Cookie Policy

Il Gusto Del Cloro – Vivès Bastien (Black Velvet)

by • 24 Gennaio 2015 • ConcretaBookComments (1)2400

 

 

il gusto del cloro coverEntrare in una piscina pubblica è un po’ come entrare in un altro mondo. Appena la porta si chiude tutto cambia. Il pavimento di piastrelle si fa via via più scivoloso e costringe ad una maggior attenzione nel camminare. I suoni diventano ovattati, rimbombando all’infinito tra le pareti. L’aria è più umida e tiepida, pervasa dal gusto del cloro. Ed il gusto del cloro lo si sente con il naso, prima ancora che con la bocca. Questa sinestesia accompagna costantemente, anche se per altre vie, la lettura dell’opera di Bastien Vivès intitolata appunto Il Gusto del Cloro che restituisce, nella sua silenziosa leggerezza, tutte le sensazioni di cui sopra.
il gusto del cloro 1Ad un ragazzo senza nome affetto da scoliosi viene consigliato di fare del nuoto da affiancare alla terapia usuale. Controvoglia il giovane decide, dopo l’ennesima raccomandazione del fisioterapista, di vincere la propria riluttanza e recarsi davvero in piscina. Qui incontrerà una ragazza, anch’essa senza nome, che lo introdurrà in quel mondo nuovo dalle dinamiche insolite. I due si avvicineranno imparando a conoscersi poco alla volta ogni mercoledì sera per poi, forse, riallontanarsi in un rapporto discontinuo ma fondamentale.
La piscina de Il Gusto del Cloro si trasforma, pagina dopo pagina, in una raffinata metafora sul rifiuto del cambiamento, sull’attaccamento alla propria normalità. Sulla crescita, in un certo qual modo. E in quest’ottica i due giovani non sono banalmente due ragazzi che iniziano a piacersi, che provano ad approcciarsi vicendevolmente. Il protagonista non è solo un nuotatore novello reso goffo dalla non abitudine all’acqua. È un giovane che viene immerso forzatamente in un ambiente nuovo e poco familiare che dovrà imparare a conoscere e ad amare, con le cui regole e bizzarrie dovrà convivere. E lei non è soltanto una conoscente, un’amica o una possibile (e magari anelata) conquista. È una guida che si fa carico di accompagnarlo nel cambiamento, insegnandogli le difficoltà, le sfide ed il fascino di quell’universo inesplorato.

il gusto del cloro 3

il gusto del cloro 4Bastien Vivès riesce a raccontare nelle quasi 140 pagine che compongono il volume una storia tanto semplice, ma anche tanto vera e simbolica, con una bravura che ha dell’incredibile. Dalla palette cromatica all’impostazione della vignetta e della tavola, Il Gusto del Cloro mostra un’attenzione ed una sensibilità che raramente capita di incontrare.
il gusto del cloro 6È un racconto fatto per lo più di silenzi. Di brevi scambi di battute tra una vasca e l’altra, con dialoghi resi ancor più intensi dalla loro rarità. E proprio per questo silenzio predominante il tempo tra una parola e l’altra assume il suo peso e la sua importanza, riempito dalle bracciate e dalle lunghe vedute del soffitto della piscina che chiunque abbia mai nuotato a dorso conosce bene. E le lunghe attese tra una parola e l’altra impongono sia ai protagonisti che, al di fuori della finzione letteraria, all’autore una particolare attenzione: scegliere bene cosa dire, e come dirlo, diventa fondamentale.
Da questo punto di vista Il Gusto del Cloro è perfetto, preciso all’inverosimile: Bastien Vivès si conferma impeccabile con una regia capace di limare tutto il superfluo e di catturare l’essenza di ogni momento. Il ritmo della lettura segue quello delle bracciate, nessuna parola è di troppo e le espressioni comunicano tutto quanto non viene o non può venire espresso verbalmente. La rosa di colori è centrata sulle varie tonalità d’azzurro, le forme sottacqua si contorcono e si fanno poco chiare, ma mantengono la propria fisicità e il proprio fascino. Tutto è funzionale a restituire quella sinestesia che fa odorare il gusto del cloro prima di assaporarlo e che comunica a tutti i sensi il cambio d’ambiente, dal mondo esterno al microcosmo (qui dal significato profondamente simbolico) della piscina.

 

Matteo Gaspari

 

 

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy