Cookie Policy
Bollini

Modena-Fanfulla 4-0, le parole di Bollini, Spaviero, Ndoj e Calamai

by • 24 Febbraio 2019 • ConcretaCalcio, CurvaMontagnani, modenafcComments (0)56

Al termine di Modena-Fanfulla, terminata 4-0 con le reti di Spaviero (doppietta), Ferrario e l’autorete di Zanoni, gli allenatori delle due squadre, Alberto Bollini e Andrea Ciceri, oltre ai giocatori canarini Tommaso Spaviero, Orlando Ndoj e Matteo Calamai, e hanno commentato il match appena concluso. Queste le loro parole:

Alberto Bollini, allenatore Modena: “Oggi, abbiamo fatto due prestazioni diverse nei due tempi. Nella prima frazione, per la prima volta nella mia gestione, abbiamo giocato in ripartenza, essendo andati in vantaggio subito. Siamo stati compatti in difesa, facendo bene, anche se loro erano il secondo migliore attacco del campionato. In alcuni momenti dovevamo pulire di più la palla e palleggiare di più. Nel secondo tempo, invece, siamo stati molto più corti e più compatti e abbiamo palleggiato meglio e avuto tante occasioni da gol. Pergolettese? Non ho mai fatto tabelle, sono contento della vittoria di oggi del Modena e della verve data da chi è entrato. E’ presto per guardare i risultati degli altri. Centrocampo? Ho tenuto in considerazione l’agonismo del Fanfulla. Ci serviva un palleggio protetto e a volte c’è stato, altre volte no.”

Andrea Ciceri, allenatore Fanfulla: “Il secondo gol, preso a fine primo tempo, è stata una mazzata. Oggi, ho visto un Modena veramente affamato; ringrazio i ragazzi, ma, purtroppo, non siamo riusciti a evitare un grosso passivo. Nel primo tempo abbiamo fatto bene, ma il possesso palla non conta troppo; dovevamo essere più cinici. Pergolettese? Per noi quella della settimana prossima è una partita sentita. Siamo in un momento particolare, a livello di infortuni, ma io non accetto questi cappotti, l’ho già detto alla squadra.”

Tommaso Spaviero: “Spero di continuare così dopo la doppietta di oggi. Dedico il gol a tutti i tifosi del Modena che ogni volta ci sostengono. Non ci ho pensato due volte a dire sì a una piazza importante come quella di Modena. Primo gol? E’ stato un bel contropiede; Calamai mi ha portato via l’uomo e io ho calciato senza pensarci e ho trovato la punta. Uno contro uno? Mi viene molto istintivo; il mister mi chiede spesso di puntare l’avversario per creare superiorità numerica.”

Orlando Ndoj: “Sono molto contento di essere tornato in campo dall’inizio dopo l’infortunio e la panchina di Crema. Nel primo tempo siamo andati in difficoltà, ma abbiamo segnato con due contropiedi. Nella ripresa è andata meglio e ci siamo sciolti, segnando altre due reti. Ruolo? Bollini mi chiede le stesse cose che facevo con Apolloni. Il mister mi ha detto di spingere molto sulla fascia.”

Matteo Calamai: “Sapevamo che oggi sarebbero serviti intensità e agonismo. Siamo partiti bene, ma poi ci siamo abbassati a fine primo tempo. Dopo il secondo gol, invece, non abbiamo avuto più problemi e abbiamo gestito bene la gara e il vantaggio. Sappiamo di avere una rosa importante, in cui anche i subentrati danno il loro contributo. Anche a Crema avevamo fatto bene, ma ci tenevamo a riscattare il risultato e ci siamo riusciti alla grande. Pergolettese? Posso garantire che non ci sarà un calo di tensione dopo i tre punti guadagnati oggi. Questa settimana lavoreremo bene come abbiamo sempre fatto. Condizione fisica? Non ho fatto la preparazione estiva, ma adesso mi sento molto meglio dal punto di vista fisico. Ho più esplosività e resistenza.”

 

Simone Guandalini

Foto: modenacalcio.com

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy