Cookie Policy

Carpi, Concas: “Sto ritrovando la forma; vorrei chiudere qui la carriera”

by • 16 Marzo 2018 • Carpi1909, ConcretaCalcioComments (0)589

In vista di Carpi-Pro Vercelli, posticipo della 31esima giornata di Serie B, che si disputerà lunedì sera (ore 20.30), allo stadio Cabassi, tocca a uno dei veterani biancorossi, Fabio Concas, tornato ad assumere un ruolo molto importante nelle gerarchie di mister Calabro nelle ultime giornate, dopo essere stato fermo diversi mesi per infortunio, fare il punto della situazione in casa Carpi, dopo la vittoria ottenuta sul campo del Pescara. Queste le sue parole in conferenza stampa:

Sensazioni personali? Sicuramente sto molto meglio rispetto ad inizio stagione, quando ho avuto parecchi problemi fisici, che mi impedivano di trovare continuità. Adesso mi sto allenando regolarmente e sto giocando di più, quindi mi sento bene, anche se non sono ancora al 100%. A volte i problemi fisici che ho avuto mi condizionano anche mentre gioco, perché ogni tanto penso al rischio di infortunarmi di nuovo.

Pescara? È stata una vittoria fondamentale; la classifica, però, rimane molto corta, anche se questi tre punti sono un bel tassello per arrivare in fretta a 50 punti, che è il nostro obiettivo stagionale. Abbiamo sofferto molto nel finale, ma abbiamo fatto ciò che ci ha chiesto il mister.

Salvezza? Sappiamo che delle prossime quattro partite, tre si giocheranno in casa e probabilmente queste gare diranno cosa potremo fare da grandi. Le prossime due partite casalinghe contro Pro Vercelli e Ternana, impegnate nella lotta per non retrocedere, possono sembrare abbordabili, ma sono comunque partite complicate, perché queste squadre verranno qua avvelenate, dato che per loro ogni punto vale molto. Non dobbiamo abbassare la guardia, altrimenti possiamo perdere contro chiunque.

Partner d’attacco? Mi trovo bene sia con Mbakogu che con Melchiorri: Jerry ama stare più alto e fare le sue sgroppate in attacco, mentre Federico tende a rientrare di più, sono due giocatori diversi ma fondamentali per la squadra.

Crescita fisica in primavera? Lavoriamo tanto e nelle ultime gare di campionato vengono premiati tutti gli sforzi che abbiamo fatto durante l’anno. Speriamo di riuscire anche quest’anno a fare questo. Già nelle ultime partite, comunque, la stagione sta prendendo una piega diversa. Lo spogliatoio è molto unito e tutti hanno un comportamento perfetto.

Calendario? Da qui a fine stagione affronteremo tutte le prime otto in classifica; questo sicuramente è più stimolante, perché se riusciremo a stare attaccati ai playoff saranno scontri diretti, ma ci sono anche squadre che vengono da sotto e che sono insidiose. La partita contro la Pro Vercelli è la più difficile che potesse capitare in questo momento per come sono messi, visto che vengono da 7 risultati utili consecutivi.

Nel 3-5-2 come esterno o mezzala? In carriera ho fatto poche volte la mezzala; mi trovo meglio come trequartista a supporto della punta, ma posso fare anche il quinto di centrocampo, non ci sarebbe nessun problema.

Malcore? Giancarlo e un ragazzo d’oro, è arrabbiato perché non gioca, ma sa che deve dare qualcosina in più per poter scendere in campo. È molto forte negli ultimi metri, ma deve imparare a sacrificarsi un po’ di più, come è nel dna di questa squadra. Ha tutte le carte in regola per affermarsi in Serie B. Vorrebbe spaccare il mondo; sicuramente è un giocatore che può farci comodo nel rush finale.

Mister Calabro? Vuole tenere tutti sempre sul pezzo; anche chi non gioca da un po’ con lui può sempre partire titolare. Guarda molto a come ci si allena in settimana e in questo mi trova assolutamente d’accordo.

Contratto? Ho un altro anno di contratto, la scadenza è nel 2019. Sono molto legato a quest piazza e mi piacerebbe finire qui la carriera.”

 

 

Simone Guandalini

Foto: www.carpifc.com

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy