Cookie Policy
Carpaneto

Modena, tre sberle a Carpaneto. E la Pergolettese raggiunge i gialli in testa

by • 6 Gennaio 2019 • ConcretaCalcio, CurvaMontagnani, evidenza, modenafc, newsComments (0)148

DOPO AVER passato novantuno giorni da capolista solitario, il Modena è stato riacciuffato. D’altronde, se per cinque volte di fila non riesci a vincere in trasferta, per forza di cose le altre pian piano ti rosicchiano qualcosa e, anche se vinci lo scontro diretto, prima o poi ti vengono a prendere. Il primo ko esterno del campionato è di quelli sonori: in una partita dominata dal Carpaneto, i canarini tornano a casa con un netto 3-0. La Pergolettese e la Reggiana, invece, cominciano il ritorno vincendo per 2-1 in casa, rispettivamente contro San Marino e Crema: i lombardi, così, raggiungono i gialli a quota 38, mentre i ‘cugini’ si portano a -4.

LE SCELTE – A distanza di due mesi dall’ultima apparizione si rivede in campo Rabiu, che recupera dall’infortunio al menisco e va ad affiancare Boscolo Papo in mediana. Nel 4-2-3-1 di Apolloni c’è spazio anche per Duca, che fa il suo esordio dal primo minuto in maglia gialloblù piazzandosi al centro di una trequarti completata dagli esterni Sansovini e Baldazzi. Il riferimento offensivo è Ferrario, mentre la linea difensiva, a protezione di Dieye, è composta da Ndoj, Dierna, Perna e Zanoni. I padroni di casa rispondono con un 4-3-3 in cui l’esperto Rantier, uno che in carriera ha totalizzato più di cento presenze in B, è la punta centrale.

SUBITO CARPANETO – Parte forte la squadra piacentina, che nei primi venti minuti proprio con Rantier sfiora il gol in tre circostanze: nelle prime due è decisivo Dieye, bravo al 3′ sul tiro da posizione ravvicinata e poi al 14′ sulla conclusione angolata dalla distanza, mentre nella terza (18′) è l’attaccante francese a graziare i gialli, mandando alto e sciupando un’ottima chance. Nella fase centrale del primo tempo il Modena sembra rialzare la testa, ma il bel tiro di Sansovini al 30′ non è altro che un fuoco di paglia. Al minuto 37, infatti, Rantier su punizione disegna una parabola stupenda che si va a spegnere nel set: 1-0. La Vigor Carpaneto non si accontenta e prova a raddoppiare con Abelli, il cui tiro (43′) termina a lato di poco. L’ultimo squillo prima dell’intervallo (45′) è degli ospiti: tra la bella rovesciata di Ferrario e l’1-1, però, c’è il portiere Vagge, bravo a deviare sulla traversa.

ROSSO PERNA – Dopo una manciata di minuti dall’inizio della ripresa Apolloni manda in campo Montella, per Baldazzi, e Messori, al posto di Rabiu. Al 65′ episodio-chiave: capitan Perna si rende protagonista di un gesto che indirizza verso i padroni di casa una partita che già era difficile per il Modena. Sugli sviluppi di un fuorigioco fischiato a Ferrario, il portiere della Vigor Carpaneto passa la palla ad un proprio compagno (non sapremo mai se con l’intenzione di dare il via all’azione o semplicemente per far battere la punizione al difensore): ad intercettarla è Montella, che facilmente deposita in rete. Per l’arbitro, però, il gioco era ancora fermo. Nel bel mezzo delle proteste, Perna prende per il collo un avversario: cartellino rosso e Modena in dieci. Tre minuti dopo Rantier sfrutta il lancio lungo di un compagno, batte sul tempo la difesa canarina e supera Dieye: 2-0 al 68′. Passano altri quattro minuti e Rantier si ripresenta davanti a Dieye, che si oppone: il pallone arriva a Carrozza, che con un tap-in sigla il 3-0 al minuto 72. Nel finale entrano anche Bellini e Parisi, ma il punteggio non cambia.

RIPARTIRE – Domenica prossima al ‘Braglia’ arriverà il Lentigione, che oggi ha pareggiato contro l’Adrense. In casa i canarini non hanno quasi mai sbagliato: per tornare alla vittoria, però, servirà tutto un altro Modena. Il campionato è lungo e la sconfitta di oggi potrà anche rivelarsi una ‘sveglia’ per dare di più. I mezzi ci sono. La spinta del pubblico c’è. Gialli, sta a voi…

Riccardo Corradini

 

VIGOR CARPANETO-MODENA 3-0

RETI: 37′ Rantier, 68′ Rantier, 72′ Carrozza

VIGOR CARPANETO (4-3-3): Vagge; Rossini (84′ Zuccolini), Fogliazza, Baschirotto, Abelli (83′ Barba); Rossi (61′ Viola), Mastrototaro, Mauri; Corioni, Rantier (76′ Quaggio), Carrozza (91′ Favari). A disposizione: Terzi, Cornaggia, Casadei, De Micheli. Allenatore: Stefano Rossini.

MODENA (4-2-3-1): Dieye; Ndoj, Dierna, Perna, Zanoni; Rabiu (56′ Messori), Boscolo Papo (73′ Bellini); Sansovini, Duca (76′ Parisi), Baldazzi (53′ Montella); Ferrario. A disposizione: Piras, Gozzi, Magliozzi, Falanelli, Berni. Allenatore: Luigi Apolloni.

Arbitro: Scatena di Avezzano (Assistenti: Matera e Cleopazzo)

Note: Espulso al 65′ Perna (M) per aver messo le mani al collo di un avversario. Ammoniti Rossi (V), Rabiu (M), Dierna (M), Abelli (V), Bellini (M).

 

Foto: modenacalcio.com

 

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy