Cookie Policy

Parlare civile: non esistono parole sbagliate. Esiste un uso sbagliato delle parole

by • 12 Aprile 2016 • EventiComments (0)957

Mauro SartiVenerdì 8 aprile, presso l’aula magna dell’IIS Volta ha avuto luogo l’iniziativa “ Parlare civile: Non esistono parole sbagliate. Esiste un uso sbagliato delle parole”, organizzato in occasione della seconda edizione di GenerAzione Legale – Il Distretto Ceramico per la legalità, promossa dall’Unione dei Comuni del distretto ceramico, con la collaborazione di Concretamente Sassuolo. Durante la mattinata circa 120 studenti da diversi istituti della città (Baggi, Volta, Don Magnani e Liceo Formiggini) hanno avuto la possibilità di riflettere sull’utilizzo delle parole e sul loro potere stigmatizzante. Ospite dell’evento il giornalista e docente dell’Università di Bologna il professor Mauro Sarti, ha aperto i lavori di discussione con un’introduzione Giulia Pigoni assessore alla cultura durante l'eventoall’oggetto dell’iniziativa, sottolineando l’importanza del lessico soprattutto in riferimento ai grandi temi sensibili del nostro tempo. Gli studenti partecipanti, sotto la guida e con l’aiuto dei membri dell’amministrazione comunale, oltre che di altri collaboratori, sono stati divisi in gruppi per dare vita ad un workshop di sensibilizzazione su diverse materie. Ogni gruppo di lavoro ha così discusso ed elaborato una diversa parola circa i principali temi a rischio discriminazione nella nostra comunità: gentil sesso e delitto passionale, gay, handicappato, clandestino, matto, legalità e religione. Al termine dei lavori gli studenti di ogni singolo gruppo hanno infine potuto esporre una sintesi delle proprie elucubrazioni al resto degli studenti, instaurando un significativo momento di dialogo, a tratti anche piuttosto accesso (soprattutto in merito al tema dell’omosessualità, dove gli studenti degli istituti a composizione prevalentemente maschile risultavano certamente più restii ad accettare visioni più tolleranti e progressiste, come invece ampiamente avallate dagli studenti di scuole a composizione mista, quali il Liceo). L’evento si è quindi concluso con la performance musicale di Alfonso De Pietro che ha presentato un suo pezzo sul tema della legalità.

.

.
Marco Martinelli

 

 

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy