Cookie Policy
CUS Parma

Il CUS a fatica supera un Podenzano in palla

by • 12 Marzo 2019 • Promozione, TimeOutComments (0)66

Promozione girone A

CUS Parma vs Basket Podenzano 72 – 65

(19-11; 14-21; 21-20; 18-13)

 

CUS Parma
Manuto 14; Furia n.e.; Pattini (K) 9; Pellegrino; Parizzi F. 19; Carretta 11; Petiziol 9; Giampellegrini Gi; Lezzerini 6; Cornacchione 4; Chezzi; Ghezzi. All.re: Marcucci

Basket Podenzano
Perotti 1; Gianelli 4; Olmo 12; Sebastiani S. 8; Monti (K) 5; Petrov 16; Sebastiani A.; Stellato 14; Rruga 5; Diop. All.re: Micovic

Arbitri: Riccardi e Martini

 

Torna alla vittoria il Cus Parma, che dopo la discussa sconfitta con Jolly, si rifà subito, sul campo di casa, contro una Podenzano in netta risalita, capace di una partita gagliarda, risolta dagli universitari solo in volata, grazie ai canestri di Petiziol ed alla coppia Manuto-Parizzi.
La partita
Il Cus parte forte, soprattutto in difesa, dove riesce a limitare Stellato ed a mandare fuori giri Gianelli (incisivo solo a cavallo di terzo e quarto quarto, per il resto dannoso). Podenzano però è brava a reagire, lavorando bene a rimbalzo e trovando con Stellato punti pesanti per rientrare. Coach Marcucci prova a scuotere i suoi con un time out dai decibel alti, una mossa che ottiene qualche risultato, anche se il primo tempo si chiude ad appannaggio degli ospiti, che vanno negli spogliatoi sul -1 (20’: 33-32).
Nella ripresa la musica non cambia: il Cus prova ad andare via, ma Podenzano trova sempre le risposte giuste per rimanere a contatto. Coach Marcucci trova il solito Parizzi come prima opzione offensiva, sostenuto dall’esperienza di Manuto e di capitan Pattini (buono anche l’impatto di Carretta), ma non basta per dare lo strappo decisivo, anche per merito di Podenzano, che trova con Petrov (il migliore dei suoi), punti pesanti.
Il quarto periodo è quello decisivo: il Cus prova a stringere due viti in difesa, ma Stellato è bravo a trovare canestri marcato o ottimi scarichi per i suoi compagni. I ducali però hanno maggior qualità, ed alla lunga questo si vede. Parizzi dalla distanza, Manuto da sotto e Petiziol con un canestro pesantissimo a gioco rotto, traghettano il Cus verso la vittoria che mantiene vivo l’obiettivo secondo posto.
MVP: Parizzi Filippo (CUS)

Stefano Manuto

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy