Cookie Policy

Non c’è pace per la Junior: sconfitta contro il Pavullo 2-3

by • 8 Febbraio 2016 • ConcretaCalcio, Junior FioranoComments (0)597

Junior Fiorano logoCampionato di 2a Categoria, Girone G

Junior Fiorano – Pavullo: 2-3

Marcatori: 34′ Bondioli (JF), 56′ Donnini (P), 58′ Laknale (P), 70′ Chilea (P), 85′ Stefani (JF)

 

 

 

Junior Fiorano: Luche, Tonelli, Faino, Barillà, Mattioli, Catti, Leo (63′ Stefani), Tagliazucchi (55′ Zanghieri), Aragona, Filoni, Bondioli (83′ Capriglio). A dispozione: Celano, Masini, Madonna, Tarantino. All. Minozzi.

Pavullo: Brambilla, Rosi, Montalto, Lazzarini, Scarobelli (55′ Laknale), Ricci, Manelli, Deboia, Donnini (61′ Amari), Chilea (70′ Tebaldi), Styk. A disposizione: Scorcioni, Uzzo, Gubertini. All. Scarobelli.

Ammoniti: [Manelli (P), Tebaldi (P), Brambilla (P), Ricci (P), Filoni (JF), Zanghieri(JF)].

Note: Spettatori 50 circa. Giornata soleggiata.

 

La Junior non ingrana e l’ultima giornata di campionato lo conferma. Arriva infatti l’ennesimo risultato negativo, condito comunque da una prestazione che lascia l’amaro in bocca. Il Pavullo, invece, si conferma determinata nella sfida al raggiungimento dei playoff.
Il match è prevalentemente gestito dalla squadra di casa, che, tramite Bondioli e Aragona, si rende più volte pericolosa nei pressi della porta difesa da Brambilla. Dopo diversi minuti di pressing alto e di buona intensità, la Junior giunge al gol con Bondioli. Nell’occasione è complice Scarobelli, che tenta di uscire palla al piede dall’area di rigore, complicandosi enormemente la vita; il bomber fioranese riesce a strappargli il controllo del pallone e a tu per tu con Brambilla non sbaglia. Il Pavullo non sta comunque a guardare e più volte si avvicina all’area di rigore, soprattutto con la sua punta di diamante, Manelli. Davide-Bondioli-1994-A
Il primo tempo termina con la Junior in vantaggio. Nella seconda frazione di gioco si ripete ciò che è successo a Serramazzoni: possiamo chiamarli “5 minuti di paura”, all’interno dei quali viene buttato al vento tutto quanto costruito in precedenza. Al 56′ Laknale mette un pallone in mezzo all’area diretto per Donnini, che indisturbato calcia in porta e trafigge Luche, realizzando il momentaneo gol del pareggio. Al 58′ Mattioli respinge lateralmente un pallone volante proveniente in area di rigore, che si rivela essere un passaggio per Tonelli. Quest’ultimo, preso controtempo, viene anticipato da Laknale, il quale non sbaglia a tu per tu con Luche. Risultato ribaltato e Junior completamente disorientata. Successivamente Bondioli, con un’azione personale, riesce a portarsi a spasso Ricci e a calciare in porta da posizione ravvicinata. È bravo Brambilla a respingere il tiro, calciato comunque centralmente. Al 70′ sempre Laknale entra in area di rigore, salta secco Mattioli che a sua volta lo stende vistosamente. L’arbitro Raffa non ha dubbi e concede il penalty a favore degli ospiti. Dal dischetto Chilea non sbaglia, siglando la rete del 1-3. Laknale e Manelli protagonisti assoluti del match, a maggior ragione il primo dei due, che, subentrando dalla panchina, ha procurato il rigore, ha segnato e fornito anche un assist.
Simoni-Stefani-1995-ALa Junior non molla e tenta di riportare in parità una partita ormai persa. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo a favore dei padroni di casa, Aragona ribadisce in porta un pallone non respinto efficacemente: ancora una volta Brambilla sventa il pericolo, intercettando una sfera veloce, ma poco angolata.

Pochi minuti dopo, sempre Bondioli è protagonista di un rimpallo tra lui e Rosi: il centrale del Pavullo cercava di spazzare un pallone pericoloso in area di rigore, calciandolo addosso a Bondioli; pallone clamorosamente fuori di 10 centimetri dallo specchio della porta.
Al minuto 85, Stefani accorcia le distanze calciando magistralmente una punizione dai 20 metri: il pallone scavalca la barriera e si infila alla sinistra di Brambilla. Nei minuti finali non ci sarà nulla da fare.
In fin dei conti si può dire che la Junior non è in grado di gestire il vantaggio ed è parso palese anche oggi. Allo stesso tempo, però, si è dimostrata essere una squadra in grado di tenere testa a chiunque.
La Miccia è dietro a un punto di distanza: sarà fondamentale ottenere i 3 punti nello scontro diretto della prossima giornata.
Il Pavullo si lancia con coraggio in zona playoff.

 

Roberto Tarantino

 

 

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy