Cookie Policy
guelfo urlo dopo granarolo

Pieri toglie le castagne dal fuoco al Guelfo

by • 6 Maggio 2017 • Serie C Silver, TimeOutComments (0)474

Serie C Silver

Guelfo Basket – ASD Granarolo Basket 81-78

(22-20; 38-49; 59-62)

  

 

Tabellini

Guelfo: Bernabini 10, Millina, Baccarini 6, Fornasari ne, Venturoli 21, Musolesi 15, Sgubbi ne, Ruggiero, Pieri 5, Casagrande 17, Quadrelli, Govi 7. All. Serio.

Granarolo: Nicotera, Masetti ne, Marchi 17, Bernadiello 9, Paoloni 2, Ballini 13, Salicini 4, Marega 16, Nobis ne, Cristalli 8, Cerulli 1, Cempini 8. All. Carrera.

Arbitri: D’Angelo e Caravita

 

 

Al Pala Marchetti di Castelguelfo è in programma una partita con il risultato all’apparenza scontato per la differenza delle motivazioni delle due squadre (Il Guelfo si gioca la promozione diretta, Granarolo
ormai senza obiettivi se non il miglior piazzamento possibile) ma in realtà, per merito dei ragazzi di coach Carrera che onorano il campionato nel migliore dei modi, va in scena una partita stupenda, degna di una partita playoff per intensità e qualità.
Granarolo si presenta a Castelguelfo privo di Neviani e con Nobis in panchina con solo un allenamento nelle gambe dopo l’infortunio, a Guelfo manca (da tempo oramai) il solo Giordani.
Sin dall’inizio Granarolo fa vedere che non è venuta a fare una gita: difesa aggressiva e attacco puntuale a ribattere la qualità dei padroni di casa; squadre a braccetto nei primi 4’30” (9-9); un Marega scintillante (MVP dei suoi con Marchi e Ballini) insacca la tripla del suo ottavo punto ed è 13-15 Granarolo al 6′; gli ospiti faticano a contenere i giochi alto-basso dei padroni di casa ma riescono a
ribattere con qualità e precisione in attacco orchestrati da Paoloni regista occulto dei suoi. Casagrande impatta ma ancora Marega riporta avanti Granarolo; cinque punti consecutivi di Bernabini, inframmezzati
da un canestro di Cempini, riportano avanti Guelfo (20-19 al 8’30”). Salicini e Venturoli (assieme a Musolesi migliore dei suoi) fissano il 22-20 del primo periodo.
L’ingresso in campo di un ottimo Cristalli e di Salicini al posto di Marega e Cempini all’apparenza alleggerisce molto il quintetto di Carrera ma, in realtà, con il maggiore atletismo e velocità, riesce a
tamponare l’attacco dei padroni di casa e a metterli in difficoltà sul fronte opposto e al 13′, sulla tripla di un buon Bernardinello, Granarolo è avanti di 5 lunghezze (27-32). Ancora Bernardinello e una
schiacciata in contropiede di Cristalli allungano il vantaggio ospite al +8 (28-36); Granarolo perde Salicini per una botta al naso che lo costringe ad abbandonare il campo sanguinante (non rientrerà più) e il
duo Venturoli-Govi mantiene in linea di galleggiamento il Guelfo. Ballini da 2 riporta il divario sulle 6 lunghezze (32-38 al 17′) costringendo coach Serio al secondo timeout; il minuto fa bene a Granarolo che con una tripla di Ballini assistito da Marchi e un canestro di Cempini volano al massimo vantaggio del match (32-43 al 17’30”). Pieri fa le pentole (liberi e rimbalzi) e Casagrande i coperchi (canestri) e in 1’30” Guelfo è di nuovo a -6 (38-44).
L’ultimo minuto del primo tempo è di marca ospite: Guelfo perde palla ad opera di Ballini, commette un antisportivo con Casagrande (che Granarolo sfrutta parzialmente con un 2/4 dalla lunetta); sull’errore
di Cempini dalla lunetta Marchi è il più lesto di tutti e gioca l’ultima azione: tiro da 3 deviato sullo spigolo del tabellone, ancora l’ala ospite prende il rimbalzo e sulla sirena, dall’angolo, insacca la tripla del 38-49 al 20′.
La strigliata di coach Serio ai suoi ha l’effetto di una secchiata d’acqua gelida e Guelfo scende in campo sguainando lo spadone: Granarolo per 4′ non trova la via del canestro e raccoglie le briciole sotto le plance; Venturoli, Musolesi e Casagrande piazzano un 9-0 che riporta i padroni di casa a contatto (47-49 al 24′). Il timeout di Carrera porta solo un canestro di Ballini e, complici due sciocchezze di un Paoloni più sottotono nella ripresa, al 25′ è di nuovo parità (51-51). Sull’abbrivio Bernabini e Baccarini danno il +4 a Guelfo
(55-51 al 26′) con un parziale da inizio 3° quarto di 17-2 in 6′.
Sembra che i padroni di casa riescano a prendere in mano la partita ma gli ospiti hanno il merito di non disunirsi e si adeguano alla cresciuta fisicità del match: ancora una volta è Marega che suona la
riscossa  e, con 4 punti consecutivi, prima ristabilisce la parità a 55, poi, dopo una tripla di Ballini, realizza il canestro del +5 Granarolo (55-60 con un controparziale di 0-9). Baccarini ferma l’emorragia dalla lunetta, Marchi fa 2/3 dalla linea della carità per un fallo subito su tiro da 3 ed è +6; ultima azione Guelfo e Bernabini insacca a fil di sirena una tripla provvidenziale per il 59-62 con cui si chiude il 3′ periodo.
L’inizio dell’ultimo quarto è di marca ospite: Bernardinello-Cristalli ed è +7 Granarolo (59-66 al 32′). E’ Musolesi che tiene a galla i padroni di casa con 5 punti consecutivi (64-68 al 33’30”) poi una tripla di Venturoli riporta Guelfo a 1 lunghezza (67-68 al 34′). Cristalli realizza da 2 ma un gioco da 3 punti di Casagrande impatta il match a 70. Bernardinello fa 1/2 dalla lunetta e Venturoli, ancora da 3, riporta avanti Guelfo (73-71 al 35′). La partita è vibrante e si avvia ad un finale thrilling; i coach rispediscono in campo gli uomini di punta per gli ultimi 5′ (Venturoli-Musolesi-Pieri-Casagrande-Govi per Guelfo; Marchi-Paoloni-Ballini-Marega-Cempini per Granarolo); Marchi impatta e Venturoli risponde per il 75-73 al 37’30”; Cempini fa 0/2 dalla lunetta e sul rimbalzo si accende una mischia: il primo arbitro assegna la rimessa in attacco a Granarolo ma il secondo arbitro interviene e cambia la decisione sollevando le proteste (composte) degli ospiti e assegnando un tecnico a Marchi senza un motivo palese per farlo (il giocatore non era tra quelli che hanno contestato la decisione). Musolesi realizza il libero per il tecnico e
sull’azione successiva Musolesi fallisce la tripla del +6 che probabilmente avrebbe chiuso il match; Marchi sul ribaltamento di fronte invece è preciso e spara il siluro della parità (76-76 al 38′).
Ancora Venturoli riporta in vantaggio Guelfo (78-76 al 38’15”). Marega sbaglia da 3 ma nel ribaltamento di fronte Casagrande è costretto alla persa dalla difesa avversaria. Paoloni penetra e prende il contatto da
due avversari ma per gli arbitri è palla persa al 39′. Granarolo difende alla grande l’azione successiva e recupera palla per infrazione di 24 secondi e coach Carrera chiama timeout: isolamento per Marchi che punta il diretto avversario e deposita il pallone del pareggio (78-78) quando mancano 27″ alla fine. Timeout Serio: schema disegnato per il tiro di Musolesi che però sbaglia; la palla carambola fuori ed è rimessa in attacco per un tocco di un difensore ospite.
Nuovo timeout Guelfo a 9″ dalla fine; penetrazione di Musolesi, Granarolo raddoppia lasciando libero sull’arco l’unico giocatore di Guelfo in campo in quel momento che in tutta la partita non aveva
effettuato tiri (se non dalla lunetta): Pieri alza la mano dai 6,75 a 3″ e un decimo dal gong……..e il PalaMarchetti esplode. Marchi prova alla disperata da metà campo ma la vittoria va ai padroni di casa. Partita bellissima, come già detto, e per Granarolo l’unico rammarico è il 16/27 dalla lunetta che le ha impedito di portare a casa un risultato che avrebbe sicuramente meritato.
Sabato prossimo 13/5 alle 21 a Granarolo si chiude il campionato con la sfida contro Medicina. Il Guelfo si giocherà la stagione nel match clou dell’ultima giornata contro la capolista LG Competition.

 

Iscriviti a TimeOut Basketball e seguici su Facebook

 

 

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy