Cookie Policy
Alberto Bollini

Modena-San Marino, Bollini: “Avversario ostico, ma dobbiamo e vogliamo vincere”

by • 4 Maggio 2019 • ConcretaCalcio, CurvaMontagnani, modenafcComments (0)66

Qualche settimana fa sembrava impossibile, ma adesso quella che sembrava solo una vaga speranza potrebbe diventare realtà. Complici le due sconfitte consecutive della Pergolettese, l’ultima arrivata nello scontro diretto disputato a Crema domenica scorsa, il Modena ha recuperato 6 punti in due giornate ai lombardi e ha agganciato la Pergolettese al primo posto in classifica, a quota 70 punti, a una giornata dal termine del campionato. Saranno, quindi, decisivi gli ultimi 90 minuti del campionato, che vedranno i canarini ospitare al Braglia il San Marino, in lotta per la salvezza, e la Pergolettese fare visita al Sasso Marconi, anch’esso in zona playout.

Queste le parole con cui il tecnico del Modena, Alberto Bollini, ha presentato la sfida contro il San Marino:

“In queste settimane abbiamo fatto un’impresa, per la quale devo elogiare i ragazzi che ci hanno sempre creduto, come dimostrano la compattezza sempre avuta e l’impegno in queste ultime gare di chi aveva fino a quel momento un minutaggio più basso. Adesso, sarà determinante continuare questa impresa. Tutti sappiamo le difficoltà che ci attenderanno nella gara contro il San Marino, sia noi che i tifosi. Ho capito che spesso i fischi in occasione dei nostri passi falsi erano dovuti allo sconforto, erano legati al dispiacere. Finalmente, ora siamo in testa alla classifica e ci vogliamo rimanere, ma affrontiamo un avversario molto ostico, contro cui serviranno tecnica, velocità e calore, oltre che pazienza, perchè l’avversario si gioca la permanenza in D e la classifica in queste gare conta poco.

San Marino? Come non dovevamo perdere morale quando la Pergolettese si trovava a +6, così ora non dobbiamo adagiarci sugli allori, ma essere consapevoli dell’avversario che affronteremo. Il Modena deve e vuole vincere. Dovremo mettere in campo tutte le componenti e servirà anche l’aiuto del pubblico. Il San Marino è una squadra che in fase di non possesso ha dimostrato cose importanti. Ha la quarta miglior difesa del girone e viene da una sconfitta immeritata contro l’Adrense. Ha sempre perso con minimi scarti, per cui servirà una squadra tecnica e veloce. Dovremo attaccare, ma senza dimenticare l’equilibrio. Servirà il miglior Modena.

Condizione della squadra?  In rosa abbiamo under, over e ‘senior’. Per quanto riguarda i diversi ultratrentenni che abbiamo, devo centellinare le loro energie e fare molta prevenzione. Ferrario ha giocato una grandissima partita a Crema, non solo per il gol, ma negli ultimi dieci giorni non si è mai allenato con continuità. Lo stiamo gestendo, così come Loviso e Sansovini. Gli under, invece, sembrano recuperati, compreso Zanoni che si sta reinserendo gradualmente in gruppo, mentre Ferretti si sta ancora allenando a parte.

Pergolettese? Mi auguro che il Sasso Marconi abbia le stesse motivazioni del San Marino. Noi dobbiamo, però, pensare a vincere la nostra partita contro la quarta miglior difesa del campionato.

Polemiche post Pergolettese-Modena? Noi abbiamo vinto la partita con merito e il merito è dei nostri giocatori che hanno incanalato la partita nel giusto modo. Bisogna saper vincere e saper perdere, ma da parte mia rimangono i complimenti per la bella stagione fatta dalla Pergolettese. Mi ha fatto specie la grande emotività dei nostri dirigenti, che, festeggiando dopo la gara hanno dimostrando che hanno dato e stanno dando tutto per l’obiettivo.”

 

 

Simone Guandalini

Foto: modenacalcio.com

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy