Cookie Policy

Formigine risorge e supera l’ASD Basket Scandiano

by • 18 Novembre 2011 • Prima Divisione, TimeOutComments (0)1094

 

Campionato di Pallacanestro Prima Divisione Maschile, girone D

PGS Smile Formigine 50 – 39 ASD Pallacanestro Scandiano

 

I Tabellini:

PGS Formigine: Frigieri 9, Levoni 11, Lucchi 11(MVP), Ferraboschi 1, Bandieri ne, Forghieri, Basta, Palladini A. 2, Palladini M. 6, Barbieri 10

ASD Scandiano: Rainieiri 6, Menozzi 4, Siliprandi 6, Raele 5, Bigi 2, Chiussi 5, Silingardi 11, Braglia, Romeo

Parziali: 16-9; 23-17; 35-29; 50-39

Arbitri: Di Napoli A., Vecchiè S.

 

Strana partita alla palestra Cavazzuti di Formigine, dove la PGS conquista una vittoria meritata nella sua prima gara casalinga contro una Scandiano che non ha mai messo in discussione la superiorità degli avversari.

Nel primo quarto Formigine parte fortissimo, facendo segnare un parziale di 9-0 nei primi 4 minuti, grazie a un grande Barbieri con 6 punti solo nel primo quarto, e mostra una notevole difesa a tutto campo che spiazza gli avversari. Scandiano si riprende e risponde allo sprint iniziale riuscendo ad arginare i danni. Nel secondo quarto Formigine a tratti cerca di scappare dagli avversari ma la mancanza di precisione da fuori non permette la fuga, e gli avversari mantengono inalterato lo score.

Nel terzo quarto la musica sembra cambiare: dopo un massimo vantaggio di +8, Formigine si fa raggiungere sul 29-29 a 3 minuti dalla fine del quarto, ma i ragazzi non si perdono d’animo e ritrovano la forza per riportare il gap sul +6 alla fine del tempo. L’ultimo quarto è una formalità: Scandiano arriva al -3, ma con i giocatori stanchi e poco lucidi non riesce a resistere ai punti di Levoni, che dal terzo quarto ha dato il via alla fuga della sua squadra. Arrivati sul -5, antisportivo e quinto fallo ad opera di Siliprandi, che regala 2 tiri liberi e possesso alla squadra di casa. Valzer di tiri liberi nel finale che fissano il risultato sul 50-39.

Analizzando la gara, Formigine ha mostrato un buon gioco, facendo viaggiare la palla velocemente e trovando talvolta dei ribaltamenti che pescavano molto bene l’uomo libero sul lato debole; inoltre c’è stato un predominio a rimbalzo che è stato imbarazzante da vedere. Tuttavia il buon gioco e la superiorità aerea non è stata ripagata da una buona conclusione, anzi si è vista una notevole mole di tiri andare fuori dall’anello, con una percentuale di realizzazione al di sotto del 30%. Scandiano ha ampiamente meritato la sconfitta, non ha mostrato un gioco degno di nota e la sua poca realizzazione è basata sia da una bassa percentuale di tiro (comunque appena più alta della PGS) sia da una fatica immensa nell’arrivare alla conclusione. Curiosità finale: i tiri liberi realizzati da Formigine sono 7/21, quelli di Scandiano 13/30.

 

Antonio Brusini

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy