Cookie Policy

Floro Flores: pensiamo prima alla salvezza

by • 30 Settembre 2015 • ConcretaCalcio, Le interviste di ConcretaCalcio, Le interviste di NeroVerde, NeroVerde, U.S. SassuoloComments (0)1025

 

Le parole sulla sua condizione, sulla squadra e sull’Empoli (prossima avversaria in campionato) di Antonio Floro Flores nella settimana che precede la settima giornata di Serie A.

Partendo dal suo inizio di campionato a livello personale il numero 83 neroverde dice “penso di aver iniziato bene. Sono contento perchè ho tanta voglia di dimostrare e di mettermi in discussione ogni giorno, cerco e spero di farmi trovare sempre pronto.”

Sulla partita col Chievo non nasconde alcune perplessità sulla direzione di gara nonostante la soddisfazione di essere ancora imbattuti: “domenica c’era un po’ di rammarico, poi vedendo anche quello che è successo dispiace perché essere una provinciale non vul dire subire dei torti e domenica ci hanno tolto qualcosa. Vedersi però tra le uniche sei in Europa a non essere ancora state sconfitte fa piacere, vuol dire che il lavoro che stiamo facendo col mister e compagni sta pagando e sta dando i suoi frutti.”

Floro Flores in conferenza stampaCome vi state preparando per il match contro l’Empoli di domenica a mezzogiorno? “Col panino in mano” risponde simpaticamente, poi aggiunge “è una formazione che sta attraversando un momento di difficoltà, viene dalla sconfitta col Frosinone che l’ha penalizzata. Sappiamo comunque di andare lì e trovare una squadra che ha voglia di riscattarsi e sicuramente ci metterà in difficoltà.”

Sulle parole del presidente Squinzi che ha parlato in questi giorni addirittura di scudetto per la sua squadra precisa: “adesso pensiamo solo alla salvezza dato che in passato, come l’anno scorso, pensavamo di essere salvi già a gennaio e invece abbiamo subito un sacco di sconfitte che ci hanno costretto a salvarci nelle ultime partite. Noi raggiungiamo la salvezza poi se arriva qualcosa in più lo accogliamo a braccia aperte.”

Spazio alle domande sulla squadra, sulla completezza di essa e sull’interscambiabilità dei suoi interpreti alle quali risponde: “diversi giocatori ci stanno dando una grossa mano con tanta qualità e hanno sostituito alla grande quelli che sono partiti. Siamo contenti, ma questo è un lavoro iniziato già da 3-4 anni e che il mister porta avanti. Ha creato un grandissimo gruppo e penso che tutti questi risultati arrivino da ciò.”

Fisicamente stai bene e si vede, ma forse è scattato anche qualcosa nella tua testa rispetto alla passata stagione? “Sì ho mio figlio a casa che ogni volta che non faccio gol mi insulta. A parte questo – sorride – mi sono preparato per tutta la stagione e ho tanta voglia. Quando ci sono altri giocatori di questo livello devi cercare di essere sempre al massimo; non puoi sbagliare nulla perché ti giochi il posto con calciatori veramente fantastici”. La concorrenza fa bene da questo punto di vista? “Fa bene sia a me che agli altri perchè sappiamo che in ogni momento il mister può contare su ognuno di noi.”

Un pensierino alla nazionale? “Il pensiero alla nazionale ognuno lo fa da quando nasce, si cresce con quel pensiero perché la nazionale è il sogno di ogni giocatore. Il mio pensiero ora è cercare di dare il massimo per questa maglia perchè è grazie ad essa che sono rinato e che ora sto in questo stato quindi quello che arriva lo accolgo però il mio primo pensiero è il Sassuolo.”

Conclude ironicamente con un “non lo saprete mai” in risposta a chi gli chiede quale sia, visto l’inizio, il suo obbiettivo stagionale a livello di gol.

.

.

Marcello Bozzetti

.

Foto: concretamentesassuolo.it

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy