Cookie Policy

La Virtus si inchina a Lavrinovic

by • 3 Gennaio 2016 • TimeOut, Virtus BolognaComments (0)809

 

 

Campionato di Pallacanestro Maschile Serie A

Virtus Obiettivo Lavoro Bologna – Grissin Bon Reggio Emilia 67-77

 

I tabellini

Bologna: Pitmann 24, Fabiani ne, Vitali M. 13, Vercellino ne, Cuccarolo, Gaddy 13, Pajola ne, Fontecchio 7, Mazzola 2, Penna, Fells 2, Odom 6 All.re: Valli

Reggio Emilia: Aradori 9, Bonacini ne, Polonara 9, Lavrinovic 17, Della Valle 10, De Nicolao 6, Pechacek 2, Strautins, Veremeenko 8, Silins 7, Gentile S. 9 All.re Menetti

Parziali: 22-19; 12-17, 13-24, 19-17

Arbitri: Sahin, Bartoli, Quarta

Derby Emiliano all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno per l’ultima giornata di andata, ospite della Virtus e’ la vice campione d’Italia Reggio Emilia, certamente una delle squadre piu’ in forma e competitive del campionato.

SPORT BASKET - VIRTUS OBIETTIVO LAVORO VS SIDIGAS AVELLINOIl match si apre con la tripla di Fontecchio dopo due minuti di gioco, buona la difesa bianconera che non concede spazi agli ospiti. Reggio fatica in attacco e si sblocca con l’entrata in campo di  Lavrinovic. La Grissin Bon insegue per tutto il quarto, la Virtus sfrutta la forza sotto canestro del solito Pitmann, difficile da marcare sia per Lavrinovic che per Veremeenko, l’ex-Miami Heat mette a referto 9 punti nel primo quarto. Sul finale in acrobazia Gaddy segna il 22-19 per Bologna.

Molto ferma in attacco la Virtus, che in difesa regala rimbalzi in attacco agli ospiti. Nonostante le evidenti difficoltà nel tiro da fuori, i padroni di casa restano al comando per metà quarto. Entrambe le squadre non riescono a segnare, il quarto si sblocca con il canestro di Aradori, che vale il più 1 per Reggio. Gli ospiti toccano i sei punti di vantaggio con la tripla di Polonara (28-34), cui risponde immediatamente Vitali che segna da tre e subisce fallo. I troppi errori della terna arbitrale non affossano le V-Nere,  la Virtus resta in partita e termina il primo tempo sotto di due, 34-36.

imageAmedeo Della Valle dal l’angolo per la tripla del più 5, ma Pitmann, da trascinatore vero tiene i suoi in gara. Questa volta a inseguire è Bologna, che subisce i pick and roll di Reggio e si conferma nulla nel tiro da fuori. Intanto entra in partita Veremeenko, 8 punti di fila per lui, lasciato libero di fare quello che vuole da Pitmann. Discutibile Valli che affibbia Lavrinovic ad Odom. Si risveglia l’attacco della Grissin Bon, che con un durissimo parziale chiude sul più 13, 47-60,  ai danni di una Virtus impresentabile.

Magistrale la circolazione di palla di Reggio, che trova sempre un uomo libero dall’angolo e che vale l’immediato 48-67. Emerge tutta la superiorità degli ospiti, che scappano sul più 20 dopo tre minuti di gioco! ottimo Lavrinovic. Solo una squadra in campo per la prima metà del quarto, sul finale scatto di orgoglio bianconero, Bologna torna a meno 13, con Pitmann e Vitali, ma è troppo tardi, punteggio finale 67-77.

Tutt’altro che una partita facile per Bologna, che ci crede per più di 20 minuti prima di mollare, tuttavia senza il tiro da fuori diventa difficile vincere, soprattutto contro avversari del calibro di Reggio. Onore ai vincitori, che hanno costruito un gioco dinamico e che con la vittoria odierna si confermano in cima alla classifica. Nel prossimo turno Reggio ospiterà la Manital Torino, mentre la Virtus sarà impegnata sul campo della Reyer Venezia.

Riccardo Tinti

immagini: virtus.it

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy