Cookie Policy
Modena

Modena, ci siamo! Il popolo canarino sogna di vivere una giornata storica

by • 4 Maggio 2019 • ConcretaCalcio, CurvaMontagnani, evidenza, modenafc, newsComments (0)80

Domenica 5 maggio 2019. Una data che potrebbe, ed è doveroso usare il condizionale, rivelarsi storica per un popolo che da troppo tempo non gioisce per una promozione. L’ultimo salto in avanti dei canarini, come ben sappiamo, risale a diciassette anni fa, quando il 12 maggio del 2002 lo 0-0 a Marassi col Genoa fu sufficiente per conquistare con tre turni d’anticipo la Serie A, poi mantenuta un altro anno grazie alla salvezza della stagione successiva. Per andare a trovare l’ultimo campionato vinto dobbiamo andare indietro di altri dodici mesi, e cioè al 13 maggio del 2001, giorno in cui al ‘Braglia’ la Longobarda di De Biasi salì in B battendo il Lecco per 2-0. Questa volta in palio non ci sono né la Serie B né tantomeno la Serie A, certo, ma per una società nata solo pochi mesi fa sarebbe davvero ‘tanta roba’ riuscire a fare centro al primo tentativo. Perché ciò accada già domani, è necessario fare meglio della Pergolettese. I gialloblù di Modena e i gialloblù di Crema hanno comandato, prima gli uni e poi gli altri, il girone D di quarta serie. La parte iniziale della stagione è stata appannaggio dei canarini, che sono stati là davanti per tutto il girone d’andata. Alla prima di ritorno, poi, la pesante sconfitta di Carpaneto (ultimo match di Apolloni in panchina) ha significato l’aggancio dei lombardi, che si è trasformato in sorpasso la settimana dopo, quando il Lentigione ha fermato il Modena nel giorno d’esordio per Bollini. Da lì un inseguimento, con alti e bassi, durato quattordici giornate: quando l’impresa sembrava ormai impossibile (-6 a tre gare dalla fine), i gialli sono stati bravi ad approfittare di un inaspettato k.o. della Pergolettese e a riprenderla andando a vincere lo scontro diretto. Ora la classifica, quando mancano gli ultimi 90 minuti, dice 70-70. Nell’ultimo atto il Modena riceve un San Marino costretto a fare risultato per evitare la possibilità di retrocedere direttamente, mentre i cremaschi vanno a Sasso Marconi, dove i padroni di casa cercano una vittoria che potrebbe valere la salvezza. Chi fa più punti, festeggia la Serie C. Se, invece, verso le 16.55 di domani pomeriggio c’è ancora una situazione di perfetta parità, il regolamento prevede uno spareggio. L’attesa sta per finire. In un ‘Braglia‘ che deve essere una bolgia sono previsti più o meno diecimila cuori gialloblù pronti a spingere i canarini verso la vittoria. Poi, senza mai smettere di cantare, di tanto in tanto è giusto dare un’occhiata allo smartphone per capire cosa sta succedendo a Sasso Marconi e sperare. Modena, vivi il tuo giorno!

Riccardo Corradini

 

Foto: modenacalcio.com

 

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy