Privacy Policy

Modena, il derby è ancora amaro: la Reggiana vince 1-0 e i gialli restano ultimi

by • 12 settembre 2017 • ConcretaCalcio, CurvaMontagnani, modenafcComments (0)159

E’ ancora amaro il derby contro la Reggiana per i canarini, che, nonostante una buona gara, si devono arrendere un’altra volta (1-0), dopo le tre sconfitte della passata stagione. A decidere il match è una rete di Cesarini al 53′; i gialli rimangono, così, a quota 0, occupando l’ultimo posto in classifica. La settimana prossima l’avversario sarà il Renate.

 

REGGIANA-MODENA 1-0                                                                                                                                                                                                             

Reti: 53′ Cesarini

REGGIANA (4-3-3): Facchin; Ghiringhelli, Spanò, Chrocchianti, Panizzi; Bovo, Genevier, Carlini (89′ Riverola); Napoli (89′ Bobb), Altinier (70′ Rosso), Cesarini (80′ Cianci). A disposizione: Viola, Rocco, Lombardo, Narduzzo, Manfrin. Allenatore: Leonardo Menichini.

MODENA (3-5-1-1): Manfredini; Ambrosini, Polverini, Sosa; Calapai, Giorno (54’Remedi), Carraro (70′ Persano), Capellini, Popescu; Galuppini (54′ Louzada), Maritato (82′ Momentè). A disposizione: Chiriac, Castagna, Minarini, Arcaleni, Badjie, Aldrovandi, Salini, Garofalo. Allenatore: Giuseppe Padovano (Capuano squalificato)

Arbitro: Sig. Dionisi di L’Aquila (Assistenti: Dell’Università-Rabotti)

Note: Ammoniti: Popescu (M), Remedi (M), Carlini (R)

 

La partita

Per l’atteso derby contro la Reggiana, Capuano, ancora in tribuna (per l’ultima volta) causa squalifica, conferma quasi in blocco l’undici che bene si era comportato lunedì scorso a Forlì contro il Vicenza; l’unica novità è il rientro dal primo minuto di Ambrosini nel terzetto arretrato; l’ex Como affianca Polverini e Sosa a protezione di Manfredini; a centrocampo, ancora escluso Remedi, con le mezzali Giorno e Capellini che giocano ai lati del regista Carraro. Sulle fasce spazio a Calapai e Popescu, mentre davanti il tandem d’attacco è composto da Galuppini e Maritato.

Nella prima frazione di gioco sono poche le occasioni da gol; nei primi dieci minuti è la Reggiana a fare la partita, sfruttando il fattore campo, poi, pian piano, i gialli prendono coraggio e si fanno vedere dalle parti di Facchin; al 17′ è Calapai a calciare verso la porta, dopo una bella apertura sulla destra, ma il suo debole tiro viene bloccato senza problemi dal portiere di casa. Al 25′ è ancora il terzino messinese ad avere una buona occasione, ma la sua conclusione viene ribattuta da un difensore. Al 32′, buona opportunità per la Reggiana: Crocchianti colpisce di testa su punizione, ma Manfredini blocca facilmente. Al 34′ sono di nuovo gli ospiti a sfiorare il vantaggio: Galuppini si libera in area dopo una sponda di testa di Maritato, ma non riesce a superare Facchin, facendosi ribattere la conclusione, dopo avere sbagliato lo stop. Nel finale di tempo, la Reggiana spinge alla ricerca del vantaggio e al 39′ reclama per un calcio di rigore non concesso per una trattenuta di Polverini su Bovo. Due minuti più tardi è lo stesso Bovo a sfiorare il gol del vantaggio, dopo una bella discesa nella zona centrale del campo, ma la sua conclusione termina di poco fuori.

L’avvio di ripresa del Modena è da incubo: prima, al 51′, su cross dalla sinistra di Panizzi, Altinier spreca un’ottima occasione a tu per tu con Manfredini; poi, un minuto più tardi, lo stesso attaccante di casa, dopo un rimpallo fortunoso, si ritrova sui piedi il pallone dell’1-0, ma sul suo tiro è bravo Manfredini nella risposta. Al 53′, però, la pressione dei padroni di casa viene premiata; su cross di Carlini dalla sinistra, il pallone attraversa tutta l’area piccola, prima di essere raccolto da Cesarini, che insacca facilmente, portando in vantaggio i suoi. Capuano decide, allora, prima di inserire Louzada e Remedi per Galuppini e Giorno (54′), poi di far entrare anche Persano per Carraro (70′), passando al 3-4-1-2, con Louzada che gioca alle spalle della coppia Persano-Maritato, che all’82’ lascia il posto a Momentè. I gialli, con il nuovo modulo, provano a rendersi pericolosi, ma, anche a causa della mancanza di qualità in mezzo al campo, faticano a creare occasioni da gol, pur avendo aumentato il proprio potenziale offensivo.

La gara termina, così, col punteggio di 1-0 in favore della Reggiana, che ottiene la prima vittoria stagionale, e i canarini rimangono soli all’ultimo posto in classifica a quota 0 punti.

 

Simone Guandalini

Foto: www.modenafc.net

Share this...
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this pageEmail this to someone
©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy