Cookie Policy

Ferrara corsara a Forlì: prosegue il cammino verso l’uscita dal tunnel

by • 24 Febbraio 2019 • Kleb Basket Ferrara, Serie A/2, TimeOutComments (0)61

Campionato di Pallacanestro Serie A2

Unieuro Forlì-Bondi Ferrara 68-71

(21-16; 18-17-16-15; 13-23)

 

Tabellini

Forlì: Diliegro 10, Tremolada, Giachetti 5, Marini 17, Bonacini, Dilas ne, Signorini ne, Fabiani ne, Oxilia 4, Lawson 19, De laurentiis 3, Johnson 10. All. Valli

Ferrara: Conti ne, Swann 25, Petrolati ne, Fantoni 9, Ganeto 2, Molinaro 6, Mazzoleni ne, Barbon, Mazzotti ne, Panni 10, Calò 2, Campbell 17, Liberati. All. Leka

 

23° giornata di campionato. La Bondi non brilla ma conquista comunque due importantissimi punti espugnando il campo di Forlì. Non una prestazione esaltante per i ragazzi di Spiro Leka che tirano male dal campo ma di orgoglio riescono imbastire il parziale decisivo nel finale dopo essere rimasti attaccati alla partita con la forza di volontà dal primo minuto. Swann con 25 punti conduce i suoi alla quarta vittoria consecutiva su una Forlì che rimpiange di non essere stata capace di sfruttare le 18 palle perse commesse dagli avversari e la doppia doppia di Lawson da 19 punti e 11 rimbalzi.

Un parziale di 5 a 0 di Lawson e Johnson in apertura della gara manda in vantaggio l’Unieuro. Poco dopo la risposta arriva da Molinaro e Swann che agganciano i padroni di casa.

Comincia ad alzarsi il ritmo della gara con un botta e risposta di canestri, poi Panni firma il primo vantaggio estense della partita sul 11-10.

Sempre Panni conduce gli estensi ma la risposta di Forlì passa dalle mani di Lawson, molto preciso dalla lunga distanza fino a questo momento.

I romagnoli riescono a tenere la testa avanti fino alla fine del quarto confezionando un parziale di 6 a 0 mandando in archivio la prima frazione sul punteggio di 21 a 16.

Ferrara dal primo quarto soffre la pressione difensiva di Forlì che costringe gli estensi alla nona palla persa. Campbell e Swann sopperiscono alla cattiva gestione del pallone con due canestri in penetrazione riducendo lo scarto a una lunghezza fino al canestro di Diliegro, primo del secondo quarto per i romagnoli, e di Marini che in penetrazione trova un gioco da tre punti che vale il suo nono punto e il +6 per Forlì.

Ferrara non riesce a trovare fluidità nel gioco affidandosi a iniziative personali. L’Unieuro approfitta della situazione e raggiunge la doppia cifra di vantaggio, firmato da Oxilia.

Campbell guida il tentativo di rimonta per Ferrara che riesce a rifarsi sotto fino al -4 ma paga ancora le palle perse (15 nel primo tempo) e Marini sfrutta l’occasione per andare a schiacciare in contropiede. Si va negli spogliatoi con sei punti di margine in favore dei padroni di casa che hanno meritato dimostrando maggiore energia nei primi 20 minuti di partita.

Protagonista Swann alla ripresa che con due triple firma il sorpasso per gli ospiti sul 45 a 44. Lawson risponde alla stella della Bondi e riporta sopra Forlì con 4 punti in fila, seguito poi da Marini che si fa trovare pronto in fase offensiva.

Gli animi si scaldano e Ferrara va in confusione, prima un tecnico alla panchina poi a Swann. L’Unieuro non sfrutta la situazione e non prende vantaggio. Si affida poi al solito Lawson che, con la sua quarta tripla, aumenta il vantaggio a 8 lunghezze (55-47 al 29′). Fantoni riesce a lucrare un punto dalla lunetta prima della sirena del quarto.

Johnson forza la diciottesima palla persa alla Bondi all’inizio de quarto decisivo e va ad appoggiare in campo aperto il +9 dei romagnoli. Ferrara trova la forza per reagire e si prende la scena. La tripla di Ganeto comincia un parziale a favore della Bondi culminato con l’appoggio al tabellone di capitan Fantoni per il vantaggio.

Con l’inerzia nelle mani di Ferrara coach Valli decide di parlarci su e al rientro dal timeout l’Unieuro con il canestro di Giachetti torna avanti.

Tutto apparecchiato per un finale in volata. Campbell con tre conclusioni dalla lunetta riporta sopra gli estensi e poi Swann aumenta il margine. La Bondi nella sua metà campo si compatta e la lotta viene premiata con la palla recuperata. Panni subisce fallo e si guadagna il turno in lunetta con poco più di trenta secondi sul cronometro.

L’1/2 di Panni alimenta le speranze dei romagnoli che però falliscono un paio di occasioni e si devono accontentare solo del fallo subito da Diliegro che dovrà provare a segnare anche lui dalla linea della carità.

Entrambe le occasioni non trovano il fondo della retina ma Lawson agguanta il rimbalzo in attacco e si guadagna un altro giro in lunetta. L’americano segna il primo e sbaglia volontariamente il secondo. La palla finisce nelle mani di Johnson che deposita a canestro il -1 (68-69) a 10 secondi dalla sirena finale.

Swann subisce il fallo sistematico e non trema dalla lunetta segnando entrambi i liberi e mettendo un possesso pieno di distanza.

Johnson prova dalla lunga distanza ma trova solo ferro, poi ci pensa Molinaro a oscurare il cielo sopra Forlì con la stoppata che sancisce il quarto successo filato per Ferrara che vince 71 a 68 e non ferma la sua cavalcata verso l’uscita dalla zona critica della classifica.

 

Matteo Bellinazzi

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy