Cookie Policy

LA REKICO VIENE BEFFATA SULLA SIRENA

by • 11 Marzo 2019 • Serie B, TimeOutComments (0)27

Serie B

Amadori 69 – Rekico 66

(9-15; 30-30; 49-47)

 

CESENA: Ferraro 5, Dagnello 13, Trapani 10, Rossi F. ne, Battisti 3, De Fabritiis 13, Dell’Omo ne, Frassineti 4,
Raschi 9, Poggi ne, Sacchettini 2, Brkic 10. All.: Di Lorenzo

FAENZA: Fumagalli 16, Costanzelli, Silimbani 3, Samorì ne, Casagrande, Venucci 15, Zampa, Petrucci 11,
Chiappelli 9, Santini ne, Sgobba 12, Petrini ne. All.: Friso.

ARBITRI: Scarfò – Cassinadri

 

La Rekico cade al fotofinish in casa dei Tigers Cesena. Alcune fischiate dubbie negli ultimi secondi e la prodezza
di De Fabritiis sulla sirena condannano i faentini ad una sconfitta beffarda, ma che aiuterà il gruppo a crescere.
La vittoria è invece arrivata sugli spalti con i tifosi faentini che hanno creato un clima in stile PalaCattani anche
al Carisport.
La Rekico entra in campo con grande aggressività sorprendendo i Tigers, volando sul 12-6 e chiudendo il primo
quarto avanti 15-9: un parziale frutto delle triple e del gioco di squadra. L’Amadori riordina le idee e risponde
con Trapani, ancora una volta una variabile impazzita per la difesa manfreda. La sua verve regala un break di 12-
0 e il 21-15, ma la Rekico non si scompone e risponde con la stessa moneta. Una manovra corale perfetta e i
punti di Venucci e Silimbani confezionano un controbreak proprio di 12-0, riportando i Raggisolaris avanti 30-
26. All’intervallo si arriva poi sul 30-30, punteggio che fotografa una partita tesa e combattuta.
Al rientro in campo i Tigers provano a spingere ancora sull’acceleratore andando sul 41-32, ma non fanno i conti
con Fumagalli, perfetto nel tagliare a canestro e a prendersi ottime penetrazioni. Un suo break personale propizia
l’ennesima rimonta, permettendo alla Rekico di prendersi l’inerzia e qualche punto di vantaggio, arrivando sul
64-58 al 38’. Il demerito dei faentini è di non chiudere il match e così a 45’’ dalla fine Dagnello firma la tripla
del 64-64. Nelle due azioni successive però la Rekico viene penalizzata da un dubbio fallo in attacco di Petrucci e
dal fallo di Chiappelli (il suo quinto) su Brkic, con il cesenate che dalla lunetta firma un perfetto 2/2 (66-64).
Fumagalli lo imita (66-66) e a 17’’ dalla fine i Tigers possono gestire l’ultimo possesso. La difesa di Faenza è
buona, ma De Fabritiis si inventa il canestro della vittoria a fil di sirena con una tripla frontale.
PROSSIMO TURNO – Nel prossimo turno la Rekico scenderà in campo lunedì 18 marzo alle 20.30 al
PalaCattani contro l’Orva Lugo.

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy