Cookie Policy
Bollini

Modena-Pavia 2-0, il post-partita con Bollini, Baldazzi, Loviso e Zanoni

by • 31 Marzo 2019 • ConcretaCalcio, CurvaMontagnani, evidenza, modenafc, newsComments (0)54

Al termine di Modena-Pavia, finita 2-0, con le reti nel primo tempo di Baldazzi e Loviso, l’allenatore dei canarini, Alberto Bollini, oltre ai giocatori del Modena Baldazzi, Loviso e Zanoni hanno commentato il match appena concluso. Queste le loro parole:

Alberto Bollini, allenatore Modena: “Vittoria volevamo e vittoria è stata. Abbiamo vinto meritatamente, abbiamo fatto 14 conclusioni, più del 50% delle quali in porta. Oggi abbiamo segnato con un tiro da fuori e un calcio piazzato, ci mancavano questo tipo di reti, che servono a sbloccare le gare complicate. Siamo contenti per il gruppo e per i nostri tifosi. Avremmo potuto gestire meglio possesso palla e gioco, ma non siamo riusciti a chiudere la partita nella ripresa. Nel finale ci siamo abbassati un po’ troppo, ma la vittoria è arrivata da gruppo. Montella mezzala? Sta facendo tutti i ruoli, lui ha freschezza atletica e un’ottima corsa. E’ mancino e sa sfruttare bene le corsie esterne, mi ha dato la disponibilità a essere schierato in questo ruolo Ferrario-Ferretti? Io sono per la competizione tra calciatori. Ferretti è in forma e si è guadagnato il suo minutaggio per l’impegno mostrato. Nè Ferrario, nè Letizia avevano i 90 minuti e ho preferito non rischiarli. Derby? E’ più facile gestire il morale dopo una vittoria. E’ una gara sentita, molto importante per la nostra classifica e per i nostri tifosi.”

Pierluigi Baldazzi: “Sono molto contento per la squadra. Io in queste sei partite in cui non ho giocato mi sono allenato con professionalità ed entusiasmo. Oggi ho potuto dimostrarlo in campo e sono felice di avere sfruttato l’occasione. Tiro da fuori? E’ una delle mie qualità, ci provo spesso quando ho spazio. In settimana ci abbiamo lavorato particolarmente. Ho esultato dedicando il gol al pubblico, è un onore giocare per loro. Non guardo la classifica, mancano ancora cinque partite. Dobbiamo vincerle tutte, pensando solo a noi stessi. L’anno scorso a Pesaro abbiamo vinto il campionato all’ultima giornata. Cambio? Alla fine non ne avevo più, erano due mesi che non giocavo, mi mancava un po’ di minutaggio. Tribuna? Non è stato facile, ma si sa che quando cambia la guida tecnica bisogna accettare le scelte dell’allenatore. Io ho cercato di far cambiare idea al mister. Derby? E’ una gara importantissima, dobbiamo approcciarlo con la mentalità dell’andata.”

Massimo Loviso: “Oggi a centrocampo c’è stato qualche cambio. Montella ha giocato da mezzala e ha fatto vedere qualità importanti. Era importante vincere, perchè abbiamo passato due settimane difficili per la mancanza di risultati e morale. Noi ci alleniamo sempre bene, oggi abbiamo cercato di riscattare la sconfitta casalinga contro il Classe. Esultanza? Sono andato dai compagni in panchina, perchè credo nel gruppo. E’ difficile stare fuori, ho voluto abbracciare quelli che adesso non stanno giocando. E’ il mio primo gol al Braglia, è bello sentire una curva che urla il tuo nome. Cambio? Avevo dei forti crampi. Derby? Adesso c’è ‘la’ partita. Sappiamo quanto ci tengano la città e la società. Non servono tante parole, dobbiamo lavorare e dare il massimo, andando in campo con coraggio e personalità. Continuità? In stagione c’è stata un po’ di altalena di risultati, ma adesso vogliamo continuare questo trend positivo.”

Enrico Zanoni: “Sono soddisfatto di aver giocato dal primo minuto, aspettavo da tanto questa possibilità e so che ho da farmi perdonare qualcosa. Sono contento della prestazione, anche se si può sempre migliorare. Avevamo preparato in settimana di partire aggressivi per aggredirli. In settimana abbiamo lavorato bene, provando tiro da fuori e calci piazzati e i risultati si sono visti. Tattica? Mister Bollini preferisce lasciare libertà agli esterni alti e chiede più copertura ai terzini, che vanno meno in sovrapposizione. Noi terzini spingiamo solo se si recupera palla nella metà-campo avversaria. Derby? Dobbiamo pensare al primo posto, in un derby non si deve mai sbagliare l’approccio. Giocheremo per i tifosi e per la maglia.”

 

 

Simone Guandalini

Foto: modenacalcio.com

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy