Cookie Policy
Fulgor fidenza urlo dopo nazareno

Masi lotta, ma contro Fidenza non c’è storia

by • 11 Febbraio 2019 • Serie D, TimeOutComments (0)67

Serie D Girone A

Pol.Masi-Pal. Fulgor Fidenza 2014 56-77

(14-23; 29-43; 39-62)

 

Pol.Masi : Ballanti 2, Franchini 3, Galassi 4, Masetti 4, Castaldini 2, Freddi 16, Truppi 2, Zanchi 5,
Bertacchini 14, Zanotti 4 . All. Forni

Fidenza: Lombardi, Iacomino 5, Moscatelli 12, Di Noia 21, Gaudenzi 3, Maggi 7, Lanzi 2, Garofalo 12,
Parmigiani 7, Rivetti,Barcaroli, Montanari 8. All. Cavalieri

Arbitri: Moro F. e Del Rio S.

 

Doveva essere una partita intensa e maschia e così è stato; scontro che gli ospiti , con pubblico al seguito,
aspettavano da un girone intero,dal giorno dell’inaspettata vittoria bianco-verde in quel di Fidenza.
La partita di ritorno vede affrontarsi due squadre in striscia positiva , 8 le vittorie consecutive di Fidenza
mentre 2 quelle dei padroni di casa per uscire da un periodo buio, con gli ospiti che hanno come
unico obiettivo quello di conquistare la prima posizione, valida per la promozione diretta, mentre la Masi
cercando di sfruttare la scia del successo playoff contro Voltone per allungare sulla sesta posizione.
Come detto, la partita è fin da subito dura, combattuta, vissuta su ritmi elevati e che assomiglia più ad una
gara playoff che a regular season.
I padroni di casa ce la mettono tutta spinti anche dal numeroso pubblico al Cabral, ma piccole disattenzioni,
non concedibili in certe partite, consentono a Fidenza subito di prendere la testa della partita.
Di Noia e Garofalo, assente all’andata, si confermano giocatori di categoria superiore e la prima frazione si
conclude con il punteggio di 14-23.
Nella seconda frazione la musica non cambia, la fisicità imposta dagli ospiti impedisce alla Masi di inserire le
marce alte e solo qualche recupero dell’incontenibile Freddi riescono a tenere a galla i suoi con il
tabellone che recita il punteggio 29-43.
La ripresa non svela nulla di nuovo nel copione della partita che scorre senza sorprese ma con Fidenza che
alza ancor più l’intensità e la fisicità soprattutto in difesa dove i bianco-verdi al contrario non riescono più a
trovare ritmo e fluidità offensiva, ogni tiro diventa un macigno e avere l’occasione di segnare sembra quasi
un miraggio.
Solo Bertacchini e ancora Freddi tengono in scia i padroni di casa evitando un passivo ancor più evidente,
ma la differenza in campo è grande e gli ospiti portano a casa la vittoria e soprattutto una rivincita
personale dopo la sconfitta fra le mura amiche dell’andata.
Dopo un finale nervoso e discusso, espulsi Bertacchini e Iacomino, la partita termina con il punteggio di 56-
77 con gli ospiti che si riportano a pari punti con la capolista Correggio mentre la Masi nonostante i 2 punti
lasciati per strada rimane quinta, ultimo posto utile per i playoff.

Subito in campo le due squadre per il turno infrasettimanale che vedrà la Masi ospite a Carpi martedì sera
mentre Fidenza accoglierà mercoledì Magik Parma, entrambi gli incontri ,match di cartello della quinta
giornata di ritorno.

 

Alessandro Zanchi

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy