Cookie Policy

Gara1 ai Tigers, Libertas al tappeto solo nell’ultimo quarto

by • 5 Maggio 2019 • Promozione, TimeOutComments (0)43

Promozione – Playoff – Quarti E-F – Gara1

Rose & Crown Villanova Tigers – Libertas Green Forlì 63-55

(23-16; 41-39; 48-48)

 

Tigers: Di Giacomo 4, Bronzetti 2, Giordani, Panzeri 12, Rossi M. 13, Buo A. 11, Ambrassa 4, Guiducci F. 2, Semprini 2, Serpieri 5, Saccani 4, Bollini 4. All. Rustignoli.

Libertas: Gnini 2, Bourkadi 4, Brunetti J. 8, Gavelli 6, Dal Seno 2, Morabito ne, Ricci ne, Calboli 7, Arfelli 11, Brunetti N. 2, Pinza 13, Graziani ne. All. Lapenta.

Arbitri: Bianchi e Puliti

 

Dura doveva essere e dura è stata la prima partita dei quarti per i Rose & Crown Villanova Tigers che, al termine di una partita sulle montagne russe, battono per 63-55 la Libertas Green Forlì, guadagnandosi così due set point per accedere alle semifinali.
Il primo quarto vede partire fortissimo i padroni di casa che, trascinati dalle bombe di Panzeri e dall’energia di Buo, si portano presto in vantaggio anche in doppia cifra, colpendo in transizione. La Libertas, però, pian piano si mette in moto e, grazie alle iniziative di Pinza e a qualche amnesia difensiva locale, resta in scia, chiudendo il primo quarto sul -7.
Col passare dei minuti, però, la difesa ospite va a regime e inizia a chiudere gli spazi per i Tigers che, nella metà campo difensiva, soffrono terribilmente un Arfelli particolarmente ispirato sotto le plance. Quando alla festa si unisce anche Jacopo Brunetti, allora, i forlivesi firmano l’aggancio ed è solo grazie ai canestri di Bollini e Ambrassa se all’intervallo i villanoviani sono avanti, seppur con il minimo scarto (41-39).
Nella ripresa la partita cambia: se i primi 20’ erano stati territorio degli attacchi, nel terzo parziale sono le difese a farla da padrona. Entrambe le squadre, infatti, alzano il volume dei contatti e chiudono la strada del canestro, paralizzando la partita in un equilibrio perfetto. Equilibrio che la Libertas prova a rompere: prima una bella entrata di Pinza, poi con la bomba del numero 23 i forlivesi si portano avanti per la prima volta nel match sul 45-48. Pronta, però, arriva la risposta di Michele Rossi che impatta il punteggio sul 48 pari al 30’ con una tripla di importanza capitale.
Qui la partita svolta: dopo qualche minuto di empasse, i Tigers riescono a rubare un paio di palloni, prendendo l’abbrivio grazie al duo Rossi-Buo, a cui si unisce anche un preciso Di Giacomo dalla lunetta. E’ la difesa, però, che consolida il vantaggio dei padroni di casa, lasciando appena cinque punti in 9’ agli avversari, mentre dall’altra parte, dalla lunetta, il divario si dilata, consegnando così il primo successo a Saccani e compagni.

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy