Cookie Policy

NBA Week 19: tracollo Lakers e Celtics. Bene Rockets e Pistons

by • 5 Marzo 2019 • news, TimeOut NbaComments (0)108

NBA Week 19

Il rush finale per i  playoff continua e la situazione nelle due fazioni inizia a stabilizzarsi.

I Milwaukee Bucks sono la prima squadra ad ottenere il pass per la postseason. La strabiliante stagione di Antekoutompo e compagni continua e secondo alcuni esperti sono loro la prima squadra nel Power Ranking NBA. In più al roster si aggiunge l’esperienza del pluricampione Pau Gasol, che ha deciso di tagliare con la franchigia texana. Dall’altra parte guidano i soliti Golden State Warriors che sono pronti a rifirmare Andrew Bogut, reduce da una stagione da MVP e difensore dell’anno in Australia.

Ci sono brutte notizie dalle due franchigie storiche della lega. Los Angeles e Boston sono in grande crisi, ma se i Celtics possono stare tranquilli dal punto di vista della classifica i Lakers sono vicini al baratro e le possibilità di partecipare ai playoff sono sempre più limitate.

Doc Rivers regala una bellissima standing ovation per Dirk Nowitizki. Durante la partita il coach dei Clippers ha chiamato un time out e ha incitato il suo pubblico a elogiare uno dei più grandi degli ultimi tempi. Un Dirk commosso non si aspettava il gesto e in lacrime ringrazia lo Staples. Da un veterano si passa alla stella luminosa di Trae Young. Il rookie di Atlanta sta passando un periodo d’oro dopo l’All-Star Game e nella partita persa all’overtime è stato protagonista di una prestazione da 49 punti e 16 rimbalzi. In 3 partite ha segnato 121 punti, massimo per un rookie dai tempi di Allen Iverson.

Ecco i nostri Top and Flop

Top

Detroit Pistons

I Pistons stanno vivendo un momento magico vincendo 8 partite delle ultime 10. Con questi successi i Pistons di coach Casey hanno pareggiato il record stagionale e raggiunto il sesto posto della Eastern Conference. Importanti vittorie contro Denver, Indiana e Toronto in cui Detroit ha sfruttato al meglio le assenze pesanti delle avversarie. Blake Griffin, star della squadra, rimane il miglior marcatore della franchigia e sta aumentando anche le sue percentuali nel tiro da 3 punti (36.6%). Migliorano anche le percentuali di Reggie Jackson, che sta tirando con il 45% da oltre l’arco, e infine c’è Andre Drummond che continua a dominare a rimbalzo (15.1 di media) ed è l’unico giocatore della lega che è nella top 10 delle stoppate e rubate. Dopo i primi di mesi di difficoltà finalmente Detroit si gode il lavoro di Casey, che lo scorso maggio fu nominato Coach of the Year.

Houston Rockets
Grazie alle loro 5 vittorie consecutive i Rockets sono la squadra più in forma della lega. Le ottime prestazioni delle ultime partite hanno mostrato la migliore Houston della stagione. La maggior parte degli infortuni sono stati risolti e la squadra di Coach d’Antoni è tornata la squadra cinica dell’anno scorso con Harden che non è più chiamato a fare gli straordinari. Fondamentale il ritorno di Chris Paul che dopo l’infortunio sta ritrovando la giusta fiducia per affrontare l’ultimo rush della regular season. La strisciadi vittorie si apre con i Warriors e si conclude con il netto successo sui Celtics. In mezzo ci sono le vittorie sugli Hawks, gli Hornets e gli Heat di Dwayne Wade. Con questi risultati i Rockets si avvicinano al terzo posto, fondamentale per affrontare i Warriors in Finali di Conference.

Flop

Los Angeles Lakers

Crisi nera per i Lakers che stanno subendo pesanti sconfitte, anche contro le dirette concorrenti. Il Re ha impostato la modalità playoff ma non sembra bastare a questi giovani Lakers. Coach Luke Walton è continuamente in bilico e probabilmente per la prossima stagione le strade tra dirigenza e coaching staff si divideranno. Un giocatore come Lebron non è abituato a non giocare ad Aprile ma il suo approdo e la sua esperienza non sono bastate per riportare i Lakers alla postseason. In settimana sono arrivate sconfitte pesanti soprattutto contro i Phoenix Suns, ultimi in classifica, e nel derby contro i Clippers, in cui il nostro Danilo Gallinari ha segnato 23 punti. La squadra di Rivers ha dimostrato di essere più squadra e di non tremare nei momenti importanti. Probabilmente il progetto di Lebron fallirà questa stagione e le voci di mercato su Anthony Davis sicuramente non hanno fatto bene allo spogliatoio, in cui tutti si sono sentiti messi in discussione. Intanto i tifosi dei Lakers stanno già acclamando il nome di Kobe.

Boston Celtics
Male anche i Celtics che non riescono a trovare la quadratura del cerchio e perdono tante partite nel momento più delicato della stagione. L’anno scorso Boston era arrivata a gara7 delle Finali di Conference per poi essere eliminata da Cleveland ed era senza gli infortunati Irving e Hayward. Con il loro ritorno tutti si aspettavano che i Celtics potessero raggiungere la cima della Eastern Conference ma i grandi problemi di questi due giocatori franchigia hanno fatto scivolare Boston al quinto posto. Dopo il brutto infortunio subito l’anno scorso Hayward non è tornato il giocatore dominante dei Jazz, ma sembra sempre più impaurito di rischiare, mentre Kyrie probabilmente si è fatto distrarre troppo dalle voci di mercato e non è ancora stato capace di farsi amare dai compagni di squadra. Tutte queste difficoltà hanno messo in grossi guai la squadra di Stevens e i Playoff non sono così lontani.

 

Nanni Bellei
Immagini: Facebook, pagina ufficiale

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy