Privacy Policy

Un tranquillo week-end di Formula 1, in Brasile vince Vettel

by • 13 novembre 2017 • ConcretaBoxComments (0)64

Finita l’adrenalina per la corsa ai titoli mondiali, la Formula 1 fa tappa in Brasile per il penultimo GP della stagione. Un GP che fa riflettere sulla differenza di potenziale tra i team; potrebbero anche far partire Vettel, Hamilton e Verstappen dal fondo, in retromarcia, con un giro di svantaggio e facendogli fare un giro su se stessi, che tanto alla fine arriverebbero davanti sempre loro.

A vincere ad Interlagos è stata la Ferrari di Sebastian Vettel, che torna così alla vittoria e torna a vedere la luce in fondo al tunnel buio in cui era finito da ormai 3 mesi. Secondo Bottas, che nonostante la 3° Pole in carriera si è fatto sfilare in partenza da Vettel e dopo non è più riuscito ad essere abbastanza aggressivo nei confronti del pilota Ferrari, fallendo anche un tentativo di undercut anticipando la sosta.

A concludere il podio l’altro ferrarista, Kimi Raikkonen, che ha svolto una  gara pressoché tranquilla, salvo subire il recupero nel finale dell’arrembante Hamilton che è riuscito a recuperare fino alla quarta posizione. I primi quattro arrivano al traguardo praticamente tutti insieme, con un distacco tra Vettel e Hamilton di soli 5 secondi, poi il vuoto prima di vedere transitare le RedBull e poi un altro vuoto prima di vedere arrivare in volata il trio composto da Massa, Alonso e Perez, che si son dati battaglia per la settima posizione, che più o meno per i loro team è una vittoria.

La Ferrari sfata finalmente il tabù Interlagos, dove non vinceva dalla beffarda gara del 2008, quando a vincere fu proprio l’idolo locale Massa, che oggi su quel podio c’è risalito, ma solo per essere intervistato da Rubinho Barrichello e salutare il suo pubblico per la seconda e ultima volta (forse), prima di abbandonare la Formula 1 a fine stagione.

 

 

 


 

  Ordine d’Arrivo   Ordine di Partenza
1 Vettel 1 Bottas
2 Bottas 2 Vettel
3 Raikkonen 3 Raikkonen
4 Hamilton 4 Verstappen
5 Verstappen 5 Perez
6 Ricciardo 6 Alonso
7 Massa 7 Hulkenberg
8 Alonso 8 Sainz

 

Classifica Piloti:   Classifica Costruttori
Hamilton (Campione) 345 Mercedes (Campione) 625
Vettel 302 Ferrari 495
Bottas 280 RedBull 358
Ricciardo 200 Force India 177
Raikkonen 193 Williams 82
Verstappen 158 Toro Rosso 53

 

 

 


Pagelle:

 

Vettel 9: Finalmente un week-end senza grane per la Ferrari, e finalmente il potenziale della rossa può essere espresso al meglio. Vettel torna a vincere, dopo più di tre mesi dall’ultima volta in Ungheria, e lo fa nel modo che più gli compete, mettendosi davanti alla prima curva e mantenendo la prima posizione fino a fine gara.

 

Massa 8: un gran finale di gara, un duello avvincente con Fernando Alonso, che quantomeno ha fatto emozionare il pubblico, che come allo stadio incitava il proprio pilota. Alla fine riesce a spuntarla sul pilota McLaren, e riceve gli applausi dell’ex compagno di scuderia e l’ovazione di tutto il pubblico presente al circuito. A concludere il finale commovente: le congratulazioni del team, le parole di affetto del figlio Felipinho, e una intervista sul podio. Che dire.. obrigado Felipe.

 

Hamilton 6.5: Un Lewis che nei primi giorni è sembrato un po’ troppo distratto dalle voci che lo riguardano fuori dal mondo della Formula 1, finendo la qualifica a muro prima ancora di segnare un tempo. La decisione di partire dalla pitlane lo ha agevolato tantissimo, permettendogli di schivare tutto il trambusto della prima curva. Il resto della gara è un giro da qualifica dopo l’altro, con una nuova PU appena tolta dal cellofan  poi è stato un gioco da ragazzi spremerla a tutta potenza e scartare un avversario dopo l’altro come fossero cioccolatini.

Raikkonen 6: Una buona gara anche se senza grandi colpi di scena, parte terzo e arriva terzo. E’ rimasto sempre vicino a Bottas, ma mai da impensierirlo veramente, ma nel finale ha saputo difendersi da Hamilton che montava gomme fresche e più prestazionali. In classifica piloti rosicchia altri punti a Ricciardo, che se continua questo suo momento no potrebbe vedersi fregare il quarto posto in classifica dal Finlandese.

 

Ricciardo 5: errore alla prima curva, e da ultimo si ritrova ad essere più ultimo, per sua fortuna la Safety car non gli fa perdere troppo terreno e alla ripartenza ricomincia la sua rimonta, arrivando fino al sesto posto a dieci secondi dal compagno (che però ha effettuato una sosta in più). Purtroppo per lui in questo finale di stagione si è perso. Farà meglio ad ottenere un buon risultato ad Abu Dhabi, perché l’inverno è lungo, e abbiamo imparato che in RedBull fanno in fretta a cambiare opinione su un pilota e a lasciarlo a casa.

 

 

 

 

Edoardo Bursi

 

Fonte Immagini:

https://www.facebook.com/ScuderiaFerrari/

https://www.facebook.com/Formula1/

https://www.facebook.com/SkySportF1HD/

 

Share this...
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this pageEmail this to someone
©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy