Cookie Policy

Magic moment Virtus: Punter e Moreira affondano l’Alma

by • 20 Gennaio 2019 • evidenza, Virtus BolognaComments (0)52

Legabasket Serie A – 16^ giornata

Virtus Segafredo Bologna – Alma Trieste

(17-13, 35-27, 66-45)

I tabellini

Bologna: Punter 23, Martin 8, Moreira 10, Pajola 1, Taylor 6, Baldi Rossi 5, Cappelletti 2, Kravic 12, Venturoli ne, Aradori 5, Berti ne, M’Baye 11. All. Sacripanti, 1° Ass. Griccioli, 2° Ass. Fedrigo

Trieste: Coronica ne, Peric 9, Fernandez 12, Wright 5, Strautins 9, Cavaliero 13, Da Ros, Sanders 4, Knox 6, Dragic 4, Mosley 12, Cittadini. All. Dalmasson, 1° Ass. Praticò, 2° Ass. Legovich

Arbitri: Mazzoni M. (GR) – Giovanetti G. (TR) – Calbucci G. (RM)

Cronometrista: Piomboni L. (RN)

Segnapunti: Zaniboni L. (BO)

24 Secondi: Toschi A. (RA)

Spettatori: 5000 ca.

 

20.01.2019, PalaDozza, Bologna (BO) – La Virtus continua il suo momento magico, domando in casa la sempre imprevedibile Trieste di coach Dalmasson, che dura due quarti, per poi affondare nel terzo e ritrovarsi in conclusione, addolcendo un passivo che si stava facendo pesante.

Una buona difesa bolognese nei primi 20′, un attacco guidato da un solidissimo Moreira (10 + 12 rimbalzi), ma Trieste è brava a restare in scia con Peric e Mosley; poi Punter, il solito Punter, un killer del cesto che ne mette 12 di fila e rilancia la Virtus davanti al suo pubblico.

La cronaca

Subito Peric vicino a canestro, Trieste porta Knox lontano da canestro a fare show su Taylor, Taylor sblocca la Virtus e subito si vede un ottimo Moreira, attivo e coinvolto dai compagni; proprio Moreira  imbriglia Peric, l’Alma spende 2 falli in 2 minuti, Moreira fa valere la tecnica contro Knox (5-2), ma Peric è lasciato colpevolmente solo e colpisce da tre per il pareggio a quota 5. Taylor sfida Peric in penetrazione, ma è bravo il #2 biancorosso a tenere; Peric serve Sanders per il +2 triestino, Wright sbraccia in attacco contro Taylor, Moreira segna in post il nuovo pareggio a quota 7. Secondo fallo personale di Taylor, entra Cappelletti; 2 su 2 di Wright (7-9 a 4’35”), Mosley sbaglia ma poi recupera e fa +4 Trieste. La Virtus si intestardisce con palla sotto a Moreira, Trieste legge bene ma non concretizza in attacco; Dragic commette fallo su M’Baye, che dalla lunetta fa 2 su 2 per il -2 bianconero a 3’31”. Sciocca persa di Wright, che entra in campo prima di aver lasciato il pallone dalla rimessa; Cappelletti sbaglia da 3, si invola Sanders per il canestro e fallo: 9-13, con libero sbagliato a 2’10”. Si vede subito la presenza di Kravic, che appoggia il bel pallone di Cappelletti per il -2 virtussino; Martin lotta contro Da Ros, guadagnandosi la lunetta (2 su 2, 13 pari). Trieste va in difficoltà su una grande difesa bolognese, Cappeletti si tuffa sulla palla vagante concedendo ai suoi il possesso a 1’20” dal termine del primo periodo. Dal timeout di Dalmasson esce una Trieste disattenta, che concede un’autostrada a Martin per la schiacciata del 15-13. Brutta palla di Da Ros per Fernandez, Punter scaglia da 3, Cappelletti conquista il rimbalzo e viene stoppato, ma Kravic è presente per correggere il pallone del 17-13, e un’altra grande difesa bolognese chiude i primi 10’ sul 17-13 a favore dei padroni di casa.

La richiesta di Sacripanti è chiara: punire i mismatch dei lunghi attaccando con convinzione dal palleggio, ma anche con tagli, così come fa molto bene Cappelletti, che servito da Kravic appoggia il 19-13, prima di venire stoppato sulla seconda occasione consecutiva. Peric e Dragic fanno 0-4 per il 19-17 a 7’40”, ma subito risponde Martin in appoggio (21-19); la sciacciata di Mosley è impressionante, Cavaliero fa infuriare il PalaDozza conquistandosi un fallo in attacco, ma la reazione bianconera è furente, e porta Trieste a commettere infrazione di 24”; Wright manda Aradori in lunetta (2 su 2, 23-19), e la Virtus è coriacea in difesa, complicando ogni azione triestina sino al recupero, mal sfruttato da Baldi Rossi. Martin cancella Peric, Baldi Rossi non fa pace col canestro, mentre Knox sì (23-21); Aradori è presente (25-21), Kravic molto attivo insieme a Pajola, insieme a cui confeziona il massimo vantaggio Virtus (27-21). Bravi Knox e Peric a non mollare, e il parzialino di 0-4 rimette Trieste in scia, a soli 2 punti di distanza da Bologna. Sacripanti ferma il cronometro a 3’50”, Baldi Rossi sbaglia ma si getta sulla palla vagante, provocando la persa triestina e riconquistando il possesso; Punter d’orgolgio sfida Peric in entrata per il +4 bianconero, Kravic viene servito (stavolta sì) e si conquista la lunetta a 2’20” dall’intervallo. Doppio errore di Kravic dalla lunetta, Pajola stoppa e poi recupera sulla rimessa, conquistandosi la lunetta (0 su2); Trieste continua a litigare col canestro, la Virtus è più brava a caricare di falli gli avversari, in particolare con Pajola (1 su 2, +5 Virtus a 1’15”). Peric esagera con i cambi di direzione, Pajola scippa e corre, servendo bene Punter per il canestro del 33-25, altro massimo vantaggio Virtus. Mosley prende l’ascensore (33-27), Punter stoppato ma Kravic è presente a rimbalzo (35-27), così come in difesa a spendere un buon fallo su Fernandez. Trieste lavora sulla rimessa, Cavaliero trova Mosley ma la schiacciata del #42 non viene convalidata perché fuori tempo massimo, e la Virtus può così chiudere sul +8 all’intervallo.

Subito Mosley (35-29), risponde M’Baye con una bella finta di corpo su Peric, ma la difesa bianconera è disattenta e lascia libero Dragic (37-31); Punter lavora bene con le finte, segnando in sospensione il 39-31 a 8’40”, prima che Taylor (in campo dopo un lungo riposo per falli) perda possesso per infrazione di passi. Sacripanti chiede a Punter di attaccare Sanders, e il #0 lo fa con successo, dando alla Virtus il primo vantaggio in doppia cifra del match, sul 41-31, prima che la bomba di Wright faccia 41-34. Moreira lotta a rimbalzo, Taylor si invola ma viene stoppato da Mosley, e sulla rimessa M’Baye commette infrazione di passi; Trieste cerca Mosley, Moreira è una bella presenza in area, rendendo tutto molto più difficile alla formazione biancorossa, ma proprio il #2 perde palla per un’altra infrazione di passi. Momento stanco del match, con il punteggio ancora bloccato sul 43-34 a metà periodo; ci pensa M’Baye ad accelerare, sbloccando la Virtus dalla lunetta per il +11 a 5’ esatti. Moreira si dimostra un fattore per Bologna: segna in schiacciata, recupera su Peric, conduce il contropiede e serve M’Baye, che subendo fallo fa 49-36 a 4’23”, momento in cui Dalmasson è costretto al timeout. Cavaliero si carica Trieste sulle spalle (50-39), ma è pronta la risposta di Punter, che con 6 punti consecutivi scrive 56-39 a 3’ dalla fine del periodo. Si iscrive alla partita Fernandez, ma Punter è caldissimo, e dall’angolo fa +18 Virtus a 2’05”; riposo per Moreira, torna Kravic nella Virtus, Knox dalla lunetta non punisce il #11 con uno 0/2 doloroso per Trieste. Spazio per M’Baye in post basso, Trieste è macchinosa ma Fernandez trova il fallo da 3 di Cappelletti: 2 su 3 e +18 Virtus, ma Punter non vuole fermarsi, e con la quarta bomba del periodo anestetizza la risposta di Fernandez per il 64-45 Virtus. Cappelletti pesca Kravic, fermato fallosamente da Strautins: 2 su 2 e +21 Virtus a fine terzo quarto.

Errore di Cavaliero da 3, ma il #18 biancorosso ruba a Punter e appoggia il 66-47 a 9’; il neo-entrato Taylor trova Kravic (68-47), Baldi Rossi scippa Da Ros e si invola per il 70-47 Virtus. Taylor esagera in penetrazione, Strautins si guadagna i tiri liberi ma non ferisce (0 su 2 del #12); ancora Strautins in lunetta, ancora 0 su 2 ma Trieste rimane in attacco e segna con Mosley. Pajola prova a tenere Cavaliero, ma proprio il #18 fa 70-52 a 6’08”, obbligando Sacripanti ad un timeout doveroso, per risvegliare una Virtus che già stava pensando di controllare la partita, facendolo non al meglio. Taylor di forza in entrata, pronto parziale di 0-4 triestino, che con Cavaliero si porta fino al 72-57 a 4’58”; tornano Moreira e Punter, ma è Baldi Rossi a muovere la retina per il 75-57 virtussino. Da Ros incespica sul pallone, Punter perde il possesso mettendo il piede fuori dal campo, Strautins fa -12 in un amen, Moreira  è solido in attacco, Baldi Rossi risponde presente in difesa, Punter esagera col palleggio e si fa rubare la palla da Mosley (77-65), ma Moreira è un problema per Trieste, che inseriscono Cittadini per controllare il #2 bianconero. Cavaliero si guadagna 3 tiri liberi per il -9 biancorosso a 1’25” dal termine; Taylor punta Fernandez ma scivola, consegnando a Trieste il possesso a 1’14” dalla fine. Quinto fallo di Taylor su Cittadini (0 su2), la Virtus conquista il rimbalzo e mantiene il possesso con Cappelletti; fallo di Cavaliero su Punter, che dalla linea dei liberi fa +11 a 40” dal termine. Non va la tripla di Strautins, Martin conquista il rimbalzo e appoggia il +13, prima della tripla di Fernandez (81-71); Aradori va in lunetta (1 su 2), poi Strautins allo scadere infila la tripla del finale 82-74 in favore di Bologna.

(Foto: Virtus Segafredo Bologna)

Lorenzo Gualandi

 

Iscriviti a Timeout Basketball

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy