Cookie Policy
Marco Faenza l'angolo del regolamento

Pallacanestro: l’angolo del regolamento

by • 31 Gennaio 2018 • L'angolo del regolamento, TimeOutComments (0)898

Salve a tutti e bentornati a l’angolo del regolamento. Grosse novità questa settimana, si parlerà solo di una singola partita. Una gara di Promozione.

Partiamo sottolineando il curioso fatto che il 1° arbitro ha sempre segnalato in maniera molto confidenziale al segnapunti avvicinandosi così tanto che nessun’altro dei presenti è riuscito a capire qualcosa delle segnalazioni.

Solo a segnalazioni concluse tutti gli astanti hanno ipotizzato quale fosse la sanzione più probabile e/o possibile vista la ripresa del gioco.

Il numero B17 in area, durante una situazione di rimbalzo, abbraccia amorevolmente A10. L’arbitro fischia giustamente il fallo. Dopo la segnalazione al tavolo il segnapunti fischia una sostituzione per entrambi i giocatori, B17 e A10.

Le sostituzioni avvengono nel momento in cui i giocatori uscendo dal campo si scambiano frasi evidentemente poco gentili. L’arbitro fischia e sanziona a carico di entrambi un fallo tecnico.

Il tecnico viene iscritto (si imparerà poi) ai giocatori e non già alle panchine come da Art. 36/3/2.

L’articolo 42 – Situazioni speciali – chiarisce in modo inoppugnabile la situazione descritta. Ma vediamo come ha agito l’arbitro.

Il giocatore A7, che ha precedentemente sostituito A10 andato in panchina, tira i 2 tiri liberi del fallo personale, in quanto la squadra B ha esaurito il bonus.

SOLUZIONE: I 2 falli tecnici a carico delle panchine (e non dei giocatori) andavano compensati come giustamente è avvenuto, ma i tiri liberi li avrebbe dovuti tirare A10, che andava quindi fatto rientrare in campo. Solo in un secondo momento, alla prima palla morta, A7 sarebbe potuto entrare in campo. 

A8 penetra in area in movimento continuo e con l’avversario posizionato in difesa passiva all’interno dello Smile (anche se poco visibile). A8 sfonda sull’avversario e conclude realizzando il canestro. L’arbitro annulla il canestro e sanziona un fallo di sfondamento a carico di A8.

L’articolo 33/10 definisce ciò che l’attaccante non può fare in tale situazione. 

R.T. Art.33.10 Aree dei semicerchi no-sfondamento

…….a meno che l’attaccante non usi illegalmente le mani, braccia, gambe o il corpo. Questa regola si applica quando:  • l’attaccante è in controllo della palla mentre è in volo, e • tenta un tiro a canestro o passa la palla, e  • il difensore ha un piede o ambedue i piedi a contatto con l’area del semicerchio nosfondamento.

A9 commette un fallo antisportivo su B6. Immediatamente B6 insulta A9. L’arbitro fischia e sanziona prima il fallo antisportivo a A9 e poi il fallo tecnico a B6. Quindi si riprende il gioco con B6 che va a tirare 2 tiri liberi seguiti da un qualunque giocatore A che tira 1 tiro libero per effetto del fallo tecnico.

E poi? Dopo un consulto con l’UDC (ma non sarebbe stato necessario perché è compito dell’arbitro sapere e assumere la decisione in virtù del R.T.) decide di vedere cosa indica la freccia di Possesso Alternato e concede il possesso alla squadra indicata dalla freccia. 

R.T. Art. 42.2.3 Tutte le sanzioni uguali contro entrambe le squadre e tutte le sanzioni di doppio fallo devono essere compensate nell’ordine in cui sono state sanzionate. Una volta registrate e cancellate, le sanzioni devono essere considerate come mai avvenute.  

42.2.4 Il diritto al possesso della palla, che sia parte dell’ultima sanzione, cancellerà ogni precedente diritto al possesso della palla. Si parla chiaramente di sanzioni UGUALI. 2 t.l. e possesso non è uguale a 1 t.l. e possesso. La Freccia di P.A. non c’entra proprio nulla! B6 tira 2 tiri liberi, la squadra B perde il possesso, un qualunque giocatore A tira 1 t.l. e la squadra A ha il possesso di palla sulla linea centrale estesa.

Ancora A8 inizia un movimento continuo in penetrazione mentre il sostituto B9 (in panchina ovviamente) protesta vivacemente verso l’arbitro. L’arbitro fischia e sanziona il fallo tecnico. Nel frattempo A8 realizza il canestro. L’arbitro segnala il fallo tecnico B (1) e annulla il canestro concedendo 1 tiro libero più il possesso alla squadra A. 

R.T. Art.10.4 La palla non diventa morta e il canestro, se realizzato, viene convalidato quando:

Un giocatore commette un fallo su un qualsiasi avversario, mentre la palla è in controllo di un avversario che è in atto di tiro a canestro su azione e che finisce il suo tiro con un movimento continuo iniziato prima che il fallo sia avvenuto.I.F. -Questa situazione è ugualmente valida se un qualsiasi giocatore o il personale di squadra in panchina della squadra in difesa commette un fallo tecnico.

Anche in questo caso direi che dubbi non ve ne sono. Il canestro doveva essere convalidato e la squadra A aveva comunque diritto a 1 tiro libero e il possesso.

Lo stesso arbitro che in precedenza aveva annullato il canestro di A8 sulla penetrazione, in un’altra occasione non fischia lo stesso contatto (cioè lo pseudo-sfondamento) a B10 il quale penetra e causa un contatto su un avversario in difesa passiva all’interno dello Smile e poi passa la palla ad un compagno smarcato all’esterno dell’area. Giusta decisione, ma perché in precedenza si e ora no?

A5 cattura un rimbalzo offensivo e, raddoppiato immediatamente, non trova di meglio che provare a tirare dando le spalle al canestro. Subisce il fallo dal difensore e l’arbitro fischia concedendo solo la rimessa dal fondo.

Infine (repetita iuvant) a 3,6 secondi dal termine B7 subisce un fallo antisportivo da A4 e reagisce offendendo (presumo) A4. L’arbitro fischia e sanziona il fallo antisportivo a A4 e il fallo tecnico a B7. Riprende il gioco dopo le segnalazioni estremamente confidenziali con il segnapunti, tant’è vero che nessuno degli astanti ha compreso qualcosa, concedendo i soliti 2 tiri liberi a B7 e 1 tiro libero a un qualunque giocatore della squadra A.

Poi naturalmente va a vedere la direzione indicata dalla freccia di P.A. e concede il possesso a una delle 2 squadre secondo tale direzione, con tanto di segnalazione (questa sì ben visibile) di palla a 2 dopo l’effettuazione del tiro libero per effetto del fallo tecnico.

Ovviamente la prestazione degli arbitri in questa gara non è giudicabile, nel senso che dare un voto negativo non ha molto senso.

Un 4 o qualunque altro voto si dà sulla base della prestazione qualitativa e di valutazione nel suo insieme. Oggettivamente consiglierei agli arbitri in questione di riprendere in mano il  Regolamento Tecnico e di studiarlo a fondo, perchè se mancano le fondamenta il palazzo alla fine non sta in piedi.

Nell’altra gara sempre di Promozione gli arbitri pur commettendo qualche  sbavatura, soprattutto a livello di coppia, cioè poca sinergia e scarso affiatamento, tengono la gara sui giusti binari e la portano a casa con un po’ di fatica ma senza troppi errori.

VOTI: 1° arbitro 6,5 – 2°arbitro 6,5

E speriamo che la prossima settimana vada meglio. A presto.

 

Marco Faenza

 

 

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy