Cookie Policy

La Virtus insegue Cremona per 3 quarti… poi crolla!

by • 10 Febbraio 2019 • evidenza, TimeOut, Virtus BolognaComments (0)100

Serie A PosteMobile – 19^ giornata

Vanoli Cremona – Segafredo Virtus Bologna 87-70

 

I tabellini 

Virtus: Punter 18, Martin 1, Moreira 16, Pajola , Taylor 6, Baldi Rossi , Cappelletti, Kravic 6, Aradori 12, Berti, M’baye 10, Cournooh 1, all. Sacripanti.

Vanoli: Saunders 15, Feraboli, Gazzotti, Diener 7, Ricci 3, Ruzzier 11, Mathiang 14, Crawford 11, Aldridge 13, Stojanovic 13, all.Sacchetti

Parziali: 22-18, 24-20, 15-20, 26-13

 

Buon inizio di Cremona che fa circolare molto bene la palla in attacco cercando la via del canestro nei primi secondi dell’azione. Gli uomini di Sacchetti sono efficaci anche nel tiro dalla lunga distanza con Aldridge, la Segafredo invece costretta a rincorrere riesce soltanto dopo alcuni minuti a far entrare in partita i suoi uomini chiave come Punter che mette a segno la prima bomba dei bianconeri dopo 4′. Diverse palle perse ed errori da entrambe le partiti dopo un avvio scoppiettante: la Virtus riesce a ricucire lo strappo con Aradori da 3 ed il gioco spalle a canestro di Kravic. Tantissimi errori al tiro nella parte finale del primo periodo, gara di qualità tecnica sicuramente non eccelsa: 22-18 il punteggio del primo periodo.

Vanoli momentaneamente in difficoltà  nel contenere Punter al tiro e Kravic sotto canestro, fortunatamente per i lombardi la difesa bianconera non è così irresistibile e Stojanovic riesce a mantenere a qualche lunghezza di vantaggio i padroni di casa. Molta la fatica dei bianconeri nel contenere la fisicità di Mathiang sotto canestro, Sacripanti lo nota subito e chiama il minuto sul +5 Vanoli. Virtus in difficoltà in attacco: errori di M’baye dalla lunga distanza ed attacchi poco efficace permettono a Cremona di correre con facilità in contropiede. +8 e massimo vantaggio Vanoli. Crawford entra significativamente in ritmo sulla fine del periodo, giocando molto bene sull’asse con Mathiang. Negli ultimi frangenti del periodo in cui si assenta dal campo Mathiang Moreira riesce ad accorciare leggermente le distanze. 46-38 per una Vanoli non spettacolare ma abile nel sfruttare la propria velocità e fisicità per costringere la Virtus a giocare ai ritmi a lei più congeniali.

Il secondo tempo inizia con difficoltà per la Virtus nel difendere su Saunders che segna e dispensa assist, mentre in attacco i bianconeri non trovano soluzioni ad alte percentuali. Cremona allunga fino al +11 grazie alla tripla di Aldridge, la Segafredo si affida maggiormente a soluzioni individuali come i 2+1 messi a referto da Aradori. Sprazzi di buona difesa bianconera con le stoppate di Moreira e M’baye: il risultato sono ottimi contropiedi e la Virtus che in un amen torna sul -4. Si scaldano gli animi dei giocatori e la gara diventa non bella ma sicuramente intensa. Per Cremona si iscrive alla lista dei tiratori da lontano anche Ruzzier. Incredibile tripla di Punter sul finire del periodo, non capitalizzato però dai bianconeri che in difesa concedono un sanguinoso extra possesso alla Vanoli. 61-58 il risultato del terzo periodo.

I padroni di casa rientrano con due di Stojanovic, mentre la Virtus con una brutta persa di Cappelletti e Kravic, che si mangia 2 punti fatti. Brutte notizie per la Virtus, 4 fallo di Punter con ancora 8′ da giocare e tanti errori nel tiro dalla lunga distanza. Poco dopo esce dai giochi Punter per 5 falli, decisamente il migliore della Virtus, invece Mathiang prende rimbalzi, attacca il canestro guidando un 5-0 mortifero per la Segafredo grazie alla tripla di Aldridge, time out Sacripanti. Migliore intensità difensiva per i bianconeri, anche se Ruzzier firma lo strappo decisivo per i suoi con una tripla ed uno sfondamento subito in difesa. Nel tentativo di recuperare Sacripanti allunga la difesa, ma Ruzzier è incontenibile e con una ulteriore tripla arriva al +16 che sancisce la vittoria della Vanoli. Le ultime azioni servono solo a fissare il punteggio sull’87-70. Ottima Cremona, meno efficace la Virtus anche se il divario finale di -17 non è indicativo della qualità della gara della truppa di Sacripanti che fino a 5′ dalla fine è comunque rimasta totalmente in corsa per la vittoria.

 

Matteo Cremonini

 

foto: Virtus Pallacanestro Bologna

Iscriviti a  TimeOut Basketball e seguici su Facebook

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy