Cookie Policy

Delizia Taylor, la Virtus si scopre grande: altri due punti in trasferta

by • 21 Ottobre 2018 • evidenza, Virtus BolognaComments (0)1042

Legabasket Poste Mobile Serie A – 3^ giornata

Sidigas Avellino – Virtus Segafredo Bologna 90-96

(25-26, 46-48, 70-66)

 

I tabellini

Avellino: Guariglia ne, Green 15, Nichols  8, Costello 20, Filloy 8, Campani ne, Sabatino ne, D’Ercole, Sykes 12, Cole 23, Spizzichini 2, Ndiaye 2. All. Vucinic, 1° Ass. Maffezzoli

Bologna: Punter 23, Martin 13, Pajola, Taylor 22, Baldi Rossi 5, Cappelletti ne, Kravic 14, Aradori 9, Berti, M’Baye 9, Cournooh 1, Camara ne. All. Sacripanti, 1° Ass. Griccioli, 2° Ass. Fedrigo

Arbitri: PATERNICO’ CARMELO di PIAZZA ARMERINA (EN) – BALDINI LORENZO di FIRENZE (FI) – MORELLI DARIO di BRINDISI (BR)

Segnapunti: D’ANDREA DANIELA di CASERTA (CE)

Cronometrista: CIARAVOLO GIUSEPPE di NAPOLI (NA)

24 Secondi: D’ABBRACCIO ANGELA di CASERTA (CE)

Spettatori: 5000 ca.

 

2110.2018, Pala Del Mauro, Avellino (AV) – La Virtus sbanca il Pala Del Mauro, compiendo la seconda impresa esterna di stagione, in un palazzo storicamente caldo, che è dovuto rimanere chiuso agli spettatori avellinesi per 5 lunghissimi mesi. Bologna è senza capitan Qvale, Vucinic deve fare a meno di Campogrande e Campani.

Sacripanti torna da ex, e strappa altri due punti su un campo difficilissimo, complicando la digestione all’ex campione NBA Cole, ultimo ad arrendersi insieme a Green e all’ottimo Costello. Decisiva la freddezza di Punter, la solidità di Kravic, l’energia di Martin, ma soprattutto la strafottenza (pardon) di Taylor, passato da bersaglio da stuzzicare a belva feroce che, con grande responsabilità, si è preso Bologna sulle spalle, guidando da capitano impavido la rimonta, fino alla vittoria finale.

La cronaca

Subito Punter in elevazione, Baldi Rossi lavora bene a rimbalzo e permette alla Virtus di ripartire; Aradori segna lo 0-4, Avellino sembra imbambolata ma ci pensa Cole a segnare il 2-6, prontamente seguit da Nichols per il 4-6. Cole si prende di rabbia il pareggio a quota 6, mentre Baldi Rossi risponde da 3 per il 6-9 Virtus; Avellino è tutta sulle spalle di Cole, la Virtus serve bene M’Baye in post basso, e il tentativo di Cole stavolta è a vuoto. Aradori sparacchia, Avellino corre e trova Costello, che subisce da Aradori il fallo per il 10-13 Bologna; Costello è attivissimo senza palla, Punter si libera per il 12-15, poi Nichols tira sulla testa di Aradori per il -1 Avellino. Costello falloso su M’Baye (2 su 2, 14-17 a 4’), ma il #10 si rifà in un bel gioco a due con Green, appoggiando il 16-17 biancoverde; Aradori lotta, entrano Kravic e Martin, che bene combinano per il 16-19 a favore di Bologna. Cole spinge in transizione, e Costello sta diventando un problema per la difesa virtussina, in particolare sui cambi difensivi. Nichols segna in uscita dai blocchi su rimessa il nuovo -1 irpino; la Virtus domina a rimbalzo e riparte con Martin, per il canestro che consegna alla Virtus il vantaggio sul 18-21, fino al grande canestro da 3 di Sykes, che fa conto pari a quota 21. M’Baye si guadagna la lunetta (21-23), Cole fa tutto da solo per il sorpasso biancoverde, Sacripanti inserisce Berti e di nuovo M’Baye per Pajola, e proprio il #24 segna allo scadere la tripla del 25-26 Virtus a fine primo periodo.

Subito Spizzichini, ma Taylor risponde con un 2+1 che segna il 27-29 virtussino; Sacripanti ordina la zona, ora che Ndiaye è in panchina, e la Virtus ne giova: Martin lotta a rimbalzo offensivo e segna, poi su errore irpino è Taylor a segnare la tripla del 27-34, su cui Vucinic chiama timeout per interrompere il parziale. Avellino cerca Spizzichini nel cuore dell’area, ma il tiro del #34 è lungo; Taylor esagera nell’uno contro uno e lancia Cole, che subisce fallo dal #7 bolognese. Buono il lavoro di Punter contro Costello, Avellino cerca di mettersi in ritmo ma le percentuali migliorano solo con Caleb Green, che parte in reverse sul fondo e fa -5 Sidigas; la zona bianconera è un rebus per Avellino, che continua a scheggiare il ferro senza segnare. Punter cerca ritmo e punti, ma trova il primo ferro, mentre Green risolve con 6 punti consecutivi e riporta Avellino sul -3. Punter in lunetta (1 su 2), Sykes si appoggia al tabellone per il -2 avellinese, e ora la Sidigas difende forte, costringendo Aradori alla persa per infrazione di passi. Bologna insiste con la zona, Filloy sbaglia e dall’altra parte segna Kravic, ma non c’è tempo di esultare che Costello è già di là a segnare. Il ritmo del match è pazzesco, e proprio Costello schiaccia in risposta alla tripla di Punter, segnando anche il libero del 42-44 a 1’40 dall’intervallo. Martin gioca un buon uno contro uno per il 42-46, e Bologna torna a uomo, subendo la penetrazione di Sykes, a cui immediatamente risponde Martin da sotto. Torna Cole, e si vede: la difesa collassa sul #30 e ne approfitta Costello a rimbalzo. Baldi Rossi si apre per la tripla, ma non va, e Sykes è sfortunato in penetrazione allo scadere, non trovando il fondo della retina per il 46-48 dopo 20’.

Niente Kravic per Sacripanti, tornano M’Baye e Baldi Rossi, e proprio il #8 si muove bene all’interno dell’area, ma è Punter a muovere la retina in apertura di quarto, risponde bene Filloy per il 48-51, e Avellino approfitta dell’errore di Taylor, che perde palla lanciando il contropiede di Costello per il -1 irpino. Punter segna, Filloy è bravo a conquistarsi il quinto punto di fila, riportando i suoi in parità a quota 53; Punter sbaglia da sotto, Costello non segna in virata, è un momento della partita con tanti errori e palle perse. M’Baye sbaglia da 3, Filloy combina la giocata del match con Costello, che inchioda il +2 e poi fa +3 dalla lunetta; Taylor attacca il fondo e serve M’Baye per la schiacciata, ma il ferro rifiuta la giocata e rilancia Cole, che in terzo tempo segna il 58-53 su cui Sacripanti è costretto a chiamare timeout. Torna Kravic, Punter è raddoppiato e serve M’Baye, che scheggia il ferro e perde il pallone per Bologna; Filloy continua il parziale, Kravic combatte con Costello per il 61-55, con tiro libero supplementare segnato. È bravo Costello ad attaccare la zona virtussina, Martin segna una tripla molto importante per il -4 bolognese a 3’10; torna Aradori per avere più soluzioni da fuori, ma è il solito Martin a lottare in mezzo all’area per il 65-63. Aradori perde palla, Filloy sbaglia da 3, così come M’Baye e Ndiaye in area; Martin perde un pallone sanguinoso in penetrazione, e M’Baye commette fallo su Green in elevazione da 3: 3 su 3 e +5 Avellino. Aradori risponde da 3 per il 68-66, ma Filloy alza per Ndiaye il 70-66; Kravic spazza il canestro, Filloy ferma Taylor in transizione, e l’azione finale è nelle mani di Aradori, che dopo una finta su Green non trova il fondo dell retina.

Sbaglia Green, così come Cournooh, e Sykes attacca bene Taylor in penetrazione, conquistandosi la lunetta: 1 su 2, ma Avellino rimane in attacco (73-66), ma per la Virtus c’è un ottimo Aradori in penetrazione (73-68). Sbaglia  Green da 3, Cournooh si guadagna la lunetta: 1 su 2, Virtus a -4. Martin stoppa Sykes, la Virtus continua a giocare a zona vista l’assenza di Green per problemi di falli; Nichols compie infrazione di passi, Aradori sbaglia dalla zona centrale, Nichols si guadagna la lunetta: 2 su 2 e Avellino a +6. Decimo punto di Taylor, D’Ercole batte in taglio la difesa virtussina, Cole segna dall’angolo il +7 avellinese, ma Taylor segna una tabellata da 3 che riporta la Virtus sul -4. Cole in lunetta: 1 su 2, Avellino a +5; Taylor serve Kravic che schiaccia il -3, ma Cole è bravo a guadagnarsi la lunetta (1 su 2); Taylor segna da 3, Cole risponde in isolamento, ma Taylor non molla e va uno contro tutti, segnando il -1 bolognese a metà quarto.  Torna Green, che fa +4 Avellino, ma è bravo Kravic a seguire al rimbalzo per il nuovo -2 bolognese; Kravic sorprende Costello in penetrazione per il pareggio a quota 85, ma adesso la difesa bianconera è molto organizzata, e proprio dalla difesa parte il parziale di Taylor e Punter: 85-89, e Vucinic ferma la partita. A 3’14 dalla fine altra buona difesa Virtus, che è a +4 con possesso; Taylor sbaglia ma Kravic fa tap out per gli esterni, che si conquistano un altro possesso offensivo. Non va la tripla di Taylor, lavora bene Martin in difesa e subisce sfondo da Nichols; Punter sbaglia, Kravic salva l’ennesimo pallone, permettendo a Punter di attaccare Nichols e andare in lunetta (2 su 2, +6 Virtus). Green ottiene la lunetta, sbagliando il primo e segnando il secondo; Taylor perde palla, Avellino gioca per Green che sbaglia, e Martin conquista il rimbalzo consegnando palla a Taylor, che però non costruisce nulla e sbaglia. Cole attacca con decisione, conquistandosi la lunetta (88-91 a 45”); la Virtus cerca Kravic, Cole spende fallo, mandando in lunetta il #11: 1 su 2 e +4 Bologna; Cole spara da 3, sbagliando, ma Nichols conquista il rimbalzo e segna il -2 Avellino. Punter in lunetta, e fa 2 su 2: 90-94 con 17” da giocare, timeout Vucinic. La rimessa è per Cole, che pesca Filloy dall’angolo ma sbaglia, e Taylor subisce fallo antisportivo: 1 su 2 a 10”, +5 Bologna; rimessa Virtus per Taylor, che subisce un altro fallo e torna in lunetta: 1 su 2, ma non c’è più tempo, e nemmeno Cole riesce a dimezzare lo svantaggio.

 

(Foto: Virtus Segafredo Bologna)

 

 

Lorenzo Gualandi

 

 

Iscriviti a Timeout Basketball

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy