Cookie Policy

Carro Armani (anche senza James), Bologna non sbanca il Forum

by • 27 Gennaio 2019 • evidenza, Virtus BolognaComments (0)88

Legabasket Serie A – 17ª giornata

A/X Milano – Virtus Segafredo Bologna 94-75

(22-16, 48-32, 67-58)

I tabellini

Milano: Della Valle 7, James 12, Micov 13, Ferraris ne, Bertans 6, Fontecchio 14, De Capitani ne, Kuzminkas 11, Burns 3, Brooks 12, Jerrels 16, Omic. All. Pianigiani

Bologna: Punter 9, Martin 3, Moreira 10, Pajola, Taylor 18, Baldi Rossi 4, Cappelletti ne, Kravic 13, Venturoli ne, Aradori 10, Berti ne, M’Baye 8. All. Sacripanti, 1° Ass. Griccioli, 2° Ass. Fedrigo

Arbitri: Paternicó – Rossi – Quarta

Cronometrista: Labate

Segnapunti: Agostani

24 Secondi: Panfili

Spettatori: 8000 ca.

27.01.2019, Mediolanum Forum, Milano (MI) – Corta, stiracchiata, senza lunghi, poi senza James: un’altra Milano? No, assolutamente: la solita corazzata, che trova nell’ex Fontecchio e in Brooks i cardini di un match scivoloso, ma ben amministrato approfittando dell’ottovolante Virtus.

Bologna cade dopo la delusione bruciante di coppa, e attende Avellino per un vero e proprio riscatto in chiave playoff.

La cronaca

Partenza con attacchi freddini, è Della Valle a muovere la retina dalla lunetta per il 2-0 dopo 2’. M’Baye 2-3, James spadella sul ferro, ed è bravo Moreira ad attaccare Omic in post.

Si sveglia James (9-6 a metà quarto), Taylor accorcia, Micov risponde con 4 punti di fila per il 13-8 a poco meno di 4’ dalla fine del primo periodo.

Antisportivo di Fontecchio, Punter in lunetta fa 16-12 e possesso Bologna, ma lo stesso Punter non punisce, mentre James sì: 18-12 a 2’20”.

M’Baye per il -6, persa di Della Valle, ma è Mike James ad inchiodare il 12º punto personale, per il 22-14, prima della reazione di Kravic, con il primo periodo a chiudersi sul 22-16.

Ritorna in campo una Milano più aggressiva, la tripla di Fontecchio fa 27-19, Martin fa solo 1 su 2 per il -7 bolognese; Kravic sbraccia, Martin ruba e inchioda il 29-22, ma nemmeno il tecnico comminato a Pianigiani smuove Bologna.

James è un rebus, la Virtus frena e crolla presto sul 33-22 a metà quarto; orgoglio bianconero, ma Kuzminskas appoggia a centro area (35-24), e Bologna perde un altro pallone. Punter commette due sciocchezze su Bertans, lanciando Milano sul +17 grazie a 6 punti di Bertans. Baldi Rossi prova a reagire (41-26), Pajola riparte ma Moreira fa passi; sfida d’attacco tra Jerrels e Punter, ma Milano è più presente sui secondi tiri, e più solida in difesa. Punter fa tutto da solo (45-31), Fontecchio sbaglia da 3 ma ancora Milano a rimbalzo è capace di mantenere il possesso; stavolta Fontecchio non sbaglia (48-31), mentre Taylor fa solo 1 su 2 per il -16 su cui si chiudono i primi 20’.

Ci prova Taylor, Moreira ne infila 4 per il 49-36; Omic commette fallo su blocco, Taylor mantiene aperto il parziale di 0-6 (49-38). Virtus -8 con il solito Taylor, ma Brooks attacca bene per appoggio e “falletto” di M’Baye: +12 Milano a 7’30”. Ancora Moreira (-10), Micov fallo e per Sacripanti torna Pajola per uno spento Punter; Pianigiani prova con Della Valle, ancora Moreira dimezza il vantaggio in 3’: 52-44.

Rocambolesco Pajola, ma in negativo: 3 falli e Virtus di nuovo a -13 a metà periodo; Taylor in lunetta (1/2, -12 a 4’40”), torna Kravic per dare profondità a Bologna (57-47), che ora si stringe anche in difesa e riparte bene con Pajola, che serve Taylor per il 57-49 a 3’33”. Alza il quintetto Pianigiani, ma la Virtus rimane agganciata, seppur sul -10; Kravic attacca Burns (2 su 2 per il 61-53), Milano palla persa e timeout Pianigiani. Ancora Kravic per il -4, dopo il 4º fallo di Micov a poco meno di 2’ dalla fine del terzo periodo. Brooks troneggia in area (65-58), Aradori non si sblocca dal campo, e per Pajola arriva l’ennesimo fallo, oltre che all’ennesimo tiro sbagliato dalla lunga distanza, per il 67-58 dopo 30’.

Ottimo primo attacco di Kuzminskas per il 70-58 milanese, Aradori trova 5 punti consecutivi vitali per Bologna (70-63), ma Jerrels punta Kravic e affonda il libero del nuovo +10 biancorosso. Torna Baldi Rossi per Bologna, ma l’attacco bianconero trova Moreira a centro area (74-64); Milano non approfitta dell’errore del #2, Aradori corre e trova il -8 dalla lunetta. Fontecchio non sbaglia in lunetta (76-66) e Sacripanti spende timeout. Brooks inchioda sull’ATO disegnato da Pianigiani, Taylor tampona dalla lunetta per il -10 a metà periodo; Brooks scippa Moreira, Kuzminskas attacca Martin e si guadagna i liberi del +12. Torna M’Baye nella Virtus, ma è Aradori a fare 70 per i suoi dalla lunetta; lotta a rimbalzo vinta da Milano, con Brooks a schiacciare di forza il +12 meneghino, seguito da Kuzminskas per il +14 a 3’30”. Taylor ci prova per il -13, ma Micov approfitta del raddoppio bolognese per guadagnarsi la lunetta, servendo poi Kuzminskas per il netto +15 milanese, e la standing ovation riservata a Fontecchio è il punto esclamativo sul consolidamento milanese ai vertici del nostro campionato.

 

(Foto: Virtus Segafredo Bologna)

Lorenzo Gualandi

Iscriviti a Timeout Basketball

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy