Privacy Policy

Ferrara non replica le buone cose viste all’esordio e si lascia sorprendere a Imola

by • 8 ottobre 2017 • Kleb Basket Ferrara, news, TimeOutComments (0)328

Campionato di Pallacanestro Serie A2

Andrea Costa Imola-Bondi Ferrara 71-45

(25-15; 38-25; 55-32)

 

Tabellini

Imola: Turrini, Bell 16, Alviti 6, Maggioli, Cai, Wilson 13, Gasparin 2, Prato 14, Toffali, Rossi, Penna 10, Simioni 10. All. Cavina

Ferrara: Rush 13, Patroncini ne, Hall 6, Fantoni 6, Carella ne, Molinaro 5, Cortese 7, Venuto, Panni 2, Moreno 6. All. Martelossi

Arbitri: Cappello, Foti, Capurro.

2° giornata di campionato. Dopo l’esordio casalingo vincente contro Montegranaro la Bondi affronta la prima trasferta della stagione, contro Imola, derby molto sentito da entrambe le formazioni. Per i Ferraresi è un’occasione per confermare le buone cose viste nella prima giornata, mentre Imola vuole trovare la prima vittoria stagionale tra le mura amiche, dopo la sconfitta una settimana fa a Forlì.

Subito partono forte gli americani di Imola, temuti da coach Martelossi stando alle dichiarazioni pre partita, che segnano da soli i primi 10 punti dei bianco-rossi, seguiti poi da Alviti e Simioni che con due triple doppiano la Bondi sul punteggio di 16 a 8.

In generale percentuale più alta al tiro per gli imolesi che concludono il primo quarto mandando a bersaglio cinque triple su otto tentativi, a fronte dell’uno su sette degli estensi, e portandosi in vantaggio di dieci punti al termine del primo quarto.

All’inizio del secondo quarto però la Bondi riesce a riequilibrare la situazione, riuscendo ad imbastire un parziale di otto a zero e riportandosi sul meno due. Imola però non si lascia raggiungere e subito risponde con un contro parziale di sei a zero, che la riporta sul più otto.

La Bondi inoltre deve gestire i suoi lunghi, Fantoni e Molinaro, entrambi gravati di due falli a metà del quarto.

Secondo quarto affrontato meglio dalla Bondi che lo perde di tre, 10 a 13, rispetto ai dieci punti di scarto subiti nella frazione precedente, che paga nello scarto totale del primo tempo di tredici lunghezze.

Polveri bagnate nella ripresa per entrambe le squadre che non segnano per tre minuti abbondanti, fino a quando Rush non realizza in pochissimo quattro punti, mettendoci anche una stoppata.

La rimonta però non sembra ancora alla portata della Bondi che subisce un Imola guidata dai suoi USA e dal sempreverde Patricio Prato. Al contrario la formazione di Cavina dilaga in questo quarto fino al più ventitré.

Faticano a segnare tutti i giocatori ferraresi, Venuto e Panni ancora a zero a metà del quarto quarto e il solo Rush in doppia cifra con 11 punti. Imola sembra ormai imprendibile.

A tre minuti dalla fine ci sono ancora più di venti punti di distacco e c’è più di una sensazione che la partita sia ormai persa da Ferrara.

Il tempo rimanente serve solo a definire il punteggio finale di 71 a 45.

Tanta delusione in casa Bondi che sembra aver sprecato un’occasione, ma soprattutto una sconfitta che lascia l’amaro in bocca per il modo in cui è arrivata, nessuna lotta sul campo lasciandosi travolgere da un’Imola più vogliosa di vincere.

 

Matteo Bellinazzi

Share this...
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this pageEmail this to someone
©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy