Cookie Policy

Masi lotta ma a vincere lo scontro playoff è Parma.

by • 14 Marzo 2019 • Serie D, TimeOutComments (0)71

Serie D- Girone A

Pol.Masi-Magik Parma 65-70

(16-18; 27-27; 49-42)

 

Pol.Masi : Ballanti 13, Masetti 5, Castaldini 2, Freddi 10, Di Marzio 3, Sassoni, Truppi 2, Zanchi 7, Trebbi,
Bertacchini 18, Zanotti 5 . All. Forni

Magik Parma: Bazzoni 7, Bocchia 7, Malinverni 8, Paulig 17, Caravita 6, Verti 1, Diemmi 5, Giglioli, Brogio
19, Berlinguer ne. All. Donadei

Arbitri: Venezia R. e Fiocchi F.

 

Doveva essere uno scontro playoff, vissuto quasi come un vero e proprio spareggio e così è stato.
Magik viene a far visita alla Masi con il coltello fra i denti per riconquistare quel quinto che quest'anno non
era praticamente mai arrivato mentre i padroni di casa cercano di allungare a più 4 cercando possibilmente
di ribaltare lo scontro diretto, perso all'andata.
Il copione della partita per i bianco-verdi è chiaro sin dall'inizio, limitare Paulig, leader massimo dela
squadra allenata da coach Donadei. Lo scontro è acceso fin dalle prime battute, Paulig non fa male ma
dentro l'area Parma trova le maggiori soddisfazioni, soprattutto a rimbalzo offensivo dove gli ospiti la fanno
da padroni.
La Masi di tutta risposta cerca come al solito di alzare l'intensità difensiva ,alzando anche la difesa a tutto
campo nel tentativo di soffocare le guardie avversarie.
Come detto 2 squadre agli opposti che soprattutto nel primo tempo si danno battaglia, ed è proprio la Masi
che dopo un primo quarto finito leggermente in ritardo nel punteggio( 16-18) a sprecare le migliori
occasioni per scappare, in particolare in contropiede.
Nella prima metà di gara, terminata poi con un punteggio di parità sul 27-27, sono Bertacchini da una parte
e Brogio dall'altra a prendersi la scena soprattutto in attacco, 12 per il miglior realizzatore Masi e 9 per il
lungo parmense; lasciando ogni pronostico sulla vittoria finale agli ultimi 20 minuti.
Alla ripresa la Masi dà il tutto per tutto, dalla panchina entra in scena anche Ballanti, 13 punti per lui alla
fine e sicuramente uno degli ultimi a crederci ancora, mentre Zanchi dopo in una prima parte di gara
anonima fa esplodere il Cabral con 2 tiri dalla lunga distanza consecutivi.
I padroni di casa prendono così la testa della partita con l'inerzia per la prima volta passa da una parte
rispetto all'altra con il punteggio che recita il punteggio di 49-42 a fine terzo quarto.
Purtroppo per i ragazzi di coach Forni la partita però ha altri 10 minuti da raccontare e sono proprio i
primissimi minuti dell'ultima frazione a dare un'impronta decisiva al match.

Gli ospiti , sulle spalla di Paulig ci mettono appena un minuto ad impattare la partita sul 49 pari, e a metà
quarto sono addirittura in doppia cifra di vantaggio con i padroni di casa che cominciano a sentire
stanchezza fisica e mentale dello scontro subendo fisicità e forse la maggiore esperienza degli ospiti.
I bianco-verdi perdono pezzi con Zanchi che esce per infortunio mentre prima Di Marzio poi Masetti escono
per falli( da ricordare anche le pesanti assenze di Galassi e Franchini).
Si arriva agli ultimi minuti che ci raccontano di una squadra che abbandona ogni dettame tecnico- tattico
aggrappandosi alla speranza e alle ultime energie in corpo per rimettere in piedi una partita quasi chiusa,
mentre a Magik non rimane che gestire il vantaggio, evitando palle perse e decisioni sbagliate.
Masi ci prova ma le ultime chance di rimonta si infrangono sul ferro con una tripla di Ballanti che entra ed
esce per il possibile -3 ad 1 minuto dalla fine.
La partita termina con il punteggio di 65-70, Magik raggiunge e supera la Masi grazie alla doppia vittoria
maturata sui bianco-verdi ; mentre ai padroni di casa non rimane che l'amarezza di aver sprecato forse un
pò troppo nel momento decisivo ma comunque anche la certezza di potersela giocare fino alla fine per un
sogno chiamato play-off.
Prossima settimana Masi fa visita a Calderara sabato 16 marzo mentre Magik Parma ospiterà domenica 17
marzo Sampolese, per mantenere la quinta posizione.

 

Alessandro Zanchi

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy