Cookie Policy

Fondamentale vittoria per l’Ottica Amidei Castelfranco

by • 11 Febbraio 2019 • Serie C Silver, TimeOutComments (0)69

Serie C Silver

Grifo Basket Imola 1996 – Ottica Amidei A. D. Basket Pol. Castelfranco 75-79

(20-26; 23-17; 13-14; 19-22)

 

Imola: Pontrelli 5, Riguzzi 9, D’Emilio 13, Mondini 3, Pampani 4, Creti 4, Orlando 15, Rossi ne, Cenni 6,
Martini 16, Saibi ne. All Palumbi Ass. Pasotti

Ottica Amidei Castelfranco: Ayiku 20, Pizzirani ne, Marzo 4, Cappelli 3, Zucchini 23, Torricelli R. 19, Tedeschi
3, Vannini, Del Papa 1, Paciello 1, Torricelli F. Ne, Prampolini 5. All.Landini Ass.Lenzarini

Arbitri: Dragicevic di Cesena, Boccia di Sant’Ilario D’Enza

 

Era una partita da “victoria o muerte” per l’Ottica Amidei Castelfranco, e victoria è stata, con una
prestazione di grande spessore, più emotivo che tecnico.
I biancoverdi si trovano a fronteggiare una Grifo Imola falcidiata dagli infortuni: non sono della partita
infatti Lanzoni (match winner della gara d’andata), Borgognoni e Sgorbati, oltre al lungo degente
Biandolino.
Coach Palumbi schiera dall’inizio Pampani, Creti, Orlando, Mondini e Martini, al quale coach Landini
contrappone il solito quintetto Marzo, Zucchini, Ayiku, Torricelli e Paciello.
Pronti via e subito vantaggio ospite 2-8 con una bomba a testa per Zucchini e Torricelli, ma Grifo ricuce
subito con Orlando e Riguzzi.
Il 7 e l’8 biancoverde continuano a martellare la retina dei biancoblu, ben coadiuvati da Ayiiku che decide di
sfruttare al massimo il fisico (saranno infatti autori di 25 dei 26 punti del quarto).
La difesa non è però ficcante come le ultime uscite, infatti concediamo loro di rimanere attaccati alla partita
grazie ai rimbalzi d’attacco ed ai liberi che vengono convertiti con ottime percentuali dai locali.

Si chiude il quarto con i nostri ragazzi davanti per 20-26.
Ad inizio secondo quarto il vantaggio si dilata fino a toccare la doppia cifra di vantaggio (20-31 al 13’ con la
bomba di Tedeschi).
Coach Palumbi, che ruota molto alacremente i suoi effettivi, decide di tentare l’arma del pressing, che da
importanti dividendi, consentendo a Imola di piazzare un controparziale di 9-0 e di riportare la sfida sui
binari dell’equilibrio.
Si va a riposo con il tabellone che segna la perfetta parità a quota 43.
Nel secondo tempo, piu chè un semplice match di pallacanestro sembra una lotta senza quartiere, con una
grande intensità gettata sul campo, battaglia su ogni possesso e la qualità del gioco che ovviamente ne
viene inficiata.
Quando c’è da sfruttare il fisico, stasera si può citofonare a casa Ayiku e il numero 0 risponde presente con
10 punti nel quarto di cui 7 consecutivi per riportare davanti l’Ottica Amidei dopo il primo vantaggio locale,
dato da un lay up di Riguzzi.
Il quarto si chiude con i biancoverdi in vantaggio seppur di una sola lunghezza (56-57).
Si arriva alle battute finali in sostanziale parità (68-68 al 37’), Martini comincia a fare la voce grossa sotto
canestro, fa sei punti praticamente filati e porta davanti Grifo di 2, ma Zucchini con una bomba prima e 4
punti filati di Torricelli poi, ridanno 5 punti di vantaggio all’Ottica Amidei (72-77 a 1’ 39” dal termine).
Imola ricuce ulteriormente con 2 liberi di D’Emilio. Azioni convulse si susseguono ma prima Creti da una
parte poi Marzo dall’altra fanno solo 1/2 dalla lunetta e il vantaggio rimane invariato.
Qua la svolta del match, Castelfranco decide di non far fallo per preservare la differenza canestri che la
vede davanti al momento (andata sconfitta di un solo punto), sul cambio sistematico ordinato da Coach
Landini, Prampolini si ritrova su Orlando. L’esterno lo punta per cercare un buono e uno per i
supplementari, ma il giovane lungo castelfranchese fa una difesa da manuale e rispedisce al mittente il
tentativo, facendo recuperare anche la palla ai biancoverdi.
Sulla successiva rimessa con 12” da giocare palla a Zucchini, che subisce fallo e congela la partita, seppur
con un inusuale per lui 1/2 dalla lunetta.
Il match finisce 75-79.
Risultato fondamentale nel percorso dell’Ottica Amidei Castelfranco, che gli permette di abbandonare
temporaneamente il fondo della classifica e di guardare alle prossime partite con rinnovato entusiasmo e
fiducia, soprattutto perché nella vittoria odierna sono stati fatti passi avanti nel non peccare di egoismo, ma
mettere ognuno i propri talenti al servizio degli altri e della squadra, come richiesto da Coach Landini negli
spogliatoi.

Sui tabellini finiscono inevitabilmente Zucchini, Ayiku e Torricelli che combinano per 62 punti su 79 di
squadra), ma come detto prima fondamentale è stata la difesa super di Prampolini nell’ultimo possesso;
fondamentali sono stati i 10 rimbalzi di Vannini, pur non segnando un singolo punto; fondamentali sono
stati i tuffi di Marzo per recuperare palloni e non lasciarli agli avversari; in questa partita tutti hanno dato il
loro contributo.
Con questo spirito bisognerà entrare in campo anche, eccezionalmente di sabato ore 21:00, nel prossimo
match che vedrà scendere al PalaReggiani la Fortitudo, che vorrà sicuramente rifarsi dello scivolone interno
contro Castenaso di questa giornata.

 

Alex Lenzarini

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy