Privacy Policy

Il Sassuolo si sblocca al Mapei anche in campionato: Crotone sconfitto 2-1

by • 10 dicembre 2017 • ConcretaCalcio, NeroVerde, U.S. SassuoloComments (0)288

Il Sassuolo trova la prima vittoria casalinga in campionato, battendo per 2-1 il Crotone con le reti di Goldaniga e Politano nella ripresa; poi i calabresi accorciano sfruttando un autogol di Acerbi e nel finale Matri fallisce dal dischetto l’occasione del 3-1. Questa vittoria è molto importante in chiave classifica, in quanto, con questi tre punti, i neroverdi si portano a quota 14 superando proprio il Crotone.

 

SASSUOLO-CROTONE 2-1

Reti: 49′ Goldaniga (S), 61′ Politano (S), 66′ Acerbi (A) (S)

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Lirola, Goldaniga, Acerbi, Peluso; Mazzitelli, Missiroli, Cassata (77′ Duncan); Berardi (71′ Matri), Falcinell, Politano (90′ Cannavaro). A disposizione: Marson, Pegolo, Scamacca, Pierini, Frattesi, Gazzola, Rogerio, Ragusa. Allenatore: Giuseppe Iachini.

CROTONE (4-3-3): Cordaz; Sampirisi, Ajeti, Ceccherini, Martella; Rodhen (56′ Trotta), Mandragora, Barberis (80′ Kragl); Tonev, Budimir, Stoian (56′ Aristroteles). A disposizione: Festa, Viscovo, Suljic, Pavlovic, Simic, Faraoni, Cabrera, Crociata, Simy. Allenatore: Walter Zenga.

Arbitro: Sig. Manganiello di Pinerolo (Assistenti: Valeriani-Tolfo, VAR: Mazzoleni-Illuzzi)

Note: Ammoniti: Berardi (S), Ajeti (C), Missiroli (S), Cassata (S), Aristoteles (C)

 

La partita

Nel Sassuolo, per l’importante scontro salvezza contro il Crotone, Iachini sceglie il 4-3-3, in cui la difesa a protezione di Consigli è formata dagli esterni Lirola e Peluso e dai centrali Goldaniga, preferito a Cannavaro, e Acerbi; a centrocampo, ai lati del regista Missiroli operano Mazzitelli e Cassata, mentre davanti il tridente è composto da Berardi, Falcinelli e Politano. Il Crotone di Zenga, all’esordio sulla panchina dei calabresi, risponde con un modulo speculare, in cui l’unica punta Budimir è sostenuta dagli esterni Stoian e Tonev.

Il primo tempo è molto bloccato e le occasioni da gol latitano; le due squadre, in avvio di gara, data la precaria posizione di classifica di entrambe, hanno paura di scoprirsi, e, quindi, a predominare sono il possesso palla e i contrasti a centrocampo. E’ il Sassuolo, però, a provare maggiormente a fare la partita: all’8′ arriva la prima occasione, con Berardi, bravo a liberarsi in profondità, che calcia sull’esterno della rete di sinistro. Dieci minuti più tardi, lo stesso numero 25 neroverde crossa sul secondo palo verso Politano, che viene anticipato di un soffio da Martella, prima di poter colpire di testa. Al 25′ arriva la prima grande occasione per gli ospiti: Barberis batte una punizione dalla trequarti servendo Budimir, lasciato colpevolmente solo dalla difesa del Sassuolo, che, però, non riesce a trovare l’impatto con il pallone, sprecando un’ottima opportunità. Alla mezzora risponde il Sassuolo, con Missiroli che calcia dal limite di destro, non trovando la porta per un soffio. L’ultima occasione della prima frazione di gioco capita ancora ai neroverdi, che, al 38′ arrivano alla conclusione con Falcinelli, il cui tiro viene respinto da Cordaz.

In avvio di ripresa, è tutto un altro Sassuolo: nel giro di un quarto d’ora, infatti, i padroni di casa si portano sul 2-0: prima, al 49′, è Goldaniga a segnare il suo primo gol in campionato in maglia neroverde, girando di testa su cross di Politano su azione da calcio d’angolo, poi, al 61′, tocca allo stesso Politano raddoppiare con un destro a giro dal limite dell’area. Nel mezzo, al 54′, c’è spazio anche per una grande occasione fallita da Acerbi, che di testa, da pochi passi, manda a lato un facile tap-in, dopo una parata di Cordaz su Missiroli. Al 66′, però, proprio quando la partita sembra in mano al Sassuolo, arriva l’inaspettata rete del Crotone, che accorcia le distanze grazie ad un autorete di Acerbi in seguito ad una mischia in area con Budimir. Il Crotone, rinvigorito dai cambi di Zenga, che inserisce Trotta e Aristoteles per rinforzare il reparto offensivo, spinge alla ricerca del pareggio: al 68′, Barberis calcia a giro dal limite dell’area, trovando la grande parata di Consigli, che devia in corner. Cinque minuti più tardi, è ancora Budimir a sfiorare il clamoroso pareggio, mancando una facile occasione a tu per tu con il portiere di casa. Nel Sassuolo entrano Matri e Duncan e proprio l’attaccante numero dieci, all’88’, avrebbe l’occasione per chiudere il match su calcio di rigore, da lui stesso procuratosi, ma il suo tiro dal dischetto viene intercettato da Cordaz, che gli nega il gol. La gara termina, così, sul punteggio di 2-1 e il Sassuolo, pur soffrendo nel finale, riesce a portare a casa tre punti importantissimi da un delicato scontro diretto.

 

 

Simone Guandalini

Foto: www.sassuolocalcio.it

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy