Cookie Policy
Modena FC

Il Modena ha un Sansovini in più: prosegue il duello con la Pergolettese

by • 10 Febbraio 2019 • ConcretaCalcio, CurvaMontagnani, evidenza, modenafc, newsComments (0)111

UN GIOVANOTTO di trentott’anni si prende sulle spalle il Modena e lo fa rimanere aggrappato alla corsa-promozione. Una lotta che, quasi certamente, sarà a due e non più a tre. Il pareggio della Reggiana (2-2) in casa del Lentigione, infatti, riduce ancora più al lumicino le speranze granata. Chi continua a vincere è invece la Pergolettese, capace di ribaltare lo svantaggio iniziale e superare un avversario ostico come la Vigor Carpaneto per 4-1. Il giovanotto in questione è Marco Sansovini, autore di un assist meraviglioso per l’1-0 di Ferrario e del gol che ha fissato il punteggio sul 2-0. Una traversa e tanto altro impreziosiscono ulteriormente la prova dell’attaccante di un Modena che resta così a -4 dai lombardi, quando mancano undici giornate al termine del campionato.

RIENTRI – Piras, Gozzi e Loviso risolvono i rispettivi problemi fisici e si rivedono dall’inizio nella formazione canarina. Il primo riprende il suo posto fra i pali, il secondo va ad affiancare Dierna al centro di una difesa nella quale Perna è dirottato a sinistra e Cortinovis fa il laterale destro, mentre il terzo va a piazzarsi in cabina di regia, vicino a Calamai e Messori. In avanti, Bollini sorprende un po’ tutti e lancia dal primo minuto Falanelli: completano l’attacco Ferrario e Sansovini. Dall’altra parte fa il suo esordio sulla panchina dell’Axys Zola un modenese doc come Bob Notari, che disegna i suoi con un 4-3-1-2 nel quale Marchetti gioca alle spalle del tandem offensivo Caprioni-Mammetti.

SANSO SHOW – Dopo un avvio non entusiasmante, al minuto 12 un lampo di Sansovini illumina il match. Il classe ’80, di spalle alla porta, dalla sinistra lascia partire un lancio meraviglioso di prima intenzione che sorprende la difesa ospite e arriva a Ferrario, freddo ad aspettare il momento giusto per battere Melillo: 1-0. Al 21′, dopo che Piras si era fatto trovare pronto sulla conclusione di Caprioni, il Modena sfiora il bis con Calamai, il cui tiro termina sul palo a seguito della deviazione del portiere. A dieci minuti dall’intervallo Ferrario dimostra che anche lui può sbagliare: da due passi, il bomber canarino manda incredibilmente a lato dopo la respinta di Melillo su Dierna. Ci riprova anche al volo dal limite dell’area, alto di poco. Il bis arriva al minuto 42, quando Sansovini sfrutta un errato rinvio della difesa bolognese e trova un gran sinistro che si spegne nell’angolino basso: 2-0.

IN DIECI – La ripresa si apre come si era chiusa la prima frazione, e cioè con un Sansovini ispiratissimo: solo la traversa (48′) nega il gol al suo gran pallonetto da posizione defilata. Al 54′, però, il Modena resta in dieci: a causa di un intervento ai danni di un avversario, l’arbitro mostra il secondo giallo Falanelli, già ammonito nel primo tempo. La Curva Montagnani apprezza le scuse del classe ’98, autore comunque di una prova buona e volenterosa all’esordio da titolare, e lo applaude mentre lascia il campo. L’Axys prova a prendere coraggio e per una decina di minuti spinge con insistenza alla ricerca del gol che dimezzerebbe lo svantaggio, sfiorandolo tuttavia solo quando il tiro di Gabrielli (65′) va vicinissimo al palo. I cambi di Bollini danno fiato e nuova linfa ad un Modena che finisce il match con un 4-4-1 in cui centrocampo e attacco sono totalmente rinnovati: in mediana Rabiu e Boscolo Papo, larghi Bellini e Letizia, là davanti Ferretti.

CREDERCI – Il ‘Braglia’ è soddisfatto e canta ‘Vi vogliamo così’. Ora la classifica dice: Pergolettese 53, Modena 49, Reggiana 42. Domenica prossima i canarini saranno impegnati in trasferta contro il Crema, mentre la capolista sfiderà proprio l’Axys Zola. Bisogna continuare a spingere: prima o poi gli altri qualcosa lasceranno per strada…

 

Riccardo Corradini
Inviato al ‘Braglia’ di Modena

 

MODENA-AXYS ZOLA 2-0

RETI: 12′ Ferrario, 42′ Sansovini

MODENA (4-3-3): Piras; Cortinovis, Gozzi, Dierna, Perna; Calamai (79′ Letizia), Loviso (84′ Boscolo Papo), Messori (74′ Rabiu); Sansovini (70′ Bellini), Ferrario (89′ Ferretti), Falanelli.
A disposizione: Dieye, Zanoni, Duca, Baldazzi.
Allenatore: Alberto Bollini.

AXYS ZOLA (4-3-1-2): Melillo; Fiore, Moi (9′ Ben Bahri), Cestaro, Gabrielli; Martino (68′ Caputo), Scalini, Galanti; Marchetti (83′ Tanoh); Caprioni (88’ Mantovani), Mammetti (56′ Ferri).
A disposizione: Bruzzi, Grande, Pirreca, Cilona.
Allenatore: Roberto Notari.

Arbitro: Luigi Catanoso (Assistenti: Colonna e Lambiase)

Espulso: Falanelli (M) al 54′ per doppia ammonizione.

Ammoniti: Piras (M), Rabiu (M).

 

Foto: concretamentesassuolo.it

 

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy