Cookie Policy
Bollini

Modena-Sasso Marconi, Bollini: “Servirà pazienza. Voglio una squadra determinata”

by • 13 Aprile 2019 • ConcretaCalcio, CurvaMontagnani, modenafcComments (0)50

Il pareggio nel derby contro la Reggio Audace (0-0) ha lasciato la classifica invariata, con il Modena di mister Bollini ancora a -6 dalla Pergolettese e a +2 sui cugini granata a quattro giornate dalla fine del campionato. I canarini avranno il vantaggio di giocare tre di queste quattro gare (l’altra è lo scontro diretto contro la Pergolettese) davanti al pubblico del Braglia, a cominciare dalla doppia sfida, che, tra domani e giovedì, vedrà i gialli impegnati, sempre in casa, contro Sasso Marconi e Adrense.

Queste le parole con cui il tecnico del Modena, Alberto Bollini, ha presentato la sfida contro il Sasso Marconi:

“Ci aspettano due incontri ravvicinati, per cui dovremo ottimizzare le forze e gestire bene le energie. Dobbiamo guardare una gara alla volta, domani cercheremo di vincere per ringraziare i tifosi che sono venuti in massa a Reggio, dove non abbiamo di certo giocato in trasferta. Mi ha fatto molto piacere l’applauso dei tifosi ai ragazzi a fine match. Dopo il derby, mi aspetto un Modena forte e determinato, che sfrutti il fattore-casa e le occasioni da gol.

Sasso Marconi? In questo campionato, spesso abbiamo faticato contro le cosiddette ‘piccole’. In settimana abbiamo lavorato sul tiro da fuori, che può essere decisivo in gare come questa. Dobbiamo stare attenti, perchè il Sasso Marconi ha fatto più punti e più gol in trasferta che in casa. Dovremo fare attenzione alle ripartenze e interpretare bene le due fasi. Ci vorrà pazienza, ma dobbiamo avercela tutti, consapevoli delle difficoltà di una partita di questo tipo. Con forte determinazione dobbiamo tenere alto il ritmo fin dal primo minuto.

Indisponibili? Letizia e Zanoni sono sicuramente indisponibili. Dopo il derby, ci sono 3-4 acciaccati, ma mi auguro che ci siano prestazioni individuali importanti di chi sostituirà i ragazzi non al meglio. Calamai è in dubbio, mentre Loviso è recuperato, ma ha lavorato solo metà settimana e va gestito fisicamente.

Montella mezzala? Questa soluzione può essere ripetibile nell’ottica di uno sviluppo di gioco sugli esterni. L’ho provato in allenamento, anche per sfruttare, con i cross dagli esterni, l’eventuale doppia punta che potremmo schierare a gara in corso.”

 

 

Simone Guandalini

Foto: modenacalcio.com

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy