Privacy Policy

La Bondi vince una partita importante e conquista due preziosi punti

by • 12 novembre 2017 • Kleb Basket Ferrara, TimeOutComments (0)60

Campionato di Pallacanestro Serie A2Bondi Ferrara-Agribertocchi Orzinuovi 86-79

(24-29;43-46; 55-60)

 

Tabellini

Ferrara: Mancini ne, Rush ne, Drigo ne, Hall 20, Fantoni 21, Carella ne, Molinaro 6, Cortese 20, Venuto, Panni 3, Moreno 16. All. Martelossi.

Orzinuovi: Olasewere 29, Borghetti ne, Zanardi ne, Valenti 4, Antelli 2, Ghersetti 4, Zambon ne, Scanzi 5, Aziz ne, Ruggiero, Toure 4, Sollazzo 31. All. Crotti.

Arbitri: Brindisi, Yang Yao, Nuara.

 

7° giornata di campionato. Gara importante per una Bondi chiamata al riscatto dopo la deludente spedizione a Udine. Ospite di giornata in terra estense l’Agribertocchi Orzinuovi, altra squadra affamata di punti e con l’obiettivo di rendere tutt’altro che facile la serata a Ferrara.

Vari errori al tiro a inizio partita, ma entrambe le squadre molto aggressive e ritmo alto in attacco.

Il primo canestro lo trova Orzinuovi ma Fantoni pareggia subito, e poi Moreno con una gran difesa ruba e appoggia facile in contropiede.

Si aprono i canestri per entrambe le formazioni, Ferrara gioca bene, Moreno sembra essere sceso in campo con le scarpe ben allacciate e guida i suoi anche con gli assist.

Il primo allungo però è per gli ospiti che vanno a più sei, il problema principale si chiama Olasewere che arriva a 9 punti col cento per cento dal campo.

La Bondi si ritrova a inseguire e come ci si aspettava il primo quarto rivela una partita complessa per i padroni di casa che richiede lotta e concentrazione.

Il veterano Sollazzo, mai ben apprezzato a Ferrara, sale in cattedra e ruba a Olasewere il ruolo di attore protagonista nell’attacco dei lombardi.

Con la ritrovata continuità al tiro dalla lunga distanza la Bondi riesce a ridurre il distacco, ma sorge un altro problema, il terzo fallo di Molinaro all’inizio della seconda frazione rende più corte, almeno per un po’, le rotazioni a disposizione di coach Martelossi, ancora orfane di Erik Rush.

Ferrara lotta e dimostra di essere presente in questa partita ma l’Agribertocchi è più efficace e rimane, anche se di poco, con la testa avanti.

Moreno, Hall e Fantoni in doppia cifra, dopo venti minuti di gioco, valgono il meno tre ma il tabellino del primo tempo rivela, o meglio, conferma, anche un problema individuato in settimana, vale a dire i pochi punti nelle mani degli esterni. Infatti a referto ci sono, oltre ai sopracitati, Cortese con sette e Molinaro con quattro punti, Venuto e Panni a zero non sono sufficienti per una squadra già priva di un americano.

Parte bene il secondo tempo per la Bondi, Cortese subito da tre pareggia e diventa il quarto giocatore in doppia cifra dei suoi.

In equilibrio tutto il terzo quarto, aumenta la fisicità di una partita già di per sé fisica e i contatti non si risparmiano.

Viene fischiato un tecnico a Martelossi che protestava sulla disparità delle chiamate arbitrali sui falli, Orzinuovi non lo sfrutta appieno e si rimane a contatto.

Un colpo al volto ai danni di Hall che volava a canestro e il mancato fischio arbitrale fa infuriare il pubblico che rende il clima caldissimo per l’ultimo quarto di gioco che la Bondi dovrà affrontare partendo dal meno cinque.

Scarica di energia di Orzinuovi, schiacciata con fallo di Olasewere per il più nove ma a fermare l’entusiasmo degli ospiti e mettere un solo possesso di distacco ci pensano Hall e Moreno da dietro i sei e settantacinque.

Panni, come contro Ravenna, si iscrive alla partita in un momento molto delicato, per lui sono tre punti che valgono la parità.

A poco più di quattro minuti rimanenti sul cronometro arriva anche il sorpasso, firmato dal solito sospetto Riccardo Cortese. Una buona difesa permette a Ferrara di ottenere una nuova azione in attacco, sbagliato il primo tentativo, Hall, solita calamita di rimbalzi, ne agguanta uno che tanto assomiglia a quello più importante della partita, poi arma di nuovo la mano del Capitano che va ancora a segno.

Orzinuovi trova due punti e poi rispetta Cortese dall’arco ma va oltre alla difesa aggressiva e gli concede tre tiri liberi che non fallisce.

Sollazzo si mette sulle spalle il peso della sua squadra portandoli alla parità dimostrando che non è arrivato ancora il momento di mollare.

Ancora tutto da decidere a un minuto e diciotto al termine di questa intensa e selvaggia partita. Ferrara spreca un possesso fondamentale, Orzinuovi non ne approfitta sbagliando un tiro facile dalla media e Mike Hall da campione insacca una tripla che ancora non chiude i giochi ma che ha un peso specifico notevole.

Orzinuovi nuovamente sbaglia un tiro per pareggiare e, forse causa la delusione di vedere una partita per lungo tempo controllata scappargli dalle mani, si perde Fantoni sotto canestro che va a schiacciare due punti che sanno molto di chiusura di conti.

Gli ultimi due punti sono di Hall dalla lunetta e per Ferrara è vittoria.

Vittoria sofferta che non fa sparire i problemi, ma vincere fa bene e ha un grande valore per una squadra ancora alla ricerca di una identità precisa e di continuità.

 

Matteo Bellinazzi.

 

Share this...
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this pageEmail this to someone
©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy