Cookie Policy
Bollini

Pergolettese-Modena 2-1, il post-partita con Bollini, Salerno e Perna

by • 12 Maggio 2019 • ConcretaCalcio, CurvaMontagnani, evidenza, modenafc, newsComments (0)60

Al termine dello spareggio valido per la promozione in Serie C, vinto per 2-1 dalla Pergolettese sul Modena, gli allenatori Albero Bollini e Matteo Contini, oltre al capitano e al presidente dei canarini, Armando Perna e Carmelo Salerno, hanno commentato il match appena concluso. Queste le loro parole:

Alberto Bollini, allenatore Modena: “La prestazione di oggi viene giudicata sottotono, perchè siamo tutti condizionati dal risultato. Non credo che si possa dire che abbiamo sbagliato l’approccio, ma sotto porta abbiamo avuto delle imprecisioni, poi l’abilità negli episodi da parte della Pergolettese ha cambiato la gara. Abbiamo sempre mantenuto il pallino del gioco, poi loro nella ripresa si sono irrobustiti togliendo attaccanti. Abbiamo avuto tanti problemi: Ferrario nell’ultimo mese si è allenato 5 volte, per la gara di oggi ho sfruttato chi aveva dimostrato freschezza e reattività in allenamento. Per questo ho inserito Letizia. Non credo che il Modena abbia meritato questa sconfitta, Onore all’avversario che ha capitalizzato meglio gli episodi. Nel secondo tempo abbiamo giocato poco e chiaramente ne risente la squadra che deve rimontare. Sostituzione di Duca? Era compromesso per l’ammonizione, che ci ha creato qualche preoccupazione. Occasioni? Su cross dalle fasce Gozzi e Sansovini hanno avuto le occasioni per pareggiare. Prima del mio arrivo il gruppo non era una squadra, oggi ho visto 25 giocatori piangere in spogliatoio al termine della gara, questo dimostra attaccamento. A bocce ferme penseremo al futuro, c’è dispiacere per la società e per il 99% dei tifosi. Forse la nostra rimonta non è stata sottolineata a dovere.”

Matteo Contini, allenatore Pergolettese: “Abbiamo vinto la gara che contava. Oggi siamo stati superiori, mentre nelle altre due occasioni, contro il Modena abbiamo perso per episodi. Ci abbiamo sempre creduto, i complimenti vanno ai ragazzi e alla società, che ringrazio perchè ha sempre creduto in me. Ci godiamo la vittoria insieme ai tifosi, la dedico a mia moglie e alla mia famiglia, che mi è sempre stata vicina, anche nei momenti di difficoltà. Cambio di modulo? Ho cambiato, mi sono preso questa responsabilità, perchè giocando specularmente, con il solito 4-3-3, ci avrebbero messo in difficoltà. Ho cercato di coprirmi di più e oggi non abbiamo sbagliato nessun particolare. Ho rischiato, ma siamo qui a parlare di un risultato positivo. In tutto l’anno si sono fatti tanti sacrifici, questa vittoria è giusta e meritata. Modena? Anche nelle altre due gare non ci hanno mai messo sotto, anche in 9 contro 11 li abbiamo messi in difficoltà. Loro giocano sulle individualità dei singoli, ma i miei ragazzi hanno fatto una partita perfetta. Vittoria del campionato? Ci ho cominciato a credere quando abbiamo perso a Modena all’andata, ho detto ai ragazzi che se eravamo quelli, ce la potevamo fare. Vincere così è più bello, c’è più sofferenza. Due settimane fa, nello scontro diretto, vedevamo il traguardo ed eravamo un po’ tesi, ma poi ho visto una squadra arrabbiata e carica per provarci fino alla fine. Futuro? Non dipende da me. Oggi mi godo questa vittoria, c’è tempo per parlarne. Io posso solo ringraziare la società e sperare che questo matrimonio continui.”

Carmelo Salerno, presidente Modena: “E’ molto dura. Mi dispiace per i tifosi, perchè neanche a Genova, per la promozione in Serie A c’erano tutti i tifosi di oggi. Li devo solo ringraziare, come devo ringraziare la squadra, arrivata prima nel girone. Dobbiamo accettare il risultato e non mollare, perchè dobbiamo vincere i playoff. Ho visto negli spogliatoi i giocatori piangere, ma da domani dobbiamo pensare ad andare in C per i tifosi. Dobbiamo vincere i playoff per andare nella graduatoria dei ripescaggi, saremmo tra i primi. Società? Non cambierà niente, perchè siamo arrivati primi nel girone. E’ un’ingiustizia sportiva, visti gli scontri diretti vinti e la differenza reti. Avevamo raddrizzato una stagione complicata, ma oggi era come una finale, dove spesso non vince la squadra favorita e noi oggi lo eravamo.  Errori? Abbiamo sbagliato in tante occasioni, ma l’analisi degli errori la faremo a fine stagione, dopo i playoff. Chiedo ai tifosi di sostenerci nei playoff, perchè vincendoli avremmo molte possibilità di ottenere la promozione. Non si può giudicare una stagione da questa partita, che ci lascia tanta amarezza. Sono sicuro che i giocatori troveranno la forza per vincere le prossime partite. I tifosi fischiano per il tanto amore verso squadra e società, credo che ci aiuteranno anche nelle prossime partite.”

Armando Perna: “Quella di oggi è stata una bella batosta per l’umore. Dopo aver rimontato ed essere arrivati a pari punti, ci siamo giocati tutto nell’ultima partita. Adesso ci sono i playoff, pensiamo a vincerli per essere ripescati. Oggi abbiamo tirato troppo poco in porta, c’erano pochi spazi perchè loro difendevano a cinque. Ci siamo intestarditi ad andare dentro centralmente. Adesso dobbiamo alzare la testa, perchè c’è da ricominciare a pedalare. Abbiamo fatto qualcosa di importante in stagione, questo vuol dire che i mezzi li abbiamo. La squadra è consapevole che i playoff sono importanti per il ripescaggio. Tifosi? La loro reazione a fine gara è giusta, c’è delusione da parte di tutti, è giusto prendere anche i fischi e la contestazione. Dobbiamo essere bravi noi a farci trascinare dai tifosi. Errori? Sul primo gol dovevamo fare meglio, nella seconda occasione Franchi ci ha anticipato dopo la respinta di Piras. Era difficile far girare velocemente la palla, abbiamo pagato a caro prezzo questo errore. Il rimpianto maggiore è per la partita che abbiamo fatto contro il Classe e per quella sconfitta.”

 

 

Simone Guandalini

Foto:

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy