà campo.

PAUSA – Ora la sosta invernale: dopo una settimana di vacanza, i neroverdi si ritroveranno per preparare l’insidiosa trasferta di Napoli di domenica 13 gennaio, valida per gli ottavi di Coppa Italia. Sabato 19, poi, riecco il campionato: sfida all’Inter, in un San Siro a porte chiuse.

Riccardo Corradini

 

SASSUOLO-ATALANTA 2-6

RETI: 19′ Zapata (A), 42′ Gomez (A), 51′ Duncan (S), 54′ Mancini (A), 57′ Duncan (S), 74′ Ilicic (A), 86′ Ilicic (A), 92′ Ilicic (A)

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Lirola, Magnani, Marlon (25′ Peluso), Rogerio; Duncan, Sensi, Locatelli (73′ Bourabia); Berardi, Matri (56′ Boateng), Di Francesco. A disposizione: Satalino, Pegolo, Magnanelli, Djuricic, Trotta, Babacar, Dell’Orco, Brignola. Allenatore: Roberto De Zerbi.

ATALANTA (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Palomino, Mancini (81′ Djimsiti); Hateboer, Freuler, Pasalic, Castagne; Gomez (90′ Pessina); Barrow (62′ Ilicic), Zapata. A disposizione: Rossi, Gollini, Valzania, Masiello, Reca, Gosens, Tumminello Kulusevski, Delprato. Allenatore: Gian Piero Gasperini.

Arbitro: Pasqua di Tivoli (Assistenti: Posado e Caliari; Var: Piccinini)

Note: Ammoniti Castagne (A), Sensi (S), Zapata (A)

 

Foto: sassuolocalcio.it

 

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy