Privacy Policy

Il Recap delle gare della 2 giornata di gironi al Playground delle Piscine SGP

by • 4 luglio 2018 • news, Playground, TimeOutComments (0)443

PLAYGROUND DELLE PISCINE SGP IV EDIZIONE – 2 giornata gironi

 

Vis’ 88- Drink team: 32-48

Vis ’88: Floro: 14, Alberghini: 6, Girotti: 5, Marchetti: 4, Nussbaum: 8

Drink Team: Flavio Guidi: 12, Luca Mandini: 16, Mattia Mellini: 20

 

Partono a rilento entrambe le formazioni con il punteggio fermo sul 4 pari dopo 3’ di gioco. Mandini però sblocca i suoi con una bomba da grande distanza, ben supportato dai piazzati di Mellini. Alberghini prova però a caricarsi sulle spalle tutto il peso offensivo dei Vis ’88 con due canestri di tabella dai 6,75. Sembrano avere la meglio le difese ma Marchetti e compagni riescono a sbloccare per primi il risultato piazzando un parziale di 8-2. I due team vanno così all’intervallo sul punteggio di 19-18 per i più esperti Vis ’88. La partita continua sulla falsa riga del primo tempo, con le due difese aggressive su ogni pallone. I Drink team, grazie al solito Mellini, riescono a piazzare facili canestri dalla media. Floro però riesce a rispondere colpo su colpo (11 pt. nel solo secondo tempo). Mellini continua il suo show personale (20 pt. totali) portando i suoi sul 32-48 finale.

 

Cugini di campagna – Real Madrink: 52 – 41

Cugini di campagna: Scagliarini:8, Gamberini Mirko: 12, Alese: 14, Garofalo: 8, Fabio Marchi: 10

RealMadrink: Ferretti: 20, Ferrari: 11, Brunetti: 4, Balsano:6

 

Garofalo si presenta dopo un lungo stop sui campi da basket italiani, portando con sé una grande esperienza internazionale. Supportati da un Alese scatenato, i cugini di campagna riescono a infliggere un netto parziale ai Real Madrink che però non mollano e riescono a fissare il contro break. Ferrari e Ferretti sparano dalla lunga distanza riuscendo così a ricucire il margine sugli avversari fino ad arrivare al -5 (28-23 il parziale). Gamberini e Marchi iniziano a macinare punti su punti mentre a tenere in vita i Real Madrink ci pensa il solo Ferretti. Saranno 20 i suoi punti finali ma non bastano per strappare la vittoria ai più rodati Cugini di Campagna.

 

 

Pussy killer – Questa è l’ultima 42-31

Pussy Killer: Achilli 8, Carpani 7, Valente 16, Lanzarini 11,Cristoni

Questa è l’ultima: Longhi  0, Zanangeli 7, Borghesani 7, Aragona 11, Malaguti 6

 

Si sfidano sul campo 2 nel 2° turno, 2 squadre dall’alto tasso tecnico. Nonostante la giovane età Carpani e Cristoni riescono a infilare più volte la difesa dei “Questa è l’ultima” portando i loro sul +12. Negli ultimi 2’ del primo periodo però Borghesani segna 4 punti decisivi per riportare i suoi sul -8 (22-14) parziale. Riprendono da dove avevano terminato i pussy killer, nei quali si evidenzia l’ottima prestazione di Lanzarini che smercia assist di notevole fattura. Zanangeli e Borghesani riescono dal canto loro a caricare gli avversari di falli e a guadagnare da subito il bonus. Valente (14 pt.) comincia a farsi sentire sotto le plance (9 rimb.) e porta al bar due volte consecutivamente il diretto difensore. I “Questa e l’ultima” provano ad accorciare fino al -2, ma ogni tentativo è vano contro l’ottima presenza dei Pussy che portano a casa una difficilissima vittoria.

 

Klippers – Fili d’erba: 23 – 53 

Klippers: Cazzoli 6, Barbieri 7, Stanzani 4, Fantoni 4, Bertusi 2

Fili d’erba: Guido 17, Papotti 16, Gravinese 12, Moruzzi 8

 

Partita a senso unico quella fra i Klippers e i Fili d’erba. Nonostante le due squadre si fossero presentate entrambe con una vittoria alle spalle, i Fili d’erba hanno mostrato da subito la loro superirità fisica e un’elevatissima intensità. Il primo tempo comunque ha visto abbastanza equilibrio in campo, i Klippers guidati dalla famosa coppia Cazzoli-Barbieri hanno attaccato con decisione la difesa dei Fili, ma dall’altra parte tutti e quattro gli azzurrini hanno fatto vedere le loro doti. Dopo un parziale a metà partita di 15-20, i Fili d’erba hanno preso il via e hanno segnato ben 33 punti nel secondo tempo. Top scorer un Guido incontenibile, sia in penetrazione che dalla lunga distanza.

 

Lo zione e i Nipotini – Drink Team: 46 – 29

Lo zione e i nipotini: Zani 14, Parmeggiani 12, Chiusoli 14, Galli 4, Risi 2

Drink team: Guidi 6, Mellini 7, Mandini 16

 

Partono forte in difesa Lo zione e i Nipotini che annullano due possessi agli avversari. I drink team alla loro seconda apparizione di giornata si affidano ai tiri dalla media di mellini e Guidi. Dall loro però, galli e zani concedono il contro sorpasso. Nonostante la grande intensità lo zione non riescono a concretizzare le molteplici occasioni e Mandini li punisce a ripetizione. Zani però, reduce da un’ottima stagione ai Tigers Forlì, mostra un repertorio completo e riporta i suoi sul +4 parziale (17-13). Il two times mvp delle finals del Playgorund delle Piscine, parmeggiani s. riprende con tutt’altra intensità e mostra sprazzi di dominio: suoi infatti i primi 8 pt. del secondo tempo.

 

 

Sperem Ben – Beijing Dragons: 29-43

Sperem ben: Puccio 6, Cremonini 14, Gamberini 3, Pedretti 6

Beijing Dragons: De Ruvo 17, Parmeggiani 16, Ceccon 4, Gobbi 6

 

Buona la partita d’esordio per i Beijing Dragons che controllano il risultato contro gli Sperem Ben. Partita che inizia con basse percentuali e difese forti da tutte due le parti. Il meno timido è Parmeggiani F. che raggiunge prima della metà della partita la doppia cifra. Per gli Sperem Ben è Cremonini a tenere a galla i suoi. Il tabellone dice 13-24 a metà partita. Nel secondo tempo si scalda anche De Ruvo, i Beijing Dragons trovano una maggiore quadra e la loro maggior fisicità si fa sentire. Portano così a casa la prima partita del torneo.

 

 

Alessandro Ferrari

foto: PlaygroundSGP & Andrea Sperindio

Iscriviti a  TimeOut Basketball e seguici su Facebook

 

©2016 Concretamente Sassuolo Twitter Facebook

Related Posts

Privacy Policy