Cookie Policy
Roby Malverti

Modena-Fiorenzuola 3-2, il post-partita con Malverti, Sansovini, Duca e Ferrario

by • 19 Maggio 2019 • ConcretaCalcio, CurvaMontagnani, evidenza, modenafc, newsComments (0)45

Al termine di Modena-Fiorenzuola, finita 3-2, con il Modena che con le reti di Ferrario e Sansovini (doppietta) ha rimontato due volte lo svantaggio, arrivato nel primo tempo con la rete di Rivi e nella ripresa con il gol di Matera, i tecnici delle due squadre, Malverti e Brando, oltre ai giocatori canarini Sansovini, Ferrario e Duca hanno commentato il match appena concluso.

Queste le loro parole:

Roby Malverti, allenatore Modena: “Oggi è stata fondamentale la dedizione che hanno messo in campo i ragazzi, che in settimana erano arrabbiati per lo spareggio perso. Tifosi? Il pubblico aveva diritto di fare quello che ha fatto e lo ha fatto in maniera civile, ma il clima all’inizio non era semplice. Sapevamo che la curva avrebbe festeggiato con noi in caso di buona prestazione. Ringraziamo, comunque, i tifosi, che avevano aspettative diverse. Quando abbiamo messo in campo il cuore, si sono fatto sentire. Io ho conosciuto la squadra in questi giorni, e non ho mai temuto un crollo psicologico dei ragazzi, nonostante lo svantaggio. Oggi dovevamo dimostrare la consapevolezza nei nostri mezzi. Ruolo di Sansovini? E’ stato l’unico accorgimento che ho apportato rispetto all’ultima gara, mettendolo dietro a Ferrario. Gli ho chiesto un lavoro fondamentale tra le linee e di sfruttare la sua intelligenza tattica. Cambi ritardati? Quando le cose vanno bene e si ha il comando della situazione non ha senso cambiare. C’era il giusto equilibrio e non volevo stravolgere delle certezze. Oggi, dalla paura di vincere della settimana scorsa, siamo passati alla voglia di vincere. Reggio Audace? Adesso dobbiamo raccogliere le energie, se necessario apporteremo qualche modifica. Questa rosa mi consente di fare tutto se si mette a disposizione come ha fatto in questi giorni. Conterà il nostro atteggiamento.”

Lucio Brando, allenatore Fiorenzuola: “Siamo dispiaciuti per il risultato, ma non abbiamo niente da rimproverarci per quanto riguarda la prestazione. Siamo arrivati a mezzo metro dalla finale. Modena? Nelle due gare disputate, abbiamo segnato sei gol in questo stadio e non è da tutti. Noi siamo una realtà atipica per la categoria, abbiamo giocato con sette under dall’inizio. C’ è una differenza abissale tra la nostra rosa e quella del Modena. Se il Modena non vince questi playoff, dovrà fare un mea culpa. Questo per noi è motivo di grande orgoglio, ci prendiamo i complimenti e li giriamo ai ragazzi, che se li sono meritati. Tifosi? Sono stati veramente meravigliosi. Sono ragazzi giovani che ci hanno seguito dappertutto e che meritano tanto. Rimpianti? Il rammarico non può non esserci perchè siamo arrivati a questa partita in grande emergenza. Futuro? Sarà molto difficile ripeterci.”

Marco Sansovini: “Condizioni fisiche? Ho subito un colpo nel finale e ho avvertito un forte crampo, ma spero di recuperare per domenica. Mi dispiace non avere giocato di più a Novara. Ho sentito dire che dovevo essere gestito, ma non so perchè. Ruolo? In carriera ho giocato spesso seconda o prima punta, ma gli altri due allenatori mi vedevano meglio sulla fascia e io rispettavo le loro idee per il bene della squadra. Giocando sulla trequarti, non è facile prendere palla, quindi è normale cercare di svariare per trovare la posizione. Gol? Nel secondo gol Ferretti ha fatto una giocata da giocatore vero, nel primo ho aspettato il momento giusto per calciare.”

Edoardo Duca: “Condizione fisica? Dopo lo spareggio ho avuto un problema alla gamba. Ho ricominciato ad allenarmi venerdì e pensavo di stare peggio, invece sono riuscito a giocare dall’inizio. Standing ovation? Devo ringraziare i tifosi, sto vivendo un sogno, perchè venivo da una realtà diversa come Pavia. Cercheremo di rendere felici i tifosi vincendo i playoff. Reggio Audace? In stagione abbiamo dimostrato la nostra superiorità. Loro saranno più riposati, ma ormai è solo una questione di cuore, le gambe andranno da sole.”

Carlo Emanuele Ferrario: “Rimonta dopo lo svantaggio? E’ stata molto importante, dopo la settimana difficile che abbiamo passato. Abbiamo ancora qualcosa da dare, abbiamo dimostrato che anche nelle difficoltà abbiamo creduto in noi e siamo riusciti a passare il turno. Ci siamo guadagnati la finale, che non sarà un gara come le altre. Ruolo di Sansovini? Prima eravamo poco presenti in quella zona, con lui abbiamo fatto qualcosina di buono, anche se abbiamo provato poco questa situazione in allenamento. Coppia con Ferretti? Abbiamo un rapporto che va al di là del campo. Siamo contenti di aver giocato insieme; mi è sempre stato vicino, anche quando non giocava. Devo ringraziarlo. Tifosi? La contestazione va capita, è dettata dall’amore per questa maglia. Siamo stati bravi da squadra e da uomini ad affrontare questa situazione. Dobbiamo fare un plauso all’allenatore, che è arrivato con grande umiltà. Dobbiamo imparare dagli errori, stare concentrati e andare avanti.”

 

 

Simone Guandalini

Foto: modenacalcio.com

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy