Cookie Policy

EURO 2016 – Italia, la vendetta è servita! Spagna sconfitta 2-0, sabato la Germania

by • 28 Giugno 2016 • ConcretaCalcioComments (0)853

L’Italia c’è! Ancora una volta i ragazzi di Antonio Conte rispondono presente quando sono chiamati ad esprimere il proprio valore, proprio come è successo in tutte le partite di questo Euro 2016, con l’unica eccezione di quella contro l’Irlanda, comunque ininfluente per il cammino degli Azzurri. Nonostante venga sempre indicata come sfavorita dalla critica e, spesso, anche dai suoi stessi tifosi, l’Italia dimostra una volta di più contro la Spagna, campione in carica, di sapersi esaltare quando affronta le cosiddette ‘big’, come era già accaduto contro il Belgio, sconfitto con lo stesso punteggio di ieri (2-0) all’esordio. Ma, andando oltre la felicità del momento (che deriva anche dall’aver eliminato coloro i quali ci sconfissero 4-0 in finale quattro anni fa), l’aspetto rassicurante di questa vittoria è il modo in cui è arrivata; come ha sottolineato lo stesso Ct a fine gara, infatti, gli Azzurri, per gran parte della partita, non hanno fatto la gara che tutti si aspettavano da loro (difesa e contropiede), ma, anzi, hanno, fin dai primi minuti, preso in mano il pallino del gioco, andando vicini al gol già nei primi minuti con Pellè e Giaccherini. Il meritato vantaggio è poi arrivato al 33′, quando Chiellini è stato lesto a ribattere in rete una punizione di Eder respinta da De Gea. Una volta in vantaggio, l’Italia ha continuato a spingere, sfiorando più volte il 2-0 con Giaccherini ed Eder, che spreca un pericoloso contropiede ad inizio ripresa. A mezz’ora dalla fine, però, la Spagna comincia a chiudere gli Azzurri nella propria metà campo, ed è qui che viene fuori lo spirito combattivo trasmesso da Conte ai propri ragazzi; decisivo più volte Buffon, prima su conclusioni da fuori e al 90′ su un colpo di testa ravvicinato di Piquè. Un minuto più tardi esplode la gioia dei tifosi italiani, quando, dopo un contropiede ben orchestrato dai neoentrati Insigne e Darmian, Pellè è freddo e non sbaglia davanti a De Gea, regalando la qualificazione agli Azzurri, che, ora, ai Quarti di Euro 2016, troveranno la Germania.

SPAGNA A FINE CICLO, FAVOLA ISLANDA – Fatti i meritati complimenti ad Antonio Conte e ai suoi ragazzi per l’ottima partita giocata, e senza voler sminuire il successo ottenuto è, però, opportuno ricordare che quella affrontata ieri non era la migliore Spagna, in quanto la Roja sta attraversando una fase di transizione che la sta portando da una squadra ricca di campioni che ha vinto tutto (Europei 2008 e 2012 e Mondiale 2010), a una squadra più giovane e, forse, ancora acerba a certi livelli, in cui i veterani ancora presenti (da Iniesta e Piquè a Ramos e Fabregas) hanno probabilmente perso, dopo tanti successi, quella fame che li caratterizzava in passato.

Nell’altra gara giocata ieri, l’ultimo Ottavo di Finale in programma ad Euro 2016 ha visto l’Inghilterra uscire a sorpresa dalla manifestazione, venendo sconfitta per 2-1 dalla rivelazione Islanda; gli uomini di Hodgson, in vantaggio al 4′ con un rigore di Rooney, sembrano avviati verso una facile vittoria, ma già al 6′ R.Sigurdsson spegne l’illusione regalando il pareggio all’Islanda. Al 18′, poi, il risultato viene definitivamente capovolto da Sigthorsson, sul cui tiro dal limite Hart non è perfetto. Nella ripresa l’Inghilterra prova a pareggiare, ma non riesce a rendersi pericolosa e, cosi’, la favola dell’Islanda può continuare; adesso ai Quarti affronterà la Francia padrona di casa.

 

GIOCATE IERI: Italia-Spagna 2-0 (33′ Chiellini, 91′ Pellè), Inghilterra Islanda 1-2 (4′ rig. Rooney (IN), 6′ R.Sigurdsson (IS), 18′ Sigthorsson (IS))

PROGRAMMA QUARTI DI FINALE: Polonia-Portogallo (30 giugno, ore 21), Galles-Belgio (1 luglio, ore 21), Germania-Italia (2 luglio, ore 21), Francia-Islanda ( 3 luglio, ore 21)

 

Simone Guandalini

Foto: Pagina Facebook ufficiale UEFA EURO 2016

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy