Cookie Policy
Sasso Basket

Colpaccio in trasferta per il Sasso Basket contro Formigine

by • 11 Febbraio 2019 • Prima Divisione, TimeOutComments (0)67

PRIMA DIVISIONE girone C

PGS SMILE FORMIGINE – SASSO BK CASTELFRANCO 54-72

(6-11 ; 10-19 ; 15-30 ; 23-12)

 

PGS: Lerario 13, Galloni F. 3, Di Casola, Gibertoni 4, Barrera, Jerez 2, Bonara 18, Brugioni, Miana 7, Galloni 6, Danelli 1. All. Baldi

SASSO: Dardi 8, Borriello 8, Pezzi 1, Franchi 18, Zuffi, Di Mattia 16, Marino S. 6, Murotti, Nascetti, Berardi 11, Bencivenni, Di Talia 4. All. Espa, vice D’Alessandro

Arbitri: Ragusa e Toksoy

 

Settima vittoria consecutiva per il Sasso Basket che mantiene la leadership del girone espugnando Formigine al termine di una partita dai due volti.
Il Sasso è orfano di bomber Mezzetti (tempi di recupero indefiniti), mentre Formigine deve rinunciare a Belgiorno.
Nel primo quarto l’attacco nero-arancio non ingrana ma quantomeno la difesa tiene bene con i padroni di casa che segnano il primo punto dopo 8 minuti di gioco, il punteggio è però ancora in equilibrio a causa appunto del pessimo apporto offensivo del Sasso (meno del 40% al tiro sia dal campo che dalla lunetta a cui si aggiungono 5 palle perse). Il tabellone del pala ghiaccio di Formigine dice 6-11 alla prima sirena con l’ultimo paniere dei nero arancio timbrato da capitan “Dan” Marino che vale per lui lo scollinamento oltre quota 1000 punti con la S sul petto.
Nel secondo periodo i castelfranchesi si sbloccano, la difesa resta molto solida e l’attacco inizia a produrre punti, Di Mattia segna qui 7 dei suoi 16 (high stagionale), Berardi lo insegue con 2 triple consecutive che danno il là alla sua prima doppia cifra in maglia Sasso.
Pgs quasi doppiata nel 16-30 della pausa lunga.
Il buon momento ospite si conferma nel terzo periodo dove sale in cattedra Franchi, il top player arancio-nero segna 15 punti in 10 minuti e scava il solco definitivo; gli ospiti segnano 30 punti nel quarto grazie a un invidiabile 16/17 dalla linea della carità a punire una PGS troppo aggressiva nella propria metà campo. 31-60 il punteggio dopo 30 minuti e titoli di coda che scorrono.
Castelfranco stacca la spina nel quarto periodo facendo comprensibilmente imbufalire coach Espa costretto addirittura al timeout per far comprendere ai propri uomini quanto di sbagliato stessero proponendo sul campo.
Formigine segna addirittura 23 punti in 10 minuti dopo aver faticato tremendamente a trovar la via del “goal” nei precedenti 30.
Referto rosa dunque per il Sasso ma luci ed ombre, tra le note positive sicuramente il non aver risentito troppo dell’assenza di Mezzetti sul fronte offensivo, con Di Mattia, Berardi e Dardi alla loro partita più produttiva per mantenere l’attacco oltre i 70 punti, mentre tra le note negative si nota come sommando primo e quarto parziale l’incontro avrebbe preso la via di casa (29-23), mentre nei quarti centrali c’è stato il dominio ospite (25-49). Per oggi è stato sufficiente, resta da vedere se lo sarà in altri contesti, a partire dalla sfida casalinga di mercoledì 13 (attenzione all’eccezionalità della giornata di gara) contro Vignola, con palla a due alle 21.15 al Cupole Circle Garden, stesso campo dove giocherà anche Formigine, 6 giorni più tardi ospite dei Cardinals.

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy