Cookie Policy

Ferrara sfiora il colpo a Ravenna ma cede nell’ultimo quarto

by • 6 Gennaio 2019 • Kleb Basket Ferrara, Serie A/2, TimeOutComments (0)25

Campionato di Pallacanestro di Serie A2

OraSì Ravenna-Bondi Ferrara 71-67

(15-18; 14-16; 18-13; 24-20)

 

Tabellini

Ravenna: Tartamella ne, Hairston 8, Smith 23, Montano 8, Jurkatamm 12, Cardillo 7, Masciadri 6, Rubbini ne, Seck ne, Gandini 2, Baldassi ne, Laganà 5. All.

Ferrara: De Zardo 6, Conti ne, Swann 15, Fantoni 15, Molinaro 10, Mazzoleni 4, Mazzotti ne, Panni 8, Calò 3, Liberati 6. All. Bonacina.

 

15° giornata di campionato. Si chiude il girone di andata con una sconfitta per la Bondi che a Ravenna senza Hall, messo fuori squadra per motivi disciplinari, ha armi limitate per provare a sbancare il PalaDeAndre. Dopo un ottimo primo tempo sempre in testa è arrivato l’inevitabile calo dovuto alle limitate soluzioni offensive nella seconda metà di gara. L’arrivo del nuovo americano Folarin Campbell, atteso per la prima di ritorno contro Treviso, serve come il pane.

Inizio partita nel segno di Ravenna che apre con un parziale di 6 a 0, grazie a Smith, caldo da subito e autore di due canestri. Al terzo minuto arriva la risposta estense, con una tripla mandata a bersaglio dal solito sospetto Isaiah Swann. Pareggia Calò poco dopo ma al secondo fallo commesso è costretto a prendere la via della panchina.

Risposte colpo su colpo da una parte e dall’altra, ma al primo mini-intervallo il vantaggio è per Ferrara (15-18) guidata da Swann, autore già di 8 punti.

Buono l’impatto di Mazzoleni nel secondo quarto che servito due volte da De Zardo non fallisce in entrambe le occasioni. Anche i suoi punti pesano nel conto che permette agli ospiti di incrementare il proprio margine (30-19 al 15′). La fiducia aumenta e a metà della seconda frazione tutti i giocatori ad aver messo piede in campo vanno a bersaglio.

Smith e Montano non ci stanno e cominciano la reazione di Ravenna che riduce la distanza, fino al canestro di Laganà che riporta i suoi a meno 5 prima dell’intervallo lungo (29-34 al 20′).

Fantoni protagonista alla ripresa, bersagliando il canestro avversario da dentro l’area. Ferrara riprende un po’ di vantaggio ma Smith consente all’OraSì di rimanere in scia (37-45 al 26′). L’unico a segnare per Ferrara oltre a Fantoni è Swann e i romagnoli ne approfittano riducendo ulteriormente lo scarto fino a completare la rimonta con i tre punti messi a segno da Smith sulla sirena per il 47 pari.

Tutto da giocare negli ultimi dieci minuti, Ravenna mette subito la freccia e si prende la testa della gara. Ferrara sembra non avere più forze e comincia a cedere sempre più terreno (58-50 al 35′).

La tripla di Liberati vale per dimezzare il distacco ma Jurkatamm risponde e vanifica il canestro del numero 90 estense.

Ferrara rimane a poche lunghezze di distanza ma il cronometro corre rapidamente verso lo zero. La Bondi lotta fino alla fine e a nove secondi dal termine Panni dalla lunetta segna il meno uno (68-67) e poi ricorre al fallo sistematico. Smith sbaglia il secondo libero a sua disposizione ma il fallo a rimbalzo di Fantoni concede altri due tentativi a Ravenna. Gandini non fallisce e Ravenna si aggiudica la vittoria per 71 a 67.

 

Matteo Bellinazzi

 

 

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy