Cookie Policy

Buzzigoli è clutch, Albinea non sa più vincere

by • 10 Febbraio 2019 • Promozione, TimeOutComments (0)91

Promozione Girone B 

POL. IWONS  – NUOVA CUPOLA 68-69

(19-21, 37-37, 58-52)

 

IWONS: Cervi 3, Ceccardi 3, Fontana, Marcacci 19, Ferrari F. 10, Ferrari M. 2, Landini ne, Canalini 26,
Visini, Talami 5, Camuncoli. All. De Palma

CUPOLA: Sassi 4, Iotti 1, Gasparini, Libertini 11, Negri, Ronzoni ne, Trivelloni 10, Pedroni 2, Setti 20,
Facchini ne, Buzzigoli 14, Lasagni 7. All. Simeone

Arbitri: Bigliardi e Bonini

 

Una tripla dall’angolo, con fallo, di Buzzigoli a 2 decimi daltermine regala alla Nuova Cupola, giunta alla
terza vittoria su cinque gare dopo il cambio di allenatore, un’importantissima vittoria, affossando una Pol.
Iwons a corrente alternata che sembra non riuscire più a scuotersi dal torpore, la preoccupante striscia
aperta di sconfitte consecutive adesso dice cinque.
Coach De Palma, che perde all’ultimo minuto Sassi oltre ai lungodegenti Bonaccini, Scianti, Gonzaga e
Mancino ma fa esordire il neo arrivato Visini, parte con Ferrari Fabio e Michael, Marcacci, Canalini e
Talami; risponde coach Simeone, vero fautore di questo periodo d’oro per la Cupola, con Sassi, Iotti,
Libertini, Negri e Buzzigoli.
Il primo tempo vive di sostanziale equilibrio tra due formazioni reduci da due periodi di forma
diametralmente opposti: la Nuova Cupola difende aggressiva su ogni possesso e cerca di scatenare la
propria transizione offensiva sfruttando l’elevata fisicità degli esterni e l’aggressività dei lunghi; la Pol.
Iwons dal canto suo mostra timidi segnali di ripresa affidandosi alla propria vecchia guardia e mettendo in
mostra una circolazione di palla che da spesso i propri frutti. Un Canalini in formato cinque stelle superior
è l’arma in più dei neroarancio (15 punti, con tre triple, nei primi 20 minuti) ben coadiuvato da un mai
domo capitan Marcacci (9 punti e un’ottima difesa sulla stella Buzzigoli, tenuta a soli due punti nella
prima metà di gara). Dall’altra parte gli ospiti rimangono aggrappati alla gara grazie ad un monumentale
capitan Setti (12 punti con una mano a dir poco bollente dalla lunga) e all’imponenza fisica di Libertini (8
punti e altrettanti rimbalzi pur se limitato dai falli).
La seconda parte di gara arride agli albinetani che stringono le maglie difensive, migliorano sensibilmente
la protezione del proprio tabellone e riescono a correre in contropiede sfruttando la verve dei propri
esterni. La Cupola sembra accusare il colpo e sprofonda fino al -11 nonostante coach Simeone ricorra
spesso a cambi di difesa, per larghi tratti proponendo una zona 2-3 con le linee molto alte, oltre ad una
sorta di “Platoon system” (avvicendamenti continui dei propri giocatori, sistema reso famoso nel basket
dal leggendario coach di Kentucky University, John Calipari) che sembra però non dare i frutti sperati.
Albinea è presa per mano dal solito duo Canalini-Marcacci (11 punti per il primo, 10 per il secondo) che
provano ad indicare la via ma da quel momento, come spesso è accaduto in questa stagione, la Pol. Iwons
si spegne di botto e lo fa nel peggiore dei modi, concedendo agli avversari un roboante parziale di 14-0
che ribalta sorti ed inerzia del match. Guidata da un redivivo Buzzigoli (12 punti nella ripresa), dal solito
Setti e da un ottimo Trivelloni (6 importantissimi punti consecutivi a cavallo tra terzo e quarto periodo) la
Cupola rimette la testa avanti e perfora come il burro la retroguardia albinetana.
Si arriva così agli ultimi minuti con il punteggio in perfetta o quasi parità: con 37” da giocare Albinea è a
+4, la Cupola sbaglia il tiro e dall’altra parte la Pol. Iwons non fa meglio. Sul ribaltamento di fronte
l’ennesimo rimbalzo offensivo di un esterno biancoblu porta i viaggianti a -2. I ragazzi di coach De Palma
vanno di là e perdono una palla sanguinosa esponendosi alla transizione avversaria. Albinea avrebbe un
fallo da spendere ma riesce a farlo, purtroppo, proprio mentre la tripla dall’angolo di Buzzigoli, in
precario equilibrio, lascia le mani del numero 19. Canestro, fallo e +1 Cupola a 2 decimi dalla fine della
gara.
Sull’errore dalla lunetta del match winner di serata si conclude una gara che lascia e lascerà parecchio
amaro in bocca ai neroarancio in quanto, oltre ai due pesantissimi punti in palio, la Nuova Cupola si porta
adesso soli a 2 punti di distanza in classifica da Talami e compagni, aumentando ulteriormente la bagarre
per l’assegnazione dei due posti valevoli per i playout e quelli per la salvezza immediata.
Per la Pol. Iwons, autrice di una buona gara prima del solito blackout che le costerà vittoria e due punti,
ottima la partita di Canalini (26 punti e costante spina nel fianco per la difesa ospite) seguito a ruota da

Marcacci (19 punti, tanta energia e la solita competente difesa sulla stella avversaria) e da Fabio Ferrari
(10 punti ma diverse ingenuità, soprattutto difensive).
Per la Nuova Cupola, autentica rivelazione di questa parte di stagione alla quale il cambio di allenatore
pare aver giovato parecchio, segnaliamo la prova di Setti (20 punti quasi silenziosi con una precisione al
tiro invidiabile, soprattutto dalla lunga), quella dell’MVP di serata Buzzigoli (14 punti, 12 nel secondo
tempo compresa la pazzesca tripla che chiude il match) e quella di Libertini (11 punti, altrettanti rimbalzi
e una presenza insormontabile in mezzo alle aree pitturate).
La Pol. Iwons tornerà in campo giovedì 14 febbraio alle 21.45 ospite dell’ostico Gelso di coach Luca
Iotti; la Nuova Cupola invece tornerà tra le mura amiche, sempre alle 21.45 ma di venerdì 15 febbraio,
per ospitare il temibile Basketreggio di coach Gabriele Boni.

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy