Cookie Policy

Penny Dreadful S03E05 – The World is Our Hell

by • 5 Giugno 2016 • ConcretaSeries, Penny DreadfulComments (0)864

Il lato oscuro di Ethan – ATTENZIONE SPOILER

pds01e05_2Il prezzo da pagare per un ottimo episodio Vanessa-centrico, com’era immaginabile, è stato trasferirsi in America per (quasi) l’intero episodio successivo e seguire le vicende di Ethan e di tutti coloro che gli stanno dando la caccia. Non che sia un fatto negativo, anche perché, pur non sapendo ancora l’origine della sua trasformazione in licantropo, abbiamo scoperto tante cose sul suo passato e finalmente facciamo la conoscenza del suo famigerato padre.

Ethan in questo momento è un concentrato di odio. Ce l’ha a morte sia con Jared Talbot, suo padre naturale, per avergli fatto massacrare gli apache, ma anche con il suo padre adottivo, Kaetenay, per averlo tradito torturando la sua stessa famiglia in vendetta per il proprio popolo. Questo odio per il mondo fa il gioco di Hecate, sempre più vicina a portarlo verso il lato oscuro: prima convincendolo a scatenare le forze delle tenebre per eliminare la polizia che gli è alle calcagna (ma il commissario Rusk sopravvive più incazzoso che mai), poi con una scenetta di oscuro sesso selvaggio per suggellare il rapporto. Che Ethan passi dal ruolo di eroe tragico che si dispera per le sue involontarie stragi da licantropo, a consapevole artefice della fine dell’umanità, apparentemente senza battere ciglio, resta ancora non del tutto convincente. Riesce bene invece il legame Ethan-Hecate, già prevedibile da qualche episodio ma che è stato reso con grande intensità.

Questo mi porta a immaginare un possibile parallelismo fra Dracula-Vanessa a Londra e Hecate (Lucifero)-Ethan in America; forse i nostri eroi saranno le pedine dello scontro fra i due fratelli malvagi?

Degno di menzione anche il dialogo fra Malcolm e Jared, che sembrano davvero guardarsi allo specchio, pds01e05_3 penny dreadfulcome afferma del resto lo stesso Jared. Entrambi sono colonialisti, l’uno in Africa e l’altro in America, e hanno commesso atrocità inenarrabili lungo il loro percorso. Entrambi inoltre hanno perso dei figli; la differenza sta nel fatto che per Malcolm la perdita della figlia ha avviato il suo pentimento, mentre Jared sembra rassegnato al proprio destino dannato. Questo dialogo ha introdotto il personaggio di Jared Talbot, che spero vedremo più spesso nei prossimi episodi, anche per la superba interpretazione di Brian Jox che raggiunge il climax nella straziante conversazione in cui rivela ad Ethan i terribili dettagli della morte della loro famiglia.

Per inciso, non si può fare a meno di sghignazzare nella scena in cui Hecate si risveglia in un letto circondato da inquietanti bambole, che richiamano la sala della stregoneria di sua madre Evelyn nella scorsa stagione. Diventa ancora più affascinante inoltre la figura di Rusk, sia pure nel suo ruolo secondario, specialmente quando espone il suo codice d’onore e ancor più quando decide di rinunciarvi pur di uccidere Ethan.

In tutto questo c’è anche una breve parentesi londinese per mostrare che il siero di Frankenstein e Jekyll ha funzionato. Scopriamo anche che Jekyll è stato vittima di discriminazione razziale. E basta. La loro story-arc si conferma infatti la più debole, speriamo in risvolti interessanti già a partire dal prossimo episodio.

 

Federico Picerni

 

 

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy