Cookie Policy
Cesare Cremonini cover-album-Possibili-Scenari

Cesare Cremonini – Possibili Scenari

by • 16 Febbraio 2018 • ConcretaMusic, evidenzaComments (0)517

cesare cremoniniParlando di musica italiana, come sempre accade in periodo Sanremo, mi sono voluto spingere a recensire uno degli artisti nostrani che apprezzo di più, Cesare Cremonini.

Possibili scenari, pubblicato a fine novembre, ha portato a consolidare l’immagine che mi sono fatto di un artista che sa farsi aspettare. Ogni volta che Cremonini annuncia un disco, viene da chiedersi cosa mai potrà fare questa volta, cosa ci sarà di nuovo, come sarà il nuovo singolo. Logico ci aveva abituati ad arrangiamenti complicati e lo stupore di tempi dispari in mezzo al pop più commerciale, visti i tempi in cui suonare male cose scritte peggio sembra la moda, in cui il “minimalismo” è entrato nella cultura musicale moderna, Cremonini arriva e riscrive il trend alla sua maniera.

Possibili scenari non è un disco che punta ad innovare ulteriormente gli orizzonti artistici dell’ex Lunapop, piuttosto li consolida con pezzi ricercati e mai scontati. Cremonini ha confermato il suo essere artista oltre le ballate, pezzi come Un uomo nuovo confermano il suo ecletticismo, facendo riscoprire il senso di fare bellare ed emozionare l’ascoltatore non solo con parole struggenti ma con il suo amore per la vita e tutte le sue complicazioni. Nessuno vuole essere Robin è un piccolo gioiello (nonché la preferita dello stesso Cremonini), “Quanti inutili scemi per strada o su Facebook che si credono geni ma parlano a caso mentre noi ci lasciamo di notte e piangiamo poi dormiamo coi cani” è una frase così, buttata lì, nemmeno la più bella o iconica del disco, ma questa banale contemporaneità resa canzone cela la forza del suo valore artistico. 

In questo disco si sentono le migliori influenze dell’indie italiano, del pop, e di un’impalpabile ma costante presenza di un mood oltremanica, che nel complesso non stona affatto.

 

Filippo Vancini

 

 

Tracklist:

  1. Possibili scenari – 5:11
  1. Kashmir-Kashmir – 4:09
  1. Poetica – 4:53
  1. Un uomo nuovo – 5:41
  1. Nessuno vuole essere Robin – 4:44 (Cesare Cremonini)
  1. Silent Hill – 4:13
  1. Il cielo era sereno – 4:33
  1. La isla – 4:46
  1. Al tuo matrimonio – 4:25
  1. La macchina del tempo – 7:02

 

 

 

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy