Cookie Policy
Bollini

Modena-San Marino 1-0, il post-partita con Bollini, Pettarin, Bellini e Baldazzi

by • 5 Maggio 2019 • ConcretaCalcio, CurvaMontagnani, evidenza, modenafc, newsComments (0)54

Al termine di Modena-San Marino 1-0, decisa dal gol di Baldazzi ad inizio ripresa, gli allenatori delle due squadre, Alberto Bollini e Rocco Cotroneo, oltre ai giocatori canarini Pettarin, Baldazzi e Bellini hanno commentato il match appena concluso.

Queste le loro parole:

Alberto Bollini, allenatore Modena: “Quella di oggi poteva essere una giornata insidiosa, anche per l’aspetto metereologico. Abbiamo interpretato bene la gara, avendo pazienza contro una squadra molto arcigna nell’asse centrale. La pazienza ci ha premiato, ma non era semplice rimanere tranquilli, perchè sarebbe stato meglio sbloccarla nel primo tempo. Tiri da fuori? Era un nostro obiettivo, visto il terreno scivoloso, ma gli avversari erano molto stretti e avevamo più spazio sulle corsie esterne. Dopo il vantaggio, ci siamo distesi bene e abbiamo cercato la vittoria anche attraverso il gioco. Diffidati? In difesa ho preferito scegliere Dierna, considerando la diffida di Gozzi, non potevamo rischiare. Perna e Rabiu sono stati molto attenti. Pergolettese? Io devo fare grandissimi complimenti ai miei ragazzi, anche a quelli che non hanno giocato. Faccio i complimenti anche alla Pergolettese, ma ho chiesto il risultato solamente alla fine. Non volevo che ci fosse uno spreco di energie. Condizione fisica? Abbiamo avuto alcuni acciacchi nell’ultimo mese, non è stato facile gestirli tutti. La squadra e lo straordinario pubblico meritavano quanto fatto finora, ci siamo guadagnati tutto sul campo. Ci prepariamo a vivere questa settimana che qualche mese fa avremmo sperato di raggiungere.”

Rocco Cotroneo, allenatore San Marino: “Abbiamo impostato la gara di oggi sulla difesa, perchè abbiamo la quarta migliore difesa, nonostante il brutto campionato che abbiamo fatto. Ci è andata bene perchè il Classe non ha vinto e abbiamo un’altra possibilità ai playout. Campo? Ci può avere favorito, ma il Modena ha vinto meritatamente. Noi siamo riusciti a tirare in porta soltanto alla fine con la traversa su punizione. Playout? Giocheremo a Pavia. Noi giochiamo meglio in trasferta, quindi speriamo di farcela.”

Giacomo Pettarin: “Traversa del San Marino? Sarebbe stata una beffa, ma lo vediamo come un segnale. Un mese e mezzo fa, quella palla sarebbe entrata. Critiche e applausi? Non devo dimostrare niente a nessuno, sono scelte che vengono fatte dal mister. Quando non giocavo, non ero al 100% sotto l’aspetto fisico e il mister ha fatto delle scelte. E’ stato frustrante stare fuori, è sempre brutto non giocare. La mia svolta è stato giocare il derby a Reggio Emilia da titolare. Sono contento di come ho giocato quella partita e le seguenti. Quando subivo critiche, ero ferito ma dovevo solo guardare avanti, perchè i risultati, comunque, venivano. Serve sempre rispetto per tutti. Pergolettese? Non dobbiamo pensare alle due gare di campionato vinte. Il passato conta relativamente: domenica si parte da 0-0 e loro avranno il dente avvelenato. Noi, però, avremo l’entusiasmo della rimonta. Sarà una partita dalle forti emozioni, molto tirata, cercheremo di spuntarla.”

Pierluigi Baldazzi: “Gol? Il tiro mi è venuto istintivo, ho cercato di stoppare bene e di calciare, poi, anche grazie a una deviazione, la palla è entrata nell’angolino. Tiro da fuori? Non era facile arrivare a un tiro pulito, anche per le pozzanghere. Sono molto contento del mio momento e di quello della squadra. Lavoro tutta la settimana per essere decisivo e mettere i compagni nelle condizioni di concludere. Spareggio? Ne ho giocato uno col Rimini e l’ho vinto ai rigori. Sono partite molto tese, al minimo errore si può compromettere la stagione. Siamo abituati, visto la rimonta dell’ultimo periodo.”

Filippo Bellini: “Rapporto con Apolloni? Il mister fa delle scelte, non mi riteneva pronto. Con lui, comunque, non ci sono mai stati problemi. Spareggio? Domenica sarà una gara difficile, ci sarà tanta tensione e soprattutto noi giovani dovremo essere bravi a gestirla. Cercheremo di spuntarla con le qualità tecniche e morali.”

 

 

Simone Guandalini

Foto: concretamentesassuolo.it

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy