Cookie Policy
Apolloni

Modena-Pergolettese 2-1, le parole di Apolloni, Dierna, Baldazzi e Ferrario

by • 16 Dicembre 2018 • ConcretaCalcio, CurvaMontagnani, modenafcComments (0)114

Al termine di Modena-Pergolettese, finita 2-1, con le reti di Ferrario e Baldazzi, con Piras che ha accorciato le distanze nel finale, gli allenatori delle due squadre, Luigi Apolloni e Matteo Contini, oltre ai giocatori canarini Emilio Dierna, Pierluigi Baldazzi e Carlo Emanuele Ferrario hanno commentato la gara appena conclusa. Queste le loro parole:

Luigi Apolloni, allenatore Modena: “Oggi abbiamo fatto un’ottima prestazione. La Pergolettese era in un ottimo momento, aveva vinto qualche partita con tanti gol di scarto, ma noi abbiamo portato a casa la partita, dimostrando che le critiche erano esagerate. Le squadre, quando ci affrontano, ci mettono l’impegno di una finale di Coppa del Mondo. Contro il Sasso Marconi avevamo vinto, ma ci è stato annullato un gol valido. Non abbiamo mai mancato dal punto di vista dell’impegno: in questo campionato tutte le squadre possono creare delle difficoltà. Dobbiamo dare continuità ai risultati, cercando di essere più cinici, ma questo non è un campionato semplice, come può sembrare. Oggi siamo stati bravi e concentrati, ma anche fortunati nell’occasione del gol del 2-0. Il Modena è primo in campionato con merito; accetto le critiche, ma a volte sono esagerate. Ringrazio i tifosi per l’incitamento nei momenti di difficoltà. Loviso? Ha fatto una buona gara, ma non era il Massimo di altre volte. Ha dato tanto in questo periodo. Duca? Avevo pensato di inserirlo, ma poi ho fatto altre scelte. Edoardo mi piace molto, può darsi che giochi contro il San Marino.”

Matteo Contini, allenatore Pergolettese: “I ragazzi oggi hanno risposto alla grande. E’ stata una gara decisa dagli episodi, noi eravamo molto organizzati e sapevamo cosa fare. Il Modena ha vinto, ma sono soddisfatto dei miei ragazzi, dobbiamo andare avanti così. Abbiamo sbagliato qualche uscita con la palla dalla difesa e su una ripartenza abbiamo preso il primo gol. La colpa è di tutti, il portiere può sbagliare come gli altri, ma non mi piace dare la colpa ai singoli. Ho visto un gruppo che ha lottato a ha provato a mettere in difficoltà la prima della classe, andandoci vicino. Siamo ancora più consapevoli della nostra forza dopo la gara di oggi.”

Carlo Emanuele Ferrario: “Sul gol dell’1-0 sono riuscito a sfruttare una ribattuta del portiere; per un attaccante è importante credere sempre che il pallone possa arrivare e gettarsi sul pallone in ogni occasione. Segnare sotto la Montagnani è una grande gioia, sono fortunato a poterci provare ogni domenica. Non ho esultato eccessivamente, anche se ero felice, perchè ho passato un anno incredibile con i tifosi della Pergolettese nella passata stagione. Non mi andava di fare casino, dopo i 33 gol dell’anno scorso. Oggi era una gara da dentro o fuori per noi, ma abbiamo dimostrato di lavorare l’uno per l’altro, compattandoci nei momenti di difficoltà. Adesso dobbiamo chiudere bene l’anno con la partita di San Marino. Oggi mi è piaciuto molto l’atteggiamento, oltre che la concentrazione, che avuto la squadra.”

Emilio Dierna: “L’importante oggi era dare una dimostrazione di forza e di squadra. I due pareggi consecutivi ci hanno dato fastidio, perchè in quelle due gare potevamo fare di più. Contro il Sasso Marconi abbiamo pagato la differenza di ambiente e di campo rispetto al derby. Contro l’Adrense non abbiamo lavorato da squadra, oggi invece sì e abbiamo portato a casa la vittoria, sfruttando le poche occasioni capitate. Siamo buoni giocatori, ma il campionato è ancora lunghissimo e ci sarà ancora da soffrire tanto: è normale che sia così in Serie D. Domenica a San Marino sarà una gara difficile, da chiudere subito. Spesso fuori casa capita che il centrocampo faccia fatica in fase di interdizione.”

Pierluigi Baldazzi: “Sulla punizione del gol volevo calciare in porta. Mi piace battere le punizioni e provare a fare gol su calcio da fermo, anche se oggi c’è stato un errore evidente del portiere. E’ stato il mio quinto gol, ma mi interessa soprattutto la vittoria, che è quella che contava oggi. Oggi abbiamo avuto una grandissima reazione; ci può stare qualche pareggio, anche contro squadre non di vertice, ma oggi ci siamo impegnati come sempre, e i valori sono venuti fuori. E’ un pregio di questa squadra vincere questo tipo di partite. Io cerco di sfruttare sempre le mie qualità, soprattutto la velocità, cercando di trovare i punti deboli delle avversarie. In settimana ho avuto un virus intestinale, ma sono guarito in fretta. Non ci dobbiamo esaltare per il vantaggio sulla Pergolettese, dobbiamo continuare a fare bene, a partire da domenica contro il San Marino.”

 

 

Simone Guandalini

Foto: modenacalcio.com

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy